Il perditempo

Segui AAnnibale su Twitter

Vai ai contenuti

Menu principale:


Poesie de Il Perditempo.org: aprile 2010, 1

Pensieri e Poesie > Poesie archivio > Poesie 2010

My Great Web page




27)
Il gatto cinese

Il gatto cinese si pone in ascolto
Di un ritmo maoista
Odia le tigri asiatiche
Compra un MP3 della Sony
Non vuole saperne di essere un animale
Il gatto cinese vorrebbe essere un uomo
Ma i gatti gli portano uno specchio
Dove guarda la sua bellezza brutta
Ed aspira a salire su una carrozza
che lo porti a Corte
Il gatto cinese ride sereno
Fa un viaggio a New York
Dove parla arabo, cioè cinese
E tra un hamburger e l'altro
Dice un rosario
Il gatto cinese
ha parlato una volta per tutte
E noi tutti lo osserviamo stupiti
Io e la mia fidanzata
Vorremmo averne uno in casa

28)
Amico strano

Amico strano,
ti voglio bene come sei
Ti sei lasciato andare e sei caduto
Nel tunnel dell'avventura
In un vortice da cui non si torna
La droga ti ha ammaliato
Amico strano,
Una notte d'inverno
Ti improvvisi pescatore di uomini
Ma in modo strampalato
Due sacerdoti ti fermano ed hanno ragione
Il diavolo non prevale nella Chiesa ma fuori talvolta sì

29)
Cinque rughe al bar

Cinque rughe al bar
Ti tradiscono
Dicono che non hai più l'età per fare all'amore
Ti siedi su una sedia a dondolo e rinfranchi l'anima
Cinque rughe al bar sono il tuo assassino
Che cerchi di stanare senza riuscirci
Perchè non c'è rimedio al tempo che non torna
Gli amori giovanili sono solo un ricordo
Cinque rughe al bar
Due occhi neri che scrutano le scarpe inchiodate al muro
Eri brava negli sport
Ed ora preghi la Madonna che ti faccia una Grazia:
di vivere a lungo
Cinque rughe al bar
Sono la tua Apocalisse
Gli angeli però non ti aiutano
E l'angelo sterminatore è solo una tua fantasia
Mentre la primavera si avvicina

30)
Il gatto mascherato

Il gatto mascherato
Beve un latte al bar
Sa di miele selvatico
E si innamora di una cagnolina
Il gatto mascherato
Sa che è un amore impossibile
Viene minacciato da due sgherri
Chiede protezione alla Chiesa cattolica
Il gatto mascherato
Si confessa da un sacerdote più strano di lui
Un apostata del socialismo
Ora berlusconiano
Il gatto mascherato
Ama il twist e lo swing
Balla amaramente
Contando i suoi anni
Il gatto mascherato
Intona un'allegra canzone
Che sa di primavera
E dorme su un letto di foglie secche

31)
L'hamburger assassinato

L'hamburger assassinato
Sanguina kechup
Odora di naftalina
Capi invernali riposti
L'hamburger assassinato
Su una parete di un museo
E' un opera d'arte contemporanea
Che eccita le coscienze
L'hamburger assassinato
E' una demenza precoce
Nel cervello ostile di un ratto
Che naviga nelle fogne di Torino
L'hamburger assassinato
Si è ritrovato su un sito web
Ha fatto festa con quattro amici
E si è dedicato alla poesia che non muore

32)
Uno spazzacamino disperato

Uno spazzacamino disperato
Non crede nell'aldilà
Ma nella vita terrena
Lotta per i poveri ma non è marxista
Uno spazzacamino disperato
Si piega alla malasorte
Perchè non sa essere figlio di nessuno
Orfano di padre e di madre
Uno spazzacamino disperato
Lancia l'auto a tutta velocità
Prende una curva e sbanda
Salva la vita per miracolo
Uno spazzacamino disperato
A suo modo cerca la verità
Che lo consoli, che lo rassicuri
E lo conduca in un camino eterno
Uno spazzacamino disperato
Non teme acquazzoni nè tornado
Quando è sui tetti
Ma assapora ogni goccia di pioggia che il cielo manda su di noi,
poveri mortali

33)
Il pettine d'oro

Il pettine d'oro
E' crollato sotto il peso di una tonnellata
Non accarezza più capelli di donna
Ma solo i peli di un vecchio eremita
Il pettine d'oro
Ha un amico vicino
Un gattino simpatico
Che fa le fusa a raffica
Il pettine d'oro
E' un treno in fuga
Verso un futuro radioso
Non manca di nulla
Il pettine d'oro
Approda alla pazienza
Come virtù cardinale
E non si pente, ma si accontenta
Il pettine d'oro
Litiga con gli angeli e discute con Dio
Ironizza sull'uomo
Ad immagine e somiglianza di Dio

34)
Ragazzo triste

Ragazzo triste
Cammini a fianco a una donna
di nome Monica
Sciavate assieme
Ragazzo triste
Una candela al vento non si spegne
Se lei è con te
Ora che sei solo
Ragazzo triste
Melanconico come il miele
Dolce come il cioccolato
Alludi a sogni persi e poi ritrovati
Ragazzo triste
Il tuo orizzonte è di fuoco
La tua mania è ora la preghiera
Di giorni vissuti e introiettati
Ragazzo triste
Se vissuto due volte
Hai quattro vite
E due scarpe appese ad un chiodo

35)
La ruota di bicicletta

Ne ha viste tante la ruota di bicicletta
Ha visitato tanti Paesi
Come un Papa amico
Dalla veste bianca
La ruota di bicicletta non piange
sul latte versato
Non rimpiange ciò che non può tornare
Ascolta un assolo jazz
La ruota di bicicletta
E' ora appesa ad una parete
Per raccontare ai visitatori
di campioni indomiti
La ruota di bicicletta
E' il tuo cuore menzognero
La tua anima che si inganna
Il tuo cervello che duole

36)
Il crocifisso di fango

Il crocifisso di fango
Tracciato sulla terra nuda
Da un misero del globo
E' un messaggio nella bottiglia
Il crocifisso di fango
In questa Italia che verrà
E' un inno risorgimentale
Che viene da Milano
Il crocifisso di fango
E' un sogno mai realizzato
Di tanti Paesi emergenti
Che escono dalla povertà
Il crocifisso di fango
Siamo io e te
Che ci guardiamo negli occhi
E piangiamo lacrime amare
Il crocifisso di fango
E' come una slavina
Su cui si può nuotare
Per salvarci, se Dio vuole

37)
Il bicchiere mezzo vuoto

Il bicchiere mezzo vuoto
Si adorna di fiori rari
Per dire a tutto che è molto bello
Non come quello mezzo pieno
Che è suo fratello
Il bicchiere mezzo vuoto
Si pavoneggia ed è un po' credulone
Crede nei maghi e nelle streghe
Che lo adulano dal web
Con un canto di sirene
Il bicchiere mezzo vuoto
In fondo è ottimista
Come Totò a Milano
Scrive lettere strampalate
E rincorre il sogno di diventare mezzo pieno
Il bicchiere mezzo vuoto
Incontra un bambino che dice:
"In realtà sei mezzo pieno"
E dolcemente si lascia morire
Per rinascere un po' più solerte
Il bicchiere mezzo vuoto
Ora decide di concedersi una vacanza
Per dimenticare suo fratello mezzo pieno
E brindare al nuovo anno
Che si annuncia più sereno

38)
La mazzetta

La mazzetta è un vizietto
Che si incontra ovunque
E' un ritornello che sa di estorsione
E' un fiore in un vaso
che cade in testa a qualcuno
La mazzetta: guai a chi tocca
Un poeta romano l'ha immortalata
Come un cane feroce che divora i suoi figli
E' una sfiga incontrarla
Ruba ai poveri per dare ai ricchi
La mazzetta non l'ho mai chiesta
Nè offerta in questa Italia da bere e da amare
Un gatto inoffensivo
La teme più della morte
E' mio amico e non me ne pento

39)
Ritrarre la mano

Ritrarre la mano
C'è chi lancia il sasso
C'è chi lo prende e si ferisce
C'è chi lo lancia contro la Patria
Ritrarre la mano
Pietro Micca non lo fece
E di virtù morì
In una guerra sporca e misteriosa
Ritrarre la mano
Per andare sulla luna
E da qui partire per un lungo viaggio
Attraverso mondi sconosciuti
Ritrarre la mano
Nei sogni di bambino
In una tenda che è casetta
Signfica ingolfare il mondo di fantasia

40)
Chapeau

Chapeau a Te che sei risorto
Ci hai redenti con la tua sofferenza
Ti sei umiliato senza fuggire
Un fungo non cresce su terreno cattivo
Chapeau alla discendenza di Davide
Un fungo non nasce in terra arida
La bellezza della Croce si svela ai puri di cuore
A un incandescente miracolo
Chapeau all'inverno
Che ospita il letargo di alcuni animali
Ma poi arriva un sole che li risveglia
E tutto torna normale
Chapeau alle belle donne
Che allietano la vita sul bus
Un ritorno ad una casa guarita
La casa di Davide e di Abramo

41)
La girandola infernale

La girandola infernale
Uccide uno yogurt
Che non voleva essere bevuto
Gira all'incontrario
La girandola infernale
Gioca a poker
Con un bambino perso
Che scopre il proprio destino
La girandola infernale
E' il luogo dove ti conduce
Una donna fatata
E gravida di odio
La girandola infernale
Emette battute velenose
Piena come è di rancore
Assente di fede
La girandola infernale
E' il nostro calvario quotidiano
Che un dio cattivo ci dà
Al posto del pane

42)
Il vento del nord

Il vento del nord
Ho ascoltato in Norvegia
Navigando su un fiordo
Come una tavolozza di colori
Il vento del nord
Si erge gagliardo
E' silenzioso come un serpente
Un ritratto olandese lo raffigura
Il vento del nord
Sfavillante cortigiano
Adulatore perfetto
Ricordo di una vacanza estiva
Il vento del nord
Nei capelli di una ragazzina d'Olanda
Che ho appena conosciuto
Non vuole il profilattico
Il vento del nord
Ancora di salvezza
Gettata in un mare di tenebra
Dove brilla la luce che non tramonta

43)
Sopravvissuti

Sopravvissuti
Al dolore della vita
Ci divoriamo l'un l'altro
Come in un inferno dantesco
Sopravvissuti
Mentre l'asfalto brucia
Sfrecciano le auto
E qualcuno muore
Sopravvissuti
A noi stessi, al diavolo
Che ci voleva perduti e malfermi
Alla nostra superbia
Sopravvissuti
Siamo ma non vinti
In Cesare Pavese
Ho trovato un amico
Sopravvissuti
All'assurdo che piace
Nella cronaca nera
C'è ancora una speranza
Sopravvissuti
In un cimitero di città
Parliamo con i morti
Che forse ci ascoltano davvero

44)
Autoanalisi

Autoanalisi
Per non morire presto
Per rispetto al padre
Per onorare noi stessi
Autoanalisi
In un lago di inchiostro
Dipingo un cigno giallo
Che semba vero
Autoanalisi
Resta fermo il concetto
Che da soli siamo perduti
C'è bisogno di qualcosa
Autonalisi
Una musica al bar ci consola
Un cagnolino scondinzola
Ho bisogno di poco per essere allegro
Autoanalisi
Mi sveglio su un'astronave
Diretta ad una galassia lontana
Dove mi incontro con mia moglie
La moglie che non ho mai sposato

45)
Il cane che scondinzola

Il cane che scodinzola
Dipinge un quadro con un solo colore: il nero
Da fuoco alla sua cuccia poi si pente
Rosicchia un osso di fuoco
Il cane che scondizola
Si ricorda di me
Quando lo bastonavo
Perchè non parlava la mia lingua
Il cane che scodinzola
Dice peste e corna di tutti
E' allievo di un giornalista
Che nessuno conosce

46)
Dormitorio triste

Dormitorio triste
Si accalcano anime morte
Qualcuno piange, qualcuno ride
Ho sognato anch'io di starci
Dormitorio triste
E' passata la notte
Qualcuno ha rubato delle scarpe
E ci si incammina verso il mattino
Dormitorio triste
Un vortice di melma ci sommerge
Si respira a stento
Di fronte ad un anima meravigliosa
Dormitorio triste
Ognuno va per la sua strada
Senza pensare a sè stesso
Accompagnato solo dal proprio destino

47)
Abisso di indifferenza

Abisso di indifferenza
Tra me e te
Che paura del Cristo
Una fede immatura
Abisso di indifferenza
Con un sacerdote amico
Che dà consigli utili
Non mi nascondo
Abisso di indifferenza
Dentro i nostri cuori
Anneghiamo in un lago gelato
Troviamo un tunnel di salvezza
Abisso di indifferenza
Morti camminiamo,
nella valle dei viventi
E uno specchio tradisce
I nostri pensieri reconditi
Abisso di indifferenza
Nelle mani di Dio
Come è bello il sole che sorge
Negli occhi di un bambino
Abisso di indifferenza
In un mestiere che proprio non va
Cambiamo lavoro!
E reinventiamoci come un clown al circo

48)
Abisso di paura

Abisso di paura
Nel mio cuore tutto il giorno
Ascoltando Bach
L'oratorio di Natale,
un po' mi rassereno
Abisso di paura
Andando incontro all'iceberg
Cerchiamo di farcelo amico
Perchè non ci danneggi
Abisso di paura
Miseria dei nostri cuori
Il Cristo sembra vicino
Eppure questo non ci rassicura
Abisso di paura
Per mancanza di fede
Sulla strada di Emmaus
Nel pane spezzato
Abisso di paura
Come è tenero ai nostri occhi
Un cristallo che ha forma di uccello
E ci prende per mano,
sino al nostro destino

Componimenti di Andrea Chiodi

1)
La tua anima si espande

La tua anima si espande
In un cerchio di fuoco
Che sembra già realtà
Ogni volta che ti sogno
Mi interroga il domani
In un lago blu di pece
Sembri eterna come il fuoco
In un cerchio di fuoco
Già si affaccia un coniglietto
Che appena sceso giù dal letto
Prende un tè con Alice
E dimentichi il domani
Eterna è la verità
Un fiore che appassisce
E’ al tramonto
Un treno sbuffa di vapore
E noi due che torniamo
Da un paese lontano

2)
Un fiore d'inverno

Dentro il cuore il tuo fiore già appassisce
Come un vento d’inverno si spegne
In un fiume di lacrime tenere e serene
Sembra ieri ma sono passati vent’anni
Da quando un figlio ci è nato
Nel dolore resisto alla tentazione
Di dare un senso che non c’è
Dentro il cuore il tuo fiore già appassisce
E si accende una speranza
Fatta di latta e scimitarre
Che dicono di te verità menzognere
Se tu non fossi mia
Ti inventerei come un peluche che trema
Ma non inganna il tempo
Del figlio che abbiamo avuto insieme

3)
Il figlio che verrà

Il figlio che verrà
Il figlio che verrà è un sole che sorge
È un tramonto che si specchia nell’acqua
Siamo già lontani eppure ci unisce
Un fiore appena sbocciato
Una realtà che si impone
A dispetto delle nostre ragioni e dei nostri torti
Il figlio che verrà è una mucca da latte
Che pascola in montagna
Che si rifugia in una stalla
Dove qualcuno la aspetta
Per dirle con tenerezza
Sei bella come una tigre selvatica
Ed ecco ammiriamo un Paese lontano
Dove il figlio che verrà cammina
Dal buon musulmano
Ricorda la Croce ma non ci crede
Perciò cadrà in letargo
Prima di risvegliarsi per le strade del mondo

4)
La nube tossica

La nube tossica è come una calamita
Che attira matite bruciate
Senza chiedersi chissà?
Di noi cosa sarà?
Un domani forse capiremo
Ma adesso tutto ci è oscuro
La nube tossica è un sole arrugginito
Che tossisce perché non riesce più a respirare
L’aria di città, di tutti i giorni
La nube tossica siamo io e te
Amanti di campagna
Che ci abbeveriamo alla fonte della verità
Senza mai stancarci di pensare
Al tempo che verrà
Nella notte insonne
Che genera amore e fiori sparsi
Su un tappeto di lillà

5)
Il bambino perduto

Il bambino perduto
Si infrange sugli scogli della gente di un mercato
Un vigile lo chiama e gli offre un approdo
Sicuro e confortevole
Già si sente il gallo cantare
Siamo all'alba di un nuovo giorno
Il bambino perduto si ritrova
Tra le mani di una zia
Un po' distratta e fanatica
Che faziosa lo istruisce
Su ciò che deve accadere
Nella navicella su nello spazio
E noi che siamo grandi
Ci ritroviamo grazie a lui
Per guardare film di fantascienza
Ci vuole un po' di incoscienza

6)
Il sole che verrà

Il sole che verrà porterà con sè delle stelle amiche
E ad ogni taciturno donerà un raggio della sua voce
Per gridare la verità agli uomini
La verità che rende liberi
Un seno che allatta non è meno di un alberoche cresce
Il sole che verrà ti donerà il suo amore
Ed un bambino gioirà con un aquilone di stelle
Perchè la gioia che dura finisce in passione
Passione per la vita e per la morte
Amica vita, amica morte
Stiamo qui ad aspettare
Che il mare ci sommerga
Per diventare amici di un cavalluccio marino
Che ci saluta dal profondo

7)
Il mare d'inverno

Un cacciatore di pesci
In un mare d'inverno
Pesca un pazzo da un camino
Ma non è abbastanza che pianga e urli
Il suo dolore psicotico
Si avvinghia ad un fantasma passeggero
Il mare d'inverno fa impressione
Sembra quasi che le onde inondino il cielo
Ed il rossore sulle tue guance
Rende sacro il profano
Ancora una volta mi ami
Prima che venga sera

8)
Farfalla notturna

Farfalla notturna che riposi a sera
Di notte non si vedono i tuoi colori
Di giorno si spegne la tua speranza
Anche se voli tranquilla
I tuoi figli dove sono?
Hai dimenticato l'Africa tua terra
E ti dai per trenta denari
Farfalla notturna
Piangi i ricordi di bambina
Quando ancora gattonavi per gioco
Ed eri tranquilla all'ombra
Senza segni nel sole che ti dessero inquietudine

9)
Amica mia

Amica mia, sono pazzo di gelosia
Sei fidanzata e non lo sai
Di un Signore più grande di me
Porti un abito bianco
Come fossi la sua sposa
Una candela colorata illumina l'immenso
Vuoto che ci portiamo dentro
Amica mia, sono pazzo di gelosia
Un coniglietto fortunato
Si riflette in una luce verde
Che porta speranza agli alienati
Di qeusta vita triste e stanca

10)
Bambina distratta

Bambina distratta come stai?
Ti accarezzi i capelli mossi nel cielo
I tuoi occhi mi fissano senza tregua
La benzina del tuo motore è quasi finita
Nella Reggia di campagna
Quattro amici festeggiano in un bar
Ed il sole che passa non fa impressione
Mentre la bambina distratta guarda un treno che passa
In un quadro di Rembrandt
I moschettieri sorridono incantati
Ed è un giorno che finisce
Per un fiore che nasce e poi fiorisce

11)
Per la libertà

La libertà è una nave che salpa
L'acqua verde sembra una perla
Democrazia e diritti per tutti
Una rivoluzione pacifica è quella del Signore
La verità rende liberi
E nel frattempo ci vestiamo di coriandoli e pece
Per festeggiare come a Carnevale
Tutto il mondo sappia che non siamo più servi ma figli
E un fiore viola offriamo a Dio
Che rinfranca le nostre anime
Che anelano ad un orizzonte migliore

12)
Dolce Maria

Sei così bella, dolce Maria
Quando ti affacci tra i panni stesi
Dura la fatica del lavoro domestico
Le trecce bionde e poi
Muovi il tuo corpo come una sirena
Navighi sapientemente nella vita
Non ti basta un matrimonio ed un lavoro
Sogni un mondo migliore
Meno male che hai una speranza
Che non tradisce nè la falce, nè il martello
Del tuo passato comunista
Non ti ricordi più
Ora che sei una cattolica impegnata
Accarezzi la mitezza con l'umiltà di sempre

13)
Notte di tenebra

Notte di tenebra nel tuo cuore
Di mille fiori smarriti
Che formano un collage
Assomiglia il tutto ad una margherita
Offerta ad un morente in un ospedale
Nella notte della malattia
C'è un lumicino che illumina il buio
E prima che la fiamma si spenga
Parte per Israele una lettera
Diretta al Muro del Pianto
Ci sono scritti parole dolci di addio
Ad una terra promessa che mai verrà
Tranne per pochi eletti
I cui nomi sono scritti nel cielo

14)
La nebbia d'inverno

La nebbia d'inverno
Come fumo nel cervello
Un oceano pieno di squali
Ci viene incontro come nebbia che non si dirada
Ascolto musica su All Music
Detesto un ritmo africano struggente
Imparo l'arte di farmi da parte
E coltivare il silenzio dei senza niente
Beata la povertà che non chiede
Che non desidera il superfluo
La nebbia d'inverno
Porta un po' di saggezza
Un fringuello di passaggio
Canta una canzone dolce
E noi due ci innamoriamo
Nella nebbia di Milano
Alla Pinacoteca famosa
C'è musica inglese che fa da sottofondo
La nebbia d'inverno
Lascia un po' le cose come stanno
Il mio psicanalista lo sa bene
E se ne preoccupa giustamente
Un quadrato pieno di giallo interroga un airone
Mentre sfreccia nel cielo un aereo
Che porta due amanti lontano

15)
Il filo giallo che pende dal ragno

Un filo giallo pende da un ragno
E si posa sulle nostre vite
Avvinghiate a un non so che
Un bagliore accecante
Il mio corpo incontra il tuo
Ed il ragno sussulta di gioia
Poi si chiude nella sua tana ed il filo si spezza
La vita continua nonostante tutto
Sembra sveglia ma non lo è
Nel buio dell'acqua del mare di notte
Il ragno pensa al filo giallo
E non dispera circa il futuro
Come facciamo noi uomini
E donne armate di pazienza

16)
Venite alla festa

Venite alla festa, burattini e mascalzoni
Fanatici e persi
Nel bagliore viola di una lampada accecante
Suona una musica sacra
Si intona un canto di guerra
Per combattere l'esercito dei demoni erranti
Che hanno invaso la Terra
Con le loro meraviglie extraterrestri
Un Don li fermerà con una preghiera
E noi attendiamo un'aurora di pace
Un girasole, un arcobaleno
Segni di campagna e di montagna
Gente semplice e coriacea
Che non si impressiona facilmente
Di fronte a tanta bontà
Di uniformi intrise di sangue
Di insetti che girano tra i cadaveri
E' l'ora della verità!

17)
Anima persa

Anima persa
In un torrente di montagna
Sei una trota in pena
Presa all'amo
Da un pescatore scaltro e malvagio
Anima persa
In un deserto africano
Ti libri nell'aria
In cerca di fortuna
Una tempesta di sabbia ti coglie di sorpresa
E dimentichi l'eterno valore
Di ciò che è disprezzato dal mondo
Anima persa
Ti amo e ti imploro
Torna da me
Che fui straniero in una città straniera
E ripeto un errore d'infanzia
Con te che giochi con i miei sogni

18)
Il giglio solitario

Il giglio solitario
Nasce nei miei pensieri di bambino
Quando gomito a gomito nei banchi
Ci si fidanzava e ci si innamorava della più bella della classe
Amori infantili che recano l'ombra della misericordia
Si stende su di noi e neppure ce ne accorgiamo
Ora siamo stanchi
E preghiamo in latino per i giglio solitario
Che rinfranchi l'anima nostra
A gloria del Signore, Amen

19)
Profumo di donna

Profumo di donna
Un sole ci sommerge
Ed un libro aperto ci interroga
Un ragnetto si cala dal libro
Ne esce un maghetto inglese
Che fa qualche danno ai presenti
Mentre gli assenti ridono
Profumo di donna
Vigliaccheria pesante
Come il piombo
Inonda il nostro cuore
Che anela a qualcosa di meglio

20)
Lo schiacciasassi

Lo schiacciasassi
Si ferma davanti ad un fiore
Per tenerezza e nostalgia
Rispetta la natura
Un bambino coglie il fiore
E la corsa dello schiacciasassi continua
Per costruire nuove strade
Per formano piste nello spazio
Sfogliando nuovi pianeti
Si coglie la sostanza dei poeti
Che mai si arresero
Alla macchina che uccide gli uomini

21)
Stelle di cartapesta

Stelle di cartapesta
Prendono fuoco per errore
E irradiano la loro luce sull'uomo
Che riconoscente le venera
Come si venera un dio pagano
Come un bambino guarda estasiato
Un giocattolo in vetrina
Un trenino elettrico
Che conduce al suo domani
Di uomo maturo
Farà il pompiere, no, l'astronauta
E si immagina draghetto
Come nei cartoni animati
Brucia i malvagi
In roghi medioevali
Brucia streghe e maghi
Poi si rilassa e si fa una capanna
Con il materassino e la borraccia
Dove si addormenta lieto
Senza chiedersi il senso della vita
Che forse non c'è

22)
Grande nei Cieli

Chi può essere grande nei Cieli?
Forse una candela gialla
Che assomigla ad un bambino
Forse un gatto innamorato
Che ascolta un'Aria di Bach
E si innamora della musica divina
Che sgorga dal genio eterno
Forse noi tutti se,
raccogliendoci intorno ad un fuoco sulla spiaggia
Intoniamo un inno di lode
E ci vendichiamo di un passato ribelle ed ingrato
Che ci lega troppo al mondo ed alle sue lusinghe

23)
Pazza idea

Pazza idea
Che un uomo risorga
Per poi ascendere al Cielo
A meno che sia egli stesso Dio
Pazza idea
Che una palma dia del latte
Che sfami i bambini del mondo
Per un equivoco non dimostrato
Pazza idea
Che tutti gli schiavi divengano liberi
E si arricchiscano
Con la musica nel cuore
Pazza idea
Che io e te facciamo un figlio
Che chiameremo Luca
Senza insegnargli niente di nuovo
Senza educarlo al male
Pazza idea
Che una banana divenga ferro
Per picchiare quelli che non vogliono capire
Per educare i maleducati
Per esorcizzare un avvenire oscuro
Pazza idea
Che la psicosi svanisca
E un diavolo decaduto diventi angelo
Agli occhi di Dio
Nel Paradiso terrestre

24)
Mistero indecifrabile

Mistero indecifrabile
Un oasi nello spazio
In pratica un meoteorite sospeso
Con un po' di verde sopra
Nel buio del cosmo
Ci abbandoniamo in silenzio
Mistero indecifrabile
Io e te nudi
Casti e semplici
Senza dire nulla
Ci guida una stella e ci illumina
Ci separa un canto nuovo
Mistero indecifrabile
Ascoltando l'Oratorio di Natale
Di Bach
Provo una pietà immensa
Per un bambino che sarà straziato
In una trappola troppo umana

25)
Mistero buffo ed infinito

Mistero buffo ed infinito
Un lombrico verde
Guarda Alice
Che scende nel Paese delle Meraviglie
Inseguendo chissà che cosa
Forse un sogno dimenticato
Mistero buffo ed infinito
Di un Dio che ci guarda beffardo
I nostro sforzi sono forse vani?
Ho guardato a lungo la tua bellezza
E vi ho trovato i miei ricordi
Mistero buffo ed infinito
Una tazza calda porta un tè meraviglioso
Meglio di una siringa di droga
Drogarsi nella mente è un rischio
Che non voglio più correre
Come insegna l'esperienza

26)
Struggente melodia

Struggente melodia
Esce da un flauto magico
Una pallina elastica rimbalza
Mentre un fanciullo cerca di afferrarla
La pallina sfugge veloce
Struggente melodia
Abbiamo imparato
Ad ascoltare da piccoli
Dal pop inglese
Per studiare poi la lingua dei britannici
Struggente melodia
Esce da Londra
Per condurci in un pub
Ed in un collegio universitario
Dove un professore gay
Ci insegna misteri giuridici
Struggente melodia
Dal Paese lontano
Rimpiango l'Italia da Cambridge
E torno al mio Paese
Senza denaro in tasca



Torna ai contenuti | Torna al menu