Il perditempo

Segui AAnnibale su Twitter

Vai ai contenuti

Menu principale:


Poesie de Il Perditempo.org: aprile 2011

Pensieri e Poesie > Poesie archivio > Poesie 2011

My Great Web page

312) Pomeriggio in Friuli

Pomeriggio in Friuli/La montagna di panna montata occhieggia furbetta/Mentre una pastorella mi corteggia/Una formica mi attraversa la strada/Sento Cristo vicino/Il fiato di un angelo sul collo/Forse è un demone, forse uno spirito/Cosa ho a che fare io con la filosofia e la montagna?/Un destino beffardo mi attende quando scendo a valle/Prendo una seggiovia ma non più da sciatore/Guardo camosci e scoiattoli scorazzare/Chissà cosa pensano del loro creatore, del cielo e delle stelle?/Il giornale laico non ne ha scritto/Ma il pensiero corre veloce/Ad un ateo amico/E non vedo l’ora che sia domenica

313)
Rischiarare la notte dell'anima

Sempre che un pipistrello lo permetta/Vorrei volare come lui/Avere un sonar per scampare ogni errore e vizio/Ma l’alba arriva sempre troppo tardi/A rischiarare la notte dell’anima

314)
Il denaro che suona

Cosa resta del denaro che suona?/Resta una canzone nè triste nè allegra/Un funerale in periferia/Il denaro paga le pompe funebri/E cantando ride del morto/La cui anima è già all'inferno/Un teologo bizzarro gli aveva promesso il Paradiso, dicendo che l'inferno era vuoto/Chissà quanto quell'anima lo avrà maledetto/Sull'aquilone era scritto "Fatima"/E tutti abbiamo creduto ad un anatroccolo giallo, che con la Madonna, pregava per le anime del purgatorio/Ma adesso è troppo tardi per recriminare/Beviamo un bitter rosso/E scordiamoci la nottata/Che è già persa perché c'è l'alba/Ora rinasciamo per avere fiducia, per non disperare dell'amore di Cristo e della Chiesa



Torna ai contenuti | Torna al menu