Il perditempo

Segui AAnnibale su Twitter

Vai ai contenuti

Menu principale:


Blog Famiglia Cristiana.it 17

Pensieri e Poesie > Archivio dei Blog e Lettere

My Great Web page




30 dicembre 2013
: Maria, nostra speranza (BF647)

Quante persone pensano e sono convinte profondamente dentro se stesse che la loro vita sia maledetta: per la rovina economica, per una malattia, per tante sconfitte e fallimenti. Mi piace molto questa definizione di Maria ad opera del Cardinale Tettamanzi: "Maria, una madre che vigila sulla nostra speranza". Sì, Maria custode della nostra speranza, indicaci la strada che tu stessa hai percorsa. Mostraci lo stupore che hai provato nel vedere la nascita del Messia atteso da Israele nei secoli. Mostraci come si attraversa il mare della vita, come si affronta il dolore, come ci si rialza da ogni prova, sconfitta, fallimento. La Madonna ci basta. Nel Natale, non cerchiamo altro che lei ed il Figlio, coppia inseparabile e santa. Prima ancora che iniziamo a pregare, siamo colmi della grazia e dei doni di Dio: questa è la speranza su cui vigila la Madonna, secondo me. Fra le cose più sacre che ho in mente c'è il seno santissimo di Maria. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

29 dicembre 2013
: il 2013 di Papa Francesco (BF646)

Ogni Pontefice è immagine di Cristo perché cerca di rispondere alla domanda di tutti i credenti della Terra: "Qual è la volontà di Dio?" e ancora "Cosa vuole Dio da me"? Ma nessun essere umano può contenere Dio perché ognuno ne coglie solo un aspetto. Per questo, secondo i talenti che ognuno ha ricevuto, possiamo solo sperare di valorizzarli pregando "sia fatta la Tua volontà!". Alcuni cercano Dio nel cattolicesimo, altri nell'ebraismo o nel protestantesimo o nell'islam, eccetera. Questo Pontefice - Papa Francesco - cerca di impersonare, di vivere ed infine di trasmettere il messaggio e, dicevo, l'immagine stessa di Cristo oltre ogni forza umana. Che lo faccia in modo perfetto è impossibile perché sarebbe lui stesso il Cristo. Ma certo, questo Papa passerà alla Storia mentre altri sono caduti nell'oblio. Così Dio diventa terribilmente umano e si incarna negli ultimi della Storia, quelli che protestano, quelli salvati, quelli sommersi. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

28 dicembre 2013
: donne nella Chiesa (BF645)

Penso che la primavera delle donne nella Chiesa sia appena iniziata. Giustamente è stato scritto che la Chiesa non ha bisogno di carrieriste ma di figure materne, che sappiano "generare", "nutrire", "allattare" la Chiesa con l'intelligenza generica dell'essere umano (ciò che accomuna uomo e donna) e con la sensibilità specifica della donna. Santità, sequela alla Madonna e, prima di tutto a Cristo, tenerezza verso tutti. Ma come noi uomini dobbiamo rapportarci a queste donne che occupano posti preminenti nella Chiesa? Con obbedienza figliale, con tenerezza ricambiando la tenerezza. Con stima e profonda riconoscenza per ciò che le donne danno e daranno alla comunità dei fedeli. Il Vangelo ci narra di diverse figure esemplari in ambito femminile. Imitiamo il modo in cui Cristo le ha trattate. Iscriviamoci alla scuola della santità per imparare noi uomini dalle tante storie di santità femminile che ci sono state nella Storia della Chiesa. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

26 dicembre 2013
: Sacra Famiglia (BF644)

C'è una espressione che dice: "mio figlio (o mia figlia, o mio padre o mia madre) è speciale". Ecco che sentirsi stimati dal proprio genitore o dal proprio figlio o coniuge è essenziale per diventare maturi, per credere in se stessi. Gesù ha imparato alla scuola dell'amore trinitario dove le relazioni di agape sono perfette e le ha trasfuse, immagino, nella Sacra Famiglia. Possiamo, dunque, immaginare la stima di Gesù per il padre putativo Giuseppe e l'amore perfetto che ha serbato nel suo cuore per Giuseppe e per Maria, sua madre. Se, come insegnano i teologi, la Trinità si alimenta di questa relazione perfetta d'amore, essa è esempio santo per la famiglia di Gesù. Dall'esempio dell'amore all'interno della Trinità, si passa all'esempio concreto dell'amore nella Famiglia di Nazareth e, da questa, all'amore tra fratelli cristiani. Il sacerdote è per me una figura paterna cui mi lega, nel nome di San Giuseppe, un amore fraterno e sincero. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

24 dicembre 2013
: togliere il Crocifisso? (BF643)

Penso che ogni popolo abbia la sua identità e che, fino ad oggi, il Crocifisso faccia parte della Storia dell'Europa. Il Corano dice che Gesù non è stato crocifisso e in alcuni Paesi islamici non è consentito esporre pubblicamente la Croce per questo motivo. Staremo a vedere se gli studenti di fede islamica, sempre più presenti nelle nostre scuole, faranno una battaglia per toglierlo. Questo impasto di sangue e di terra, di umano e di divino, è veramente un simbolo di tutte le croci del mondo, come evocato nella chiesetta del Sermig di Torino. I non credenti dovrebbero essere meno intolleranti così come i credenti sopportano pazientemente le tante manifestazioni, talora persino blasfeme, che circolano sui media laici. Una pluralità di identità in dialogo fra di loro non fa male a nessuno, ma è un segno di vitalità della società civile e democratica. Condivido il bellissimo pensiero di Natalia Ginzburg citato nella risposta. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

24 dicembre 2013
: la personalità del Papa (BF642)

Penso che questo Papa abbia una personalità molto forte che attrae e mette in crisi allo stesso tempo. Chi, come il lettore anonimo della prima lettera, ha introiettato l'immagine di una Chiesa (e forse anche di un Dio) pronto a giudicarci e a coglierci nell'errore della fede, può, di fronte a queste esternazioni continue del Papa, entrare in crisi. Anche perché il Papa usa talvolta delle iperboli: come quando ha detto che chi si pavoneggia è pagano e non cristiano (cioè, indulge in un atteggiamento più pagano che cristiano). Come ha detto il Papa stesso, va messo l'accento sull'annuncio di un Dio che salva e che è amore misericordioso. La Chiesa tutta dovrebbe santificarsi nel fare a gara nella stima e nell'amore reciproco (Romani 12, 10). Segnalo infine un tweet bellissimo del Papa del 23 dicembre: "Il Natale spesso è una festa rumorosa: ci farà bene stare un po' in silenzio, per sentire la voce dell'Amore". Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

21 dicembre 2013
: essere come bambini (BF641)

In questa visione di Chiesa missionaria, non può mancare uno spazio prediletto dedicato ai bambini. Essere come bambini (come invita a fare Gesù, in Marco, 10, 4) forse significa interpretare al meglio quell'inno alla carità che ci ha lasciato San Paolo (1Corinzi, 13, 4-7): "La carità è paziente, è benigna la carità; non è invidiosa la carità, non si vanta, non si gonfia, non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell'ingiustizia, ma si compiace della verità. Tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta". Una vera e propria integrazione del Vangelo delle Beatitudini (Matteo, 5, 1-11) che Benedetto XVI ha definito la Torah del cristiano. Un incoraggiamento particolare al Papa perché ce la può fare nel suo intento di ridefinire, completare, confermare la Chiesa nella sua specifica missione. Ogni Papa riflette, a modo suo, la bellezza dell'essere cristiani. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

19 dicembre 2013
: musica sacra per il Natale (BF640)

Sto facendo una selezione di musica sacra per accompagnare con note di gioia questo Natale. Mi vengono in mente alcuni brani che ho nella mia modesta discoteca. Di Handel, dal Messia, Rejoice greatly, O daughter of Zion, nonché la dolcissima aria Meine Seele hört im Sehen una delle sei Arie Tedesche; di Monteverdi, Sonata sopra Sancta Maria dal Vespro della Beata Vergine; di Haydn, dallo Stabat Mater, il brano finale, Paradisi Gloria/Amen; di Bach, lo splendido coro di apertura dell'Oratorio di Natale, Jauchzet, frohlocket!; di Vivaldi, dal Gloria, Qui sedes ad dexteram Patris; di Mozart, il divertente Exultate, jubilate dall'opera omonima; di Lully, Notus in Judaea Deus (Salmo 75) dai Grand Motets. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

18 dicembre 2013
: Dio e i potenti (BF639)

Nel Magnificat la Madonna celebra Dio che "ha rovesciato i potenti dai troni" (Luca 1, 52). Nella vicenda di Gesù, assistiamo ad un processo in qualche modo inverso: sono gli uomini che "rovesciano" Gesù - nel modo più atroce pensabile e possibile - ma, senza volerlo, rendono possibile la sua intronizzazione alla destra di Dio Padre. Come ho già scritto una volta, l'anarchia è incompatibile con il cristianesimo, ma non la rivoluzione (o la restaurazione). Infatti, tanto la rivoluzione come la restaurazione mirano ad un modello di legalità alternativo. La dialettica tra azione umana e azione divina è ciò che chiamiamo Storia. La destituzione del tiranno può dunque essere frutto di un'azione cristiana se corrisponde alla volontà di Dio. Il Vangelo dice "dai frutti li riconoscerete" (Matteo 7, 16) e così vanno giudicati i potenti. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

18 dicembre 2013
: Natale 2013 (BF638)

Quale fede possiamo avere di fronte a te, Gesù, che siedi alla destra del Padre? Quali doni possiamo offrirti per la tua nascita? Non oro, incenso e mirra, ma la nostra incredulità, i nostri piccoli e meschini tradimenti, i nostri dubbi nella fede. Sei l'atteso dalle genti, dal tempo, cioè dai secoli, dai fiori, dal cosmo con le sue miriadi di stelle? Sei tu il Messia? Signore, aiutami nella mia incredulità (cfr. Marco 9, 24). Ti porto inoltre le persone che mi stanno antipatiche, quelle che ho odiato, le vittorie e le sconfitte di una vita. Rinnovami nei sacramenti, consacrami alla verità che sola può liberare e salvare. Allontana da me ogni spirito mondano e concedimi di servire la Tua Chiesa in amicizia fraterna. Concedimi di imparare con umiltà di cuore da quelli che stimo e che sono più grandi di me nella fede. Ti affido le promesse che ti sono care, specie per quanto riguarda i poveri e i sofferenti della Terra. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

16 dicembre 2013
: auguri a Papa Francesco (BF637)

Auguri che lo spirito profetico penetri sempre più nel tuo cuore. Auguri che la Madonna ti assista nel tuo cammino. Auguri che tu sia consolazione per i poveri, gioia per i bambini, sostegno per gli ammalati. Auguri che tu riesca a evangelizzare, con il tuo carattere impetuoso, con la tua mente colta, con il tuo animo sincero, un'Europa sempre più in altre faccende affaccendata, stanca, delusa e sofferente. Auguri che tu riesca a pacificare il mondo, pieno di guerre e ingiustizie. Auguri che tutti preghino per te, come tu chiedi spesso. Auguri che i prossimi anni siano fecondi per la tua vita spirituale. Grazie per i sorrisi, la tenerezza ed il coraggio. Scusa per le critiche, a volte ingenerose, che io e altri ti abbiamo mosse. Per il bene della Chiesa, possa essere tu illuminato sempre meglio dallo Spirito per attrarre a te i fratelli cristiani distanti in un abbraccio ecumenico duraturo e fruttuoso. Auguri per un compleanno gioioso. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

16 dicembre 2013
: il Papa su La Stampa (BF636)

Il Papa della gioia e della tenerezza ha lasciato una buona impressione di sé in questa intervista, che ho letto oggi, sul quotidiano La Stampa. Non sono in grado di giudicare l'affermazione del Papa per cui nella Evangelii Gaudium non c'è nulla che esca dal solco della dottrina sociale della Chiesa. Spiazzante la risposta sul marxismo: quest'ultimo è sbagliato ma il Papa non si sente offeso dall'accusa di essere un marxista perché ha conosciuto molte persone buone che erano marxiste. Sulla sofferenza dei bambini, il Papa parla della preghiera del "perché?" rivolto a Dio, cioè del mistero del male. Fermandoci sulla soglia del mistero, si sa che lo Spirito soffia dove vuole e con questo Papa sta soffiando sempre più forte e in direzioni non sempre attese. La predicazione trova, talvolta, cristiani critici e tristi che sono allergici all'azione dello Spirito Santo: così ha detto il Papa alla Messa di Santa Marta pochi giorni fa. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

14 dicembre 2013
: il cattolicesimo e l'Austria (BF635)

Prego per l'Austria e per il Cardinale Schönborn. Che brutto quando la società umana si lacera per causa della religione! E' successo molte volte in Europa, specie a seguito dello scisma protestante. Ora, sembra che anche i Paesi tradizionalmente fedeli alla Chiesa stiano perdendo la loro identità cattolica, come Francia ed Austria. In questa società multiconfessionale e multiculturale, figlia del consumismo, dell'illuminismo, del marxismo, della scienza e filosofia del sospetto, c'è la speranza che Papa Francesco e la Chiesa tutta sappiano rilanciare il messaggio eterno della Bibbia con un ritorno al Vangelo. Abbiamo bisogno di figure carismatiche soprattutto per quanto riguarda i giovani. L'attesa del ritorno di Cristo dà un senso, assieme al nostro impegno, alla notte della Storia. Mi viene in mente il Salmo 138, 12: "nemmeno le tenebre per te sono oscure e la notte è chiara come il giorno; per te le tenebre sono come luce". Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

13 dicembre 2013
: il dubbio di Giovanni il Battista (BF634)

Nel leggere questo passo della Bibbia che si commenta, possiamo sentirci tutti in cammino verso l'unico Padre con tanti fratelli e sorelle ciechi, zoppi, lebbrosi, sordi, morti, poveri che attendono da Gesù il miracolo della guarigione, della consolazione, della liberazione e della resurrezione. Una vita - come quella di Giovanni il Battista - che non cerca il proprio vantaggio ed interesse ma unicamente la gloria del Signore è sommamente gradita a Dio. Se ci affidiamo a Lui, Egli instaura con ognuno di noi un rapporto personale e ci accetta laddove noi non accettiamo noi stessi e ci ama laddove noi non amiamo noi stessi. "Rallegratevi che i vostri nomi sono scritti nei cieli" dice Luca 10, 20. Dio è un giudice compassionevole e misericordioso. Non ci tratta secondo i nostri peccati, non ci ripaga secondo le nostre colpe (Salmi 102, 10), peccati destinati a diventare bianchi come neve o come lana (Isaia 1, 18). Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

12 dicembre 2013
: il Papa è troppo di sinistra? (BF633)

Confesso un certo disagio sia di fronte alle critiche personali e di bassa lega tra l'ingiusto e il farneticante che riceve il Papa, sia di fronte ad alcuni passaggi sui temi socio-economici della Evangelii Gaudium, dove il Papa muove critiche ai sistemi liberisti e capitalisti che assomigliano alle stesse critiche mosse a questi sistemi dai marxisti. Il Papa ha detto di essere sempre stato di sinistra ma, come Papa, dovrebbe dimenticarsi di essere di sinistra e rappresentare tutto il gregge che comprende cristiani sia di sinistra, sia di destra. Il problema che hanno questi ultimi a rapportarsi a questo Papa sta diventando evidente negli ambienti più conservatori in tutto il mondo. Un prete di sinistra mi ha detto che una seria riflessione sul marxismo si rende necessaria dopo la crisi economica ed il crollo del comunismo reale in Europa. Probabilmente, tutto si supera incentrando il discorso sul concetto di fratellanza cristiana. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

12 dicembre 2013
: benedizione cattolica a scuola (BF632)

Stiamo sempre più diventando una società laica, multirazziale, multireligiosa. Penso che queste benedizioni siano legittime legalmente ma forse un po' discutibili se in una scuola ci sono bambini ebrei, islamici, atei, eccetera. La Chiesa ha già i suoi spazi con la benedizione delle case, la benedizione dei bambini che fanno catechismo, la benedizione che il sacerdote concede durante e al termine della Santa Messa. Insomma, i cattolici hanno i loro spazi specifici di aggregazione: bisogna riscoprirli per valorizzarli. E' un po' triste che i bambini si dividano, alcuni restando in classe per non ricevere la benedizione. Invece della benedizione, si può pensare ad un incontro cui siano presenti anche rappresentati delle autorità religiose, per augurare un buon inizio dell'anno scolastico (non, quindi, sotto Natale). Mi pare un caso marginale anche se innescato da un eccesso di zelo di un genitore ateo. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

11 dicembre 2013
: abolizione dell'ergastolo (BF631)

Sono molto vicino alla spiritualità di Don Oreste Benzi e di Giovanni Paolo Ramonda, della Comunità Papa Giovanni XXIII e quindi mi associo alla loro battaglia sull'abolizione dell'ergastolo. Penso che il tema vada inquadrato in quello più generale della riforma della giustizia e della tutela del cittadino onesto, come sta facendo don Ciotti nella sua lotta contro l'illegalità, la mafia e la corruzione. Furti, appropriazioni indebite, estorsioni, omicidi, concussioni e corruzioni stanno travolgendo il Paese: come mille rivoli vanno a formare un fiume impetuoso con numeri impressionanti. Certo, anche le battaglie simboliche e di bandiera, che riguardano pochi casi, come quella sull'ergastolo sono importanti. Senza però dimenticare lo scandalo dei reati impuniti perché non si trova il colpevole o perché il reato si prescrive. Perché tanta severità contro i disadattati e poca severità con i colletti bianchi e i politici criminali? Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

9 dicembre 2013
: protesta dei forconi (BF630)

Mi sembra un movimento più ispirato da un sentimento di autentica disperazione che di protesta politica. Penso che non ne verrà fuori niente di costruttivo, a meno che i politici a tutti i livelli non sappiano interpretare questa disperazione e protesta con provvedimenti veramente incisivi. Invece si discute della legittimità dei parlamentari eletti con il premio di maggioranza dichiarato incostituzionale. Secondo me, bisogna aumentare il costo dei servizi a cominciare da quello sanitario (dove gli esenti consumano una quantità infinita di esami, visite e prestazioni inutili) e detassare drasticamente i redditi in modo che alla gente restino più soldi in tasca e ognuno decida come spenderli. Poi bisogna costruire molte più case popolari perché c'è un sacco di gente sotto sfratto che finisce in mezzo a una strada. Si continua a ragionare come se fossimo ancora in un periodo di boom economico, con sprechi, spese e stipendi faraonici. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

9 dicembre 2013
: la vittoria di Matteo Renzi (BF629)

E' la prima volta che commento un articolo su Matteo Renzi. Per me, si sta sottovalutando il cambiamento epocale all'interno del PD e, di riflesso, in Italia. E' caduto il Muro di Berlino finalmente anche in Italia e i post-comunisti non controllano più il PD. Questo leader moderato e riformista, ma pur sempre di sinistra, che fa sognare molte donne e uomini può veramente cambiare la Storia d'Italia. Se io non fossi un elettore di tradizione centro-destra (ho votato Monti alle ultime elezioni), sarei certamente tentato di dare la mia fiducia politica a Matteo Renzi. Cocente e benvenuta la sconfitta di Massimo D'Alema e dei suoi amici e sodali. E' un giorno veramente felice per l'Italia, dopo la svolta moderata, anch'essa benvenuta, che si è realizzata con lo strappo di Alfano all'interno del PDL. Renzi ha di fronte un'Italia lacerata e drammaticamente in crisi economica: speriamo ce la faccia a sconfiggere le spinte eversivo-populiste. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

8 dicembre 2013
: il Papa e la Madonna (BF628)

La Madonna ci insegna a fidarci di Dio, dei suoi sentieri, a non avere paura, a essere meno egoisti. Grazie Papa Francesco per i pensieri espressi in occasione dell'Angelus. Tempo fa, il Papa ha detto una frase che mi ha molto colpito: ha parlato di "parole cristiane senza Gesù Cristo". E poi ha parlato delle eresie. Quale persona, più della Madonna, non si è sprecata in tante parole, ma è stata in relazione profonda e significativa con il Figlio? Il Figlio ha imparato dalla madre e la madre, la Madonna, ha imparato dal Figlio. Oggi, evitiamo di pronunciare parole cristiane senza Cristo ispirandoci alla Vergine Madre che ci insegna, infine, l'umiltà di essere servi inutili, che hanno fatto ciò che dovevano fare (Luca 17, 10). La Madonna ci libera dalle mille schiavitù quotidiane, insegnandoci la via della vera libertà nella fede operosa. La santa Comunione risani le ferite del Peccato Originale, come recita la liturgia di oggi. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

7 dicembre 2013
: prevenire la pedofilia dei sacerdoti (BF627)

Penso che, per quanto attiene gli Stati Uniti e i Paesi protestanti in generale, ci sia una diversa identità di vedute su come gestire il problema della pedofilia tra la cultura cattolica, da un lato, e quella laica e, appunto, protestante, dall'altro. Nella cultura protestante, il peccato è segno della mancanza della Grazia, della presenza e dell'azione del Maligno. Ci sono anche differenze giuridiche. Nei Paesi colonizzati dagli inglesi, c'è l'istituto giuridico del risarcimento danni "punitivo" in base al quale la somma risarcita va molto oltre il danno patrimoniale o morale o biologico effettivamente subìto. Il cattolicesimo ha fatto "scintille" quando si è inculturato negli U.S.A. Oggi, a mio avviso, sarebbe necessario che la Chiesa Cattolica concordasse con le Chiese protestanti, ecumenicamente, e con le autorità laiche le soluzioni più idonee per prevenire e rimediare alla pedofilia dei sacerdoti. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

6 dicembre 2013
: Gesù, i suoi, il mondo (BF626)

Sono illuminanti le parole del Cardinale Ravasi quando pone in evidenza che il termine "mondo" assume diversi significati nella Bibbia. Il Cardinale Ravasi, se ho capito bene, fa equivalere "mondo" con "tenebre". E' una interpretazione condivisibile. Per me qui Gesù non prega semplicemente per la Chiesa nascitura e nascente e per i fedeli. Prega per tutti gli uomini attratti a Lui dalla luce della Grazia, i quali, perciò, non gli sono estranei. Prega per tutta gli uomini di buona volontà che appartengono a Lui e che il Padre gli ha dato. Ciò significa che la Grazia può essere persa e che la preghiera è sempre necessaria (si veda Luca 18, 1 e Luca 22, 31-32)? Una interpretazione leggermente diversa potrebbe far pensare al concetto di "estraneità" a Gesù che significa lontananza da Colui che è la sorgente della vita eterna. In questo senso, il mondo è, ciò che è radicalmente estraneo alla comunione d'amore di cui parla Giovanni 17, 11. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

5 dicembre 2013
: i Papi sono tutti uguali? (BF625)

I Papi non sono tutti uguali, a cominciare dal fatto che alcuni sono beati/santi e altri non lo sono. Non si può tracciare ancora un bilancio sul papato di Papa Francesco, mentre già sappiamo che Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II (già beati) saranno proclamati santi il 27 aprile 2014. Certo, dalla Pastor Aeternus del 1870 è dichiarata l'infallibilità del Papa in materia di fede e di costumi. Resta l'ambiguità della espressione "costumi": che mai significa? Cosa ne pensa Papa Francesco di questo dogma della infallibilità papale? Spero che i fedeli laici non vengano meno alla deontologia fissata per loro dalla Lumen Gentium di parlare con verità, fortezza e prudenza (cap. IV, par. 37). Non dei servi utili irreggimentati a dire "viva il Papa" con in mano la bandiera del Vaticano, ma testimoni della fedeltà all'unico Signore Gesù Cristo. Quindi, io vedo ciò che accomuna il Papa ai fedeli nella comunione dei santi, più che ciò che li divide. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

5 dicembre 2013
: Immacolata Concezione (BF624)

Guardando a Maria, contempliamo una figura in cui, in modo eccezionale, la fede e le opere coincidono. Forse, anche grazie al fatto che Ella è immune dal Peccato Originale. Il fiat di Maria non è semplicemente un atto di fede, ma la donazione integrale della propria verginità e della propria vita a Dio, sino alla morte. Ci sono molte strade per arrivare a Dio: la Madonna ha scelto e Dio ha pensato per Lei la strada più santa, più difficile, più impensabile per il cuore e la mente umana. Recitando il Magnificat, sento che la Madonna ci si fa vicina e promette di assisterci, specialmente nel momento della morte, assieme al suo sposo San Giuseppe. Nel cattolicesimo, una donna, Maria è al di sopra degli apostoli, cioè dei Vescovi e del Papa. Maria è creatura perfettamente evangelica. Destinataria di un annuncio da parte dell'arcangelo Gabriele, si fa Ella stessa annunciatrice e portatrice del disegno di salvezza per l'umanità intera. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

4 dicembre 2013
: l'uomo e la 194 (aborto) (BF623)

Chi deve valutare se l'uomo è pronto ad assumersi le responsabilità di padre, se è sufficientemente maturo per il difficile compito di fare da genitore? Penso che l'uomo dovrebbe essere sentito, soprattutto se la coppia è sposata. Se la gravidanza avviene all'interno del matrimonio, le decisioni dovrebbero essere concordate tra marito e moglie ma se c'è disaccordo chi deve decidere in ultima istanza? Come si può vedere, mi vengono in mente solo domande che generano altre domande. So di uomini che spingono la donna ad abortire e non mi sembra giusto che il peccato di aborto ricada solo sulla donna. Ma l'uomo confessa l'induzione all'aborto nel confessionale? La prima cosa da fare è responsabilizzare il cristiano all'interno della Chiesa e nella società tramite la scuola e i consultori. La gravità del peccato di aborto spesso non viene percepita. La 194 mi pare una legge come minimo ambigua circa il ruolo dell'uomo. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale

2 dicembre 2013
: dramma a Prato (BF622)

Questi laboratori nascosti di lavoro e, se capita, di morte sono isole di Terzo Mondo in Italia. Segno che la società economica è molto più sfaccettata di quanto non sembri. Anche in fabbriche dove tutto sembrava a posto, come la ThyssenKrupp tedesca, che è la più importante in Europa nel settore siderurgico (occupa 190.000 dipendenti), si è visto che possono non esserci condizioni minime di sicurezza, come nell'incidente di Torino del dicembre 2007. Si era già visto con le due guerre mondiali che i progressi della tecnica moltiplicavano enormemente le possibilità di male oltre che di bene. La concorrenza spietata e la ricerca del profitto possono uccidere quasi come una guerra. L'economia globalizzata porta in sé contraddizioni insanabili. La Chiesa denuncia questi mali con coraggio. Un'analisi seria, in ogni caso, compara le moderne società capitaliste con le condizioni per alcuni versi peggiori delle società pre-capitaliste. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

Codice commenti (per indice analitico): da BF622 a BF672

pagina precedente

2 febbraio 2014
: amicizia ebraico-cristiana (BF672)

Siamo tutti impegnati nell'amicizia tra le religioni senza rinunciare a pregare per la conversione dell'altro. Dobbiamo tutti interrogarci sullo scopo della religione. Tra gli scopi della religione credo ci sia quello di portare più affetto, più amicizia, più allegria. Noi cristiani siamo chiamati a rivalutare sempre e a tenere presente l'Antico Testamento come il Nuovo. Mi viene allora in mente la preghiera, quasi una lamentela, di Mosè rivolta a Dio perché liberi il Suo popolo dalla schiavitù in Egitto. Oggi, ci sono tante schiavitù ma nessuna è peggiore della schiavitù che impone il diavolo: quella della tristezza e dell'inimicizia. Gesù ha pregato dalla Croce di perdonare coloro che non sanno quello che fanno (Luca 23, 34). E un salmo (79, 4) augura che ci rialziamo, che Dio faccia risplendere il Suo volto e noi saremo salvi. Con Giobbe (19,25) sappiamo poi che il nostro Vendicatore è vivo e che, ultimo, si ergerà sulla polvere! Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

31 gennaio 2014
: la salvezza viene dai Giudei (BF671)

Quale debito abbiamo noi cristiani verso il popolo di Israele e verso la Legge, venuta per mezzo di Mosè! Nell'episodio dei dieci lebbrosi guariti di Luca 17, 11-19, Gesù commenta "Non sono stati guariti tutti e dieci? E gli altri nove dove sono? Non si è trovato chi tornasse a render gloria a Dio, all'infuori di questo straniero?". Giorni fa ho avuto l'onore di essere ospite di un rabbino ebreo ortodosso del movimento Chabad-Lubavitch, mio vicino di pianerottolo, il venerdì sera quando si celebra l'ingresso nel Sabato, sacro per gli ebrei. Ecco che la riconoscenza che Gesù ci ha insegnato si è fatta, per noi cristiani, riconoscenza di Gesù verso il Padre nel pane spezzato e sangue versato, dopo la preghiera di benedizione, un'altra tradizione ebraica. "La salvezza viene dai Giudei" disse Gesù (Giovanni 4, 22) e questo mostra che l'incarnazione nel popolo ebraico di Gesù è un segno di una precisa volontà di Dio, non un accidente storico. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

31 gennaio 2014
: Repubblica fondata sull'odio (BF670)

In questi giorni, ho la sensazione che siamo diventati la Repubblica fondata sull'odio, anziché sul lavoro. Basta vedere cosa sta succedendo in Parlamento. Ma non è detto che il Paese sia lo specchio dei propri politici. Si può e si deve lottare per i propri diritti senza odiare. Si può lottare per ciò in cui si crede. Qualcuno vorrebbe che gli immigrati, che da sempre si spostano fuggendo situazioni di persecuzione, guerra e miseria fossero come eunuchi impotenti che non lottano, che non hanno ideali, che non hanno diritti. Oggi, invece, dobbiamo riconoscere pari diritti, contro ogni razzismo, agli italiani residenti e agli immigrati. La lezione viene recentemente dagli U.S.A.: chi delinque sta in prigione, chi si impegna onestamente per un futuro migliore dell'Italia, ha diritto di crearsi un futuro ovunque, anche qui da noi. Senza escludere che, in singoli casi, ci possano essere abusi che vanno repressi duramente. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

29 gennaio 2014
: confronto tra Papi (BF669)

Sono parzialmente d'accordo con padre Spadaro. Secondo me è impossibile soffocare il dibattito che porta a confrontare non Benedetto XVI con Papa Francesco, ma Papa Francesco con la Tradizione millenaria della Chiesa. Se l'alternativa è soffocare il dibattito con l'argomento che il Papa è lo strumento di Dio, io, da anonimo credente quale sono, respingo questo argomento. La nostra fede è la fede in Dio e nella Chiesa. Concordo con quel lettore che ha detto che un cristiano è sia progressista, sia conservatore. Conservatore perché non butta via niente di ciò che è l'insegnamento millenario. Progressista, perché sa cogliere le novità positive che ciascun Pontefice sa apportare. Ma vogliamo che il credente medio non sappia distinguere tra l'opinione dei Vescovi e l'opinione della rivista Rolling Stone? Non trattateci da scemi e da ingenui! Papa Francesco prendere o lasciare, no; Papa Francesco, luci ed ombre, sì. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

29 gennaio 2014
: Fiat Chrysler Automobiles (BF668)

Prevedo che negli U.S.A. o in Canada faranno a Sergio Marchionne un monumento mentre in Italia sarà inquisito da qualche giudice. Per rispondere alla domanda, penso che l'Italia non abbia molto da guadagnarci, ma assiste un po' dispiaciuta ad una evoluzione da molti ritenuta inevitabile. Come torinese, nato a Torino da padre bresciano e madre cuneese, sono molto rattristato per la mia città. Temo soprattutto per i fornitori piemontesi, per l'indotto. Comunque, faccio i migliori auguri alla nuova FCA (Fiat Chrysler Automobiles) sperando che l'economia italiana si riprenda da Aosta a Palermo. Mi auguro che Torino diventi un polo del lusso, che funziona, nel settore dell'auto. Noto che compro sempre più prodotti stranieri perché non trovo i corrispondenti prodotti italiani (musica classica su internet, antivirus, desktop computer, ecc.). Questo è uno dei veri drammi dell'Italia. Auguri, comunque a John Elkann e a tutti i dipendenti del gruppo. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

25 gennaio 2014
: ecumenismo e Papa Francesco (BF667)

Il Papa ha parlato della "preghiera del perché" di fronte mistero del male, con particolare riferimento alla sofferenza dei bambini, la più inspiegabile. Una umanità ben disposta verso Dio, rende lo scandalo della divisione dei cristiani più accettabile. E la preghiera "del perché" rivolta a Dio può essere una risposta anche per il mistero della divisione delle Chiese cristiane. Possiamo anche porci da una prospettiva diversa, come ha suggerito il mio Parroco nel corso di una omelia: l'unità dei cristiani come obiettivo ma anche la molteplicità di Chiese cristiane come ricchezza. In che senso? Secondo me, il vero ecumenismo sta nella collaborazione delle varie Chiese per il Regno di Dio in vari modi: la confessione della stessa fede, la promozione di analoghi valori, il rifiuto della unilateralità come metodo, la preghiera comune. Bisogna accettare il mistero della mente divina che capisce oltre ciò che noi possiamo umanamente comprendere. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

25 gennaio 2014
: conversione e Regno dei Cieli (BF666)

Il Regno di Dio è vicino, questo è il motivo della conversione. Non come minaccia, ma come opportunità inimmaginabile data all'uomo e alla donna. Il Regno dei Cieli è innanzitutto la Chiesa che, con la sua diffusione, trasforma in realtà, come l'artigiano lavora la creta, il sogno di Dio. Il passaggio dal sogno alla realtà creata dalla Chiesa è una nuova creazione, una prima nuova creazione che precede quella definitiva, da compiersi con il ritorno di Cristo. Il secondo luogo, il Regno di Dio deriva dalla intronizzazione di Gesù, alla destra del Padre, come l'ha visto santo Stefano. Coinvolge tutto il mondo, nella fiducia che Dio guida la Storia. E' una grande opportunità che ci è data la conversione: quella di diventare operai nella vigna del Signore per fare crescere sempre di più il Regno di Dio fra di noi, come un albero piantato dalla Redenzione del Cristo. La fiducia nel Regno può diventare il fondamento della nostra esistenza. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

25 gennaio 2014
: eutanasia e Vasco Rossi (BF665)

Siamo sicuri che debbano valere le stesse regole morali per credenti e non credenti? Il principio di non uccidere è una regola naturale universale che deve valere per tutti, credenti e non. Al credente si deve chiedere di inquadrare il problema in quello più ampio di una vita complessivamente gradita a Dio. Cioè, si deve vivere bene, intensamente, testimoniando la gioia della fede sino all'ultimo istante della vita. Può apparire shockante, ma per il credente la vita, con tutto ciò che Dio manda, è sacra. Anche il tempo della vecchiaia e della malattia sono sacri. Il pazzo è sacro, il lebbroso è sacro, il non più autosufficiente è sacro, l'embrione è sacro, ecc. In questa prospettiva, certamente come credente mi sento offeso da questo spot che divulga una cultura a me estranea e che va contro il diritto naturale. Gettiamo un ponte a Vasco Rossi: sei sicuro, Vasco, della tua scelta? Ascolta la voce di Dio che ti parla e medita la retta via! Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

24 gennaio 2014
: il Papa come levatrice (BF664)

Sto approfondendo, per come sono capace, il pensiero complesso di questo Papa con l'ausilio de La Civiltà Cattolica che dedica svariati articoli al Papa sui numeri 3923, 3924 e 3925. Così, mi pare di poter dire che ogni Papa è come una levatrice che fa nascere Gesù Cristo in una luce nuova. Una luce che illumina angoli rimasti sinora oscuri, anche se Gesù è sempre lo stesso, ieri, oggi e sempre. Così, ci rendiamo conto che ogni Papa va inserito nella Tradizione millenaria della Chiesa e ciò porta a relativizzare la distinzione tra cattolici progressisti e conservatori. Chi siamo noi per giudicare il Papa? Piuttosto, dobbiamo porci in ascolto, senza nascondere paure e persino diffidenze iniziali, per porci in ascolto dicevo di un grande uomo che, con i suoi errori e peccati, sta facendo uno sforzo ciclopico e santo per guidare e, se possibile, rinnovare la Chiesa di Cristo. Con la preghiera universale dei fedeli, saluto Papa Francesco. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

22 gennaio 2014
: messaggio del Papa a Davos (BF663)

Parole sante e condivisibili che tradiscono una visione forse un po' pessimistica della realtà come in alcuni punti della Evangelii Gaudium. Ma è normale che il Papa parli più dei problemi dell'umanità che dei relativi successi. Infatti, i successi sono continuamente esibiti dai mass media e sono sotto gli occhi di tutti perché un rialzo o ribasso dei mercati azionari fanno più notizia di un povero che muore di fame. Giusto quindi esortare ad una maggiore giustizia sociale anche se il Papa sottolinea che non spetta a lui dire quali soluzione tecniche rendano possibile sul piano economico il conseguirla. In altri termini, il Papa lascia liberi i cattolici in questo messaggio sicuramente saggio ed equilibrato di impegnarsi a trovare i mezzi e le soluzioni per perseguire i fini, da lui precisati, che permettono di realizzare una visione trascendente della società, dell'uomo, del bene comune come indicato da Benedetto XVI. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

22 gennaio 2014
: Italia Paese a luci rosse? (BF662)

Peccato, perché l'argomento si prestava ad affrontare il tema delle sfide educative "tradite" da una televisione a volte ciarlona. Si sa che l'Italia (e non solo l'Italia) è un Paese a luci rosse. Basta vedere le statistiche sulla diffusione del sesso tra i minori, la cosificazione del corpo maschile e femminile, la mercificazione del sesso che si propone tramite pornografia e prostituzione. La televisione dovrebbe dare dei contro-segnali al dilagare della volgarità ma evidentemente non sempre sviluppa gli anticorpi. Alcune persone non sanno stare proprio zitte. Dobbiamo ribellarci o rassegnarci alla mancanza di tatto, di educazione, di buon senso nel parlare? Dobbiamo, secondo me, sia testimoniare uno stile alternativo, sia ribellandoci, sia sopportando. Sopportare le persone moleste, ribellarsi al clima di generale e diffusa imbecillità. Troveremo gli anticorpi anche allo schifo televisivo. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

22 gennaio 2014
: divisioni tra cristiani (BF661)

Il Papa parla di scandalo della divisione dei cristiani. Mi pare una parola adeguata. Perché non addita il peccato altrui, colpevolizzando l'altro, ma guarda anche alla realtà di noi cattolici che forse nella Storia abbiamo sbagliato favorendo gli scismi. Insomma, lo scisma è un errore ma non è detto che la colpa sia sempre e solo dello scismatico o dell'eretico. D'altra parte, viviamo nell'epoca della non-colpevolizzazione, forse, dopo l'epoca della colpevolizzazione. E ancora oggi ci sono, come hanno trionfato in passato in tante occasioni, i professionisti della colpevolizzazione, dimenticando, soprattutto se cristiani, un comandamento dello stesso Gesù: " Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato; date e vi sarà dato; una buona misura … vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con cui misurate, sarà misurato a voi in cambio" (Luca 6, 37-38). Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

20 gennaio 2014
: lotta al terrorismo (BF660)

Assistiamo un po' in tutto il mondo al problema del disfacimento dello Stato e della sua autorità. I gruppi terroristici fanno breccia con la loro forza brutale e disgregatrice come fanno breccia le mafie e le narco-mafie. L'erosione dell'autorità dello Stato mette a rischio la sicurezza (cioè la vita e la proprietà, nonché la dignità e la integrità) dei più inermi. In Siria nei campi profughi si comincia a morire di fame come narrava un articolo di Marina Corradi su Avvenire di domenica 19. Penso che ci sia un intreccio tra guerre, politica estera più in generale ed interessi economici che non ha molti scrupoli per i costi umani che produce, come sostiene giustamente il dott. Fulvio Scaglione. L'impegno per la sicurezza c'è ma è drammaticamente insufficiente. Quanti attentati terroristici avremmo in Occidente senza di esso? Sarebbe ora che ci svegliamo, rafforzando tale impegno, forse attraverso un rafforzamento del ruolo dell'ONU. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

19 gennaio 2014
: un Paese a guida PD? (BF659)

Forse il Paese è maturo per un tempo in cui, sotto la guida di Matteo Renzi, i cattolici di sinistra e i laici di sinistra possano assumersi responsabilità di governo del Paese da soli. Qualcuno vorrebbe il Paese ingessato, sotto lo sguardo controllore, anche se amorevole, dei "guardiani" dell'ordine cattolico. Forse Renzi e Berlusconi hanno l'idea di sottrarci ai ricatti dei piccoli partiti, da SEL alla Lega Nord e questo mi pare un bene. Che poi in Italia il laicismo non esista e non abbia mai vinto mi pare falso perché dobbiamo ricordare le leggi sull'aborto e sul divorzio. Come c'è stata la vittoria catto-comunista sull'equo canone che ha favorito inquilini ricchi e inquilini poveri indiscriminatamente. C'è poi il problema dei voti secondo qualcuno inservibili e non spendibili del M5S di Grillo. Si vogliono sollevare muri cattolici o anti-cattolici ma è la democrazia: chi vince governa, se possibile con una certa stabilità. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

18 gennaio 2014
: incontro tra Renzi e Berlusconi (BF658)

Con una sentenza bizzarra (per usare un eufemismo) la Corte Costituzionale ha gettato il Paese nella ingovernabilità. La legge proporzionale risultante dalla sentenza sarà meno odiata del Porcellum? Può darsi, ma di fatto dopo le elezioni stando così le cose non può formarsi nessuno Governo tranne un'alleanza contro natura tra PD e Forza Italia o un'alleanza strampalata tra PD e Movimento Cinque Stelle. L'unico che si sta ponendo seriamente il problema è Matteo Renzi. Mi pare stia mostrando un grande coraggio e un grande senso della responsabilità. Posto che con Grillo è problematico dialogare, non resta che Berlusconi. La sinistra del PD spero non faccia nessuno scisma e si metta il cuore in pace. L'ultimatum a non fissare l'incontro nella sede del PD è stato giustamente disatteso. Penso che Matteo Renzi uscirà bene qualunque sia l'esito dell'incontro. E' un tentativo che andava comunque fatto. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

18 gennaio 2014
: musica o silenzio? (BF657)

Allargherei il discorso dalla musica al rumore. Siamo immersi, noi che viviamo in città, in un continuo di rumori. Al mattino, i camion del servizio raccolta rifiuti e i negozi che alzano la saracinesca, poi il rumore del traffico, i clacson che suonano inutilmente. Di fronte a questa pioggia di rumori, la musica che suona in metropolitana è il male minore. Stando su internet, purtroppo alcune pubblicità emettono suoni di cui speravo di essermi liberato spegnendo il televisore e sentendo musica, quasi sempre classica. Però, è vero, anche l'ossessione di sentire "buona" musica può nascondere la paura del silenzio. Sono d'accordo con l'articolista, Elisa Chiari. C'è anche il discorso per cui l'acquisto della musica può essere una dipendenza dal consumismo cui non sappiamo sottrarci oppure la ricerca dell'infinito che si nasconde dietro un brano di Bach, di Monteverdi, di Vivaldi eccetera. Un'ambivalenza difficilmente risolvibile. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

16 gennaio 2014
: annunciare la fede in TV (BF656)

Nella mia esperienza, l'argomento basato semplicemente sull'autorità della Bibbia è sempre meno spendibile di fronte ad un largo pubblico, come quello televisivo. Infatti, l'ultimo dei credenti sa che Gesù Cristo ha interpretato la Scrittura nel senso, ad esempio, della indissolubilità del matrimonio ma se veniamo domandati di un argomento razionale per giustificare questo principio, che cosa siamo in grado di rispondere? La maggioranza dei credenti è, secondo me, in difficoltà. La pressione del politicamente corretto va contro l'argomento di autorità della Bibbia perché ci sono in ascolto non credenti pronti a riderci in faccia. La prudenza evangelica suggerisce di contestualizzare sempre le regole morali in una fede che è annuncio di un Dio di amore, di misericordia eterna, di salvezza. La fiducia in siffatto Dio è la risposta definitiva che il credente può offrire. Alla derisione rispondiamo con la tenerezza che ama e che rispetta. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

14 gennaio 2014
: legalizzare la cannabis? (BF655)

Penso che lo Stato non debba legalizzare un prodotto che segna il possibile passaggio alle droghe pesanti e che è nocivo di per sé. I giovani vanno non solo educati ma anche responsabilizzati. Concordo, in generale con l'intervento "esuberante" di don Mazzi. Non credo che il problema sia quello di moralizzare la società. Anzi, penso che la purificazione morale della società sia un concetto pericoloso. Non credo in uno "Stato etico" ma in uno "Stato responsabile", che prende su di sé le angosce e le immaturità di quei giovani, molti o pochi che siano, che desiderano sentirsi più furbi (o meno depressi) con la cannabis. La società deve farsi carico di ogni suo membro con una proposta educativa seria che può essere accolta o respinta secondo la coscienza di ognuno. Non si può lasciar fare al mercato. La proposta educativa può essere laica o religiosa purché sia seria e concorra al bene della convivenza comune. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

12 gennaio 2014
: imparare dal battesimo di Gesù (BF654)

Sono gli altri o, a volte, siamo noi stessi che rimandiamo un'immagine sempre negativa del sé, come se dovessimo sentirci sempre in colpa per qualcosa. In Gesù c'è la pienezza del compiacimento del Padre, che conferma nella forma di colomba-Spirito Santo, la Sua stima, il Suo amore per il Figlio amatissimo. Dovremmo imparare di più da questa relazione di agape tra Padre e Figlio anche noi che siamo chiamati allo stesso amore, alla stessa stima. Per crescere continuamente nel battesimo che abbiamo ricevuto, non ci resta che sentirci sempre in ricerca del Dio della fratellanza, della pace, della gloria, della potenza. Gesù che assume su di sé le usanze degli uomini, aderisce alla profezia di Giovanni il Battista e si inserisce così in una storia/Storia. La Chiesa non è ancora nata, ma già se ne vedono i prodromi con il battesimo di Gesù: il Cristo vi partecipa come Agnello senza macchia, mescolato, però, ai peccatori, in fila con loro. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

10 gennaio 2014
: bilancio di fede 2013 (BF653)

Ogni anno è come un bilancio societario in cui ci sono cose buone e cose cattive. Se la nostra fede non è stata troppo personalistica e individualista, ma si è aperta alla relazione fraterna con l'altro, alla dimensione sociale, ciò è da ascrivere alla bontà di Dio nei nostri confronti che abbiamo saputo valorizzare. Penso ai sacramenti ricevuti e mi domando se ne sono degno. Certamente, c'è nella mia vita e nella vita di ognuno la tentazione di servirsi di Dio e della fede, anziché servire Dio nei fratelli, negli ultimi che il Signore ci fa incontrare. Per quanto riguarda la classe politica, mi pare che sia vero che spesso, forse e oso sperare non sempre, è incompetente e corrotta e proprio per questo l'Italia ha ancora più bisogno delle nostre preghiere. Un ringraziamento particolare va, come dice don Sciortino, al Papa che ci ha insegnato nuove strade di spiritualità autentica e, ripeto, fraterna. Grazie, Papa Francesco! Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

8 gennaio 2014
: violenza e diffusione del cristianesimo (BF652)

Ciao, ringrazio e ricambio volentieri il tuo saluto e apprezzo l'attenzione, anche se in disaccordo, con il mio commento. Guarda però cosa è successo in Terra Santa: è divenuta rifugio per il ripopolamento di tanti ebrei con la nascita dello Stato di Israele, perché non si ripetano mai più genocidi e persecuzioni contro gli israeliti. Io ho solo constatato che le porcherie storiche e la santa diffusione del Vangelo in passato si presentano mescolate. Poi ci sono guerre del tutto inutili e criminali che hanno acuito le persecuzioni dei cristiani (tale forse è stata la seconda guerra statunitense in Iraq). Non nego le porcherie ma benedico sempre ed in ogni caso la diffusione del cristianesimo, come ha predicato Gesù stesso. La realtà è molto sfaccettata. Ma non condanniamo solo le armi cristiane: come si è diffuso infatti l'Islam? Spesso con la violenza. Violenza porta violenza e bombe portano bombe: una spirale che, concordo, va fermata. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

6 gennaio 2014
: cristiani e Medio Oriente (BF651)

Io vedo un legame così profondo eppure lontano da ogni sincretismo tra cristianesimo ed ebraismo (un legame molto più forte di quello che c'è tra ebraismo e islam) che per me il cristianesimo è una diffusione ulteriore dell'ebraismo nel mondo. Certo, per un ebreo ortodosso, Gesù era un rabbino fin troppo liberale, probabilmente addirittura "eretico". C'è molto da fare per la stabilizzazione del Medio Oriente e per affermare la libertà di religione nei Paesi islamici. La ricerca della pace e dell'amicizia fra i popoli non può esimere da un confronto-scontro aperto e cordiale. Dove sono arrivate le armi e i servizi segreti, si è diffusa la religione relativa. Non chiamiamolo "scontro di civiltà", espressione non à la page, ma la Storia insegna che dove sono arrivati colonizzatori ed eserciti si sono diffuse le religioni. Qualcuno, infatti, deve proteggere i missionari e fare da "copertura" all'attività della Chiesa. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

5 gennaio 2014
: i Magi e i popoli della Terra (BF650)

Ho fatto una ricerca su laparola.net usando come chiave di ricerca "popoli della Terra". Di seguito alcuni dei risultati a mio avviso più significativi. 1Re 8, 60: "Allora tutti i popoli della terra sapranno che il Signore è Dio e che non ce n'è altri". Cronache 6, 33: "tutti i popoli della terra conoscano il tuo nome …". Salmi 21,28: "Ricorderanno e torneranno al Signore tutti i confini della terra, si prostreranno davanti a lui tutte le famiglie dei popoli". Salmi 101,16: "I popoli temeranno il nome del Signore e tutti i re della terra la tua gloria". Isaia 52,10: "Il Signore ha snudato il suo santo braccio davanti a tutti i popoli; tutti i confini della terra vedranno la salvezza del nostro Dio". Sofonia 2, 11: "Terribile sarà il Signore con loro, poiché annienterà tutti gli idoli della terra, mentre a lui si prostreranno, ognuno sul proprio suolo, i popoli di tutti i continenti. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

2 gennaio 2014
: la pace sogno di Dio (BF649)

Credo che la pace sia l'aspirazione di tutti gli uomini giusti e desiderio di Dio per l'umanità. Molti uomini, a causa sia del Peccato Originale, sia della loro stessa malvagità, cercano la guerra, anche quando non ha scopo strettamente difensivo (caso in cui è lecita moralmente), perché sono intrisi di quello spirito mondano da cui nascono tutti i mali che affliggono l'umanità: l'oppressione del debole e del povero, i furti, gli adulteri, le prostituzioni, eccetera. Tanto che San Giovanni arriva a dire ed esclama che tutto il mondo giace sotto il potere del Maligno (1Giovanni 5, 19). Se tutta l'umanità pregasse Dio per la pace, avremmo la pace. Ma c'è confusione tra il sogno dell'uomo - irrealizzabile, secondo me, sino al ritorno di Cristo - e il sogno di Dio, realizzabile in qualsiasi momento per la Sua Onnipotenza. Come nell'opera di Michelangelo, il dito di Dio e quello dell'uomo devono tornare quasi a toccarsi per avere la pace. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

2 gennaio 2014
: l'inno di San Giovanni (BF648)

In questo inno alla gloria di Dio e alla Sua salvezza, come dono gratuitamente portato agli uomini, non risuona il concetto di peccato ma piuttosto concetti come la Creazione, la luce che splende nelle tenebre, la luce vera, il rifiuto del Messia da parte dei suoi, il potere di diventare figli di Dio, la grazia e la verità portata da Cristo. Ecco che per non fermarci all'immagine idilliaca ma un po' folkloristica del Gesù Bambino, San Giovanni sa raccogliere in pochi poetici versi tutto il senso della venuta di Gesù nel mondo. Pagine da leggere e meditare, serbandole nel proprio cuore, perché quella grazia e quella verità che Gesù ha portato possano risuonare in eterno come destino di tutta l'umanità nel ritorno glorioso di Cristo, Re dei re e Signore dei signori. Possano in questo nuovo anno questa grazia e questa verità purificare il nostro cuore e risplendere in esso, nelle opere e nella fede. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.



Torna ai contenuti | Torna al menu