Il perditempo

Segui AAnnibale su Twitter

Vai ai contenuti

Menu principale:


Blog Famiglia Cristiana.it 18

Pensieri e Poesie > Archivio dei Blog e Lettere

My Great Web page




3 marzo 2014
: cani e porci (BF698)

Gesù sicuramente fa riferimento, dando questo consiglio, a cose che lui stesso non ha fatto, ma quando ciò è accaduto? Forse proprio durante la Sua Passione, non ha rivendicato la sua natura divina se non con un accenno davanti a Pilato quando ha detto che era Re ma il Suo Regno non era di questo mondo. Ma poi non ha istruito più, non ha recriminato. Per pudore, per prudenza evangelica. Non ha chiesto agli angeli del Padre di intervenire. Non ha mostrato forza, ma un candore inerme di chi si offre volontariamente alla Sua morte. Quando sappiamo che il mistero del male sta per compiersi, come quando Satana è entrato dentro Giuda Iscariota, è possibile solo tacere, fiduciosi che si compirà la vittoria finale di Dio. Allora, comprendiamo meglio il significato del mistero salvifico cristiano: sopportare in silenzio è meglio che opporsi al malvagio in alcune circostanze, come ammonisce Gesù stesso (Matteo 5, 39). Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

2 marzo 2014
: crisi ucraina (BF697)

Quando le armi vengono usate "bene" servono per garantire la libertà di autodeterminazione dei popoli. Sono pienamente d'accordo con l'articolo del dottor Fulvio Scaglione. La Russia ha dichiarato che non rinuncerà a proteggere i propri interessi. Penso che la popolazione russofona dell'Ucraina abbia diritto di distaccarsi e restare fedele a quella che, a tutti gli effetti, è la madre patria Russia. Per il resto dell'Ucraina dovrebbe decidere il Consiglio di sicurezza dell'ONU ma non vedo le condizioni per un intervento unilaterale europeo o statunitense. Spero che un referendum popolare possa garantire agli ucraini facenti capo a Kiev il diritto a decidere con chi stare. Se, come sembra, hanno deciso di stare con l'Europa Occidentale, dovrebbero poter rendere la decisione effettiva mediante pressioni della diplomazia occidentale. L'uso delle armi dovrebbe essere l'ultima ed estrema ratio. Speriamo non scoppi una guerra. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

28 febbraio 2014
: famiglia e mitezza (BF696)

Se facessimo della mitezza (una delle beatitudini) un autentico programma di vita, tanti problemi legati alla famiglia scomparirebbero nel nulla. Essere miti verso Dio significa non pretendere dalla vita più di quello che meritiamo, intendendo per meritare ciò che è naturale ricevere da Dio. E' naturale obbedire a Dio che ci ha creati. In secondo luogo, mitezza verso la Chiesa significa accettare ciò che la medesima propone in ordine alla interpretazione della Scrittura. Mitezza è inoltre costruire ponti di pace tra famigliari anche quando ci sono opinioni diverse su qualsiasi tema di religione, politica, ecc. Mitezza è rispettare il dolore dell'uomo e della donna che non possono accedere all'eucarestia. Infine, mitezza significa capire che la Chiesa è una, come recitiamo nel Credo. Dividere la Chiesa in fazioni, cordate, correnti è un atteggiamento diffuso che lo stesso Pontefice ha criticato. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

27 febbraio 2014
: Fazio e Littizzetto su FC (BF695)

Guardo a Famiglia Cristiana con ottimismo e interesse, consapevole della mia pochezza intellettuale di fronte ad "aquile" come don Sciortino, Scaglione, Perazzolo eccetera. Però, ognuno ha i suoi gusti e quindi applico una lettura selettiva della rivista, scartando cose che non giudico ma che semplicemente non mi interessano. Di Fazio e della Littizzetto non mi scandalizzo, ma aggiungo che non me ne importa un fico secco. Ciò che mi interessa è la musica che ascolto alle mie spalle quando sono su internet, che può essere leggera o classica. Tornando a Famiglia Cristiana, mi è piaciuta molto l'intervista a Cristiana Capotondi. La sua fotografia su internet, poi, è talmente bella che l'ho scelta come sfondo del desktop (prima avevo un koala). Non scomodiamo il Papa per una copertina di Famiglia Cristiana, mi pare mancanza di umiltà e di buon senso. Un atto di amore per i nemici se anche fossero tali, però, è un gesto evangelico! Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

27 febbraio 2014
: santità, ricchezza e Provvidenza (BF694)

Il lungo cammino verso la santità richiede l'aiuto della Provvidenza, mediante la quale Dio sa trarre il bene dal male che noi facciamo. Se qualcuno pensa o crede di essere già santo, e non lo è, commette peccato. In questi giorni, si sta leggendo a Messa la lettera di San Giacomo che oggi 27 febbraio in modo particolare ha parole durissime contro il ricco, specie il ricco che opprime i suoi salariati, che specula su di loro. L'uso giusto delle ricchezze che pur anche Dio ci dona è un'arte difficile da imparare perché con la preghiera dobbiamo scacciare il demonio mondano che ci vuole asservire al denaro. Preghiamo intensamente di vivere queste pagine del Vangelo che Dio ci manda per non cadere in tentazione e per incamminarci su quel lungo viaggio verso la santità che è l'unica cosa di cui c'è bisogno. Il Signore ci sia di sostegno sia nei nostri bisogni materiali, sia in quelli spirituali, come mirabilmente sintetizza il Padre Nostro. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

26 febbraio 2014
: Grillo danneggia il Paese? (BF693)

Non so farmi un'idea precisa sulla domanda posta da Famiglia Cristiana. Perché paradossalmente Beppe Grillo ha costruito il movimento cinque stelle di cui si discute e ora si domanda se rischia di danneggiarlo. Io mi domando perché tanti cittadini, anche amici verso cui ho stima, simpatizzano per il M5S. Cerco di ancorare il mio pensiero ad alcuni valori di riferimento. Il Parlamentare esercita il suo ruolo senza vincolo di mandato e questa è, giuridicamente, una pietra tombale per il metodo Grillo. La fedeltà premia, mi disse un sacerdote. Ma se ti rendi conto che tradire è la cosa giusta da fare, forse è meglio abbandonare la fedeltà. Sul ruolo della rete internet: dato in numero esiguo di persone che votano, mi pare se ne stia esagerando il ruolo. Beppe Grillo è artefice di una sorta di cattiva alchimia politico-mediatica che però ha dietro il voto di milioni di persone. Speriamo che Grillo danneggi il M5S senza danneggiare il Paese. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

26 febbraio 2014
: un bambino vestito da Papa (BF692)

Continua il processo mediatico di demitizzazione della figura del Papa che non è principalmente un monarca (anche perché oggettivamente ha perso quasi tutto il suo potere temporale) e di demitizzazione del Vaticano che non è una Corte ma un segno visibile della Chiesa di Roma, della Chiesa Universale. Direi che se l'intenzione è pura, ci si può vestire da Papa per il carnevale. Anzi, forse solo un bambino può farlo. Il gesto di baciare questo bambino significa che Papa Bergoglio si associa alla propria auto-demitizzazione. Questo aspetto di Papa Francesco mi pare positivo per il seguente motivo: lo allontana dalle alte sfere del potere (che pura ha, anche se cerca di esercitarlo il più possibile evangelicamente) e lo avvicina alla gente semplice che si aspetta un contatto umano ravvicinato con il Papa. Certo, farebbe più effetto il bacio a un bambino profugo siriano, ma non si può pretendere che il Papa faccia tutto e subito. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

24 febbraio 2014
: donna e benessere della società (BF691)

Ho apprezzato molto il commento di Luigino Bruni. Lo seguo specialmente per i suoi articoli su Avvenire della domenica. Si può parlare, a mio avviso, di una contrapposizione o, se si preferisce, di una distinzione tra modelli economico-sociali che sono transeunti e alcuni valori che sono destinati a non tramontare. Tra i primi, metterei il sistema economico capitalista con le varie sfumature, come lo conosciamo, con i suoi criteri eminentemente efficientisti, economicistici, di produttività. Dall'altro i valori eterni della moralità sociale, dell'affettività, della famiglia, del simbolico, della relazionalità. C'è una complementarietà tra uomo e donna che è stata ripensata soprattutto a partire dall'educazione data ai maschi fin da adolescenti di aiutare nei lavori domestici la madre e la sorella e poi la moglie. Non parlerei di indice di felicità, ma di indice di benessere cui contribuisce la donna in modo peculiare ed insostituibile. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

22 febbraio 2014
: Renzi Presidente del Consiglio (BF690)

Tra l'utopia ed il pragmatismo mi pare che il Presidente del Consiglio Matteo Renzi abbia scelto il secondo. Molti moderati saranno tentati di votare per lui alle prossime elezioni se il Governo darà buona prova di sé. Quale leader del centro-destra può competere con il carisma del giovane Renzi? Non l'anziano Berlusconi, non Alfano, non Casini, non parliamo dei leader della Lega Nord. Di Giulio Tremonti non ha più sentito parlare nessuno. L'Italia sembra un macchinario fantastico che elabora nuovi leader e poi li getta nel cestino rapidamente. Naturalmente, l'ultimo arrivato è quello che realizzerà i sogni del Paese, che "ce la farà". Io non mi aspetto miracoli da Matteo Renzi ma, alla prova, appunto, dei fatti, tanta dignità di cui il Paese ha sommamente bisogno. Insomma, gli "scarti" sempre più numerosi delle rovine del sistema economico attuale attendono una politica che ridia loro un po' di dignità perduta. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

22 febbraio 2014
: comunione ai divorziati risposati (BF689)

Penso che si debba partire da un atteggiamento di fiducia nella Chiesa. Certamente la materia è competenza del Papa e il Concistoro ed il Sinodo non sono una farsa, ma strumenti che servono a fare chiarezza proprio su questioni come questa. Il mio umile parere è che la Chiesa può prendere una decisione molto ardua e difficile di concedere la comunione ai divorziati risposati ma cosa è cambiato in duemila anni per cambiare la dottrina? In realtà, bisogna considerare la sofferenza di queste persone che non possono accostarsi all'eucarestia, ma anche la sofferenza di Cristo e della Sua Chiesa per la situazione di chi espone gli altri e di chi si espone permanentemente all'adulterio. Però, Gesù ha dato a Pietro il potere di legare e di sciogliere. Penso, ripeto, che si debba avere fiducia nei vescovi e pregare per loro qualunque sia la decisione, evitando fazioni e partigianerie per quella o per l'altra tesi. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

20 febbraio 2014
: amare i nemici (BF688)

Operatori di pace fin all'ultimo. Fino ad amare i nemici, a porgere l'altra guancia, a riconciliarci con chi ha qualcosa contro di noi lasciando l'offerta all'altare, a salutare chi non ci saluta. Quante volte siamo devoti cristiani, devoti fedeli che pregano mattino e sera ma poi scopriamo l'immiserimento delle nostre relazioni umane. Il chiuderci nelle nostre case, nel nostro egoismo. Il giudicare gli altri perché malvagi e lo sparlare. Quanto male fa tutto questo alla Chiesa! Come spesso ci ricorda il Papa. Come accogliere l'invito esigente ad essere perfetti come il Padre nostro celeste? A mio modesto avviso, mettendo al centro la Grazia, chiedendola, perseguendola. E pregando Gesù perché la nostra umanità sia innaffiata ogni giorno di lealtà, di carità, di ogni proposito nobile e giusto. Il manifesto della perfezione sono poi quelle stesse beatitudini che troviamo poco prima in Matteo, 5, 1-12. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

20 febbraio 2014
: importanza della Confessione (BF687)

E' bello pensare che come cristiani siamo possessori di una verità ma siamo anche alla ricerca della verità. Chi possiede la verità senza essere alla ricerca rischia di cadere nel fanatismo o fondamentalismo. Chi è sempre solo alla ricerca, rischia di cadere nell'ateismo o nell'irenismo o nel sincretismo. La Confessione dei peccati fa parte di un momento di ricerca, un viaggio all'interno di sé stessi ed un viaggio nel cuore stesso di Cristo. Viaggiando nel cuore di Cristo, possiamo rivestirci di quell'umiltà che Gesù ci dona nella Confessione con l'assoluzione dai nostri peccati. La Confessione è un arrivo ed è anche un inizio. Infatti, è un arrivo di un viaggio nella nostra vita che permette di mettere dei punti fermi sul nostro passato. Ma è anche un inizio nel discernimento degli spiriti per capire quali sono le azioni buone e quelle cattive. Possa la Confessione aiutarci a costruire la fratellanza nella famiglia e fuori di essa. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

19 febbraio 2014
: monologo di Grillo con Renzi (BF686)

Sinceramente mi domando se Beppe Grillo possa essere uno stimolo positivo per i (veri) politici o uno completamente fuori posto rispetto all'attività politica. Quest'ultima, infatti, dovrebbe essere un prendersi cura della società, della polis, delle istituzioni. Propendo per la seconda ipotesi perché, almeno in questo dialogo del tutto strampalato, è emerso un animo fin troppo inquieto e lontano dalla realtà. Come la proposta del reddito di cittadinanza si è dimostrata incompatibile con le finanze pubbliche, mi pare che altre proposte grilline facciano acqua da tutte le parti. Forse bisognerebbe mettere Beppe Grillo alla prova dei fatti in una coalizione come pensava il buon Bersani. Ma affidare a quest'uomo il timone dell'Italia in solitudine mi pare un atto di lucida follia. Insomma, Grillo è un pifferaio magico probabilmente in buona fede, ma culturalmente sgangherato. Meglio non fidarsi che farlo e poi pentirsi! Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

19 febbraio 2014
: internet ci salverà dalla televisione? (BF685)

La mia televisione è sempre spenta tranne che il per il TG3 delle 19 e il sabato per "A Sua Immagine". Penso che la rete internet dove uno cerca santamente ciò che cavolo vuole e gli interessa, siano temi sociali o non, ci salverà dalla televisione. Per me la televisione, e anche il Festival di Sanremo, è basata sulla ricerca dell'audience e quindi pesca negli istinti più stupidi e più torbidi della gente, comprese le ideologie più assurde che si sono servite sempre dei mass media per la loro propaganda. Non voglio essere indottrinato su temi sociali né dalla televisione, né da altri mass media. Piuttosto, diamo spazio al jazz e alla musica classica (italiana ed anche europea). E poi perché non dare voce a un critico che commenti i testi delle canzoni? Alcuni testi sono vere e proprie poesie. Gli artisti sono da sempre le persone più libere che esistono a questo mondo: decidano loro di cosa parlare, non il conduttore del Festival. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

19 febbraio 2014
: parlare di omosessualità a scuola (BF684)

Credo che la scuola non dovrebbe invadere il campo che spetta alle famiglie, perlomeno non prima di una certa età, diciamo gli 11, 12 anni. Non certo prima! Scuola e famiglia dovrebbero collaborare. La scuola spiegando che ci sono persone omosessuali perché è una realtà che non può essere ignorata ma non prima che siano ragazzi, ripeto, non ai bambini piccoli. La famiglia che ha valori cristiani dovrebbe parlare dell'omosessualità con rispetto, come ha fatto Papa Francesco dicendo che se un omosessuale cerca Dio con cuore sincero, chi è lui (il Papa) per giudicarlo. Ma se una famiglia è cattolica, l'omosessualità non può essere presentata come modo di rapportarsi accettabile al prossimo, almeno quando un omosessuale fa profferte e approcci a ragazzi eterosessuali. Beati gli operatori di pace, ha detto Gesù e bisogna portare pace anche verso gli omosessuali, insegnandolo ai ragazzi sin da una certa età. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

16 febbraio 2014: chiacchiere contro il prossimo (BF683)

Oggi alla Messa delle 10.30 verso l'inizio mi sentivo come uno straccio, come se avessi sbagliato tutto nella vita. Approccio questo Vangelo di oggi con animo penitente. Qualche volta ho chiacchierato contro il prossimo nella vita! Magari per reagire o difendermi, eppure l'ho fatto. Non ho portato i frutti sperati e allora sono come quel tralcio che deve essere buttato via per essere bruciato (Giovanni 15, 6)? C'è sempre la speranza di rimanere in Cristo nonostante tutto, oltre che per la Sua misericordia, per il Suo amore nei nostri confronti e per i sacramenti che nel Suo amore continuiamo a ricevere, nonostante tutto. Quindi, apprezzo molto le parole del Papa. Perciò, se qualcuno ti insulta, bisogna avere il coraggio della correzione fraterna, senza sparlare alle spalle, ma non sempre è facile praticarla. Il Papa ci aiuta ogni domenica e ogni giorno da Santa Marta, con una interpretazione inedita e coraggiosa della Scrittura. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

15 febbraio 2014
: eutanasia per i bambini (BF682)

Provo orrore per questa legge che arriva dal Belgio. Qui entriamo nel dilemma di Chiesa perseguitata. La cultura cristiana è perseguitata da duemila anni. Mi spiace che la linea del dialogo con i non credenti finisca per naufragare per troppe volte. Il Cardinale Bagnasco ha recentemente dichiarato che contro la famiglia "è in atto una strategia persecutoria, un attacco per destrutturare la persona e quindi destrutturare la società e metterla in balia di chi è più forte e ha tutto l'interesse a che la gente sia smarrita. Nel torbido il male opera meglio". A questo punto, penso che il sogno di una società armoniosa dei dissimili sia destinato a naufragare. I cristiani possono pregare, testimoniare, lottare per valori diversi. Ma se vanno in minoranza cosa fare? L'unica cosa da fare è una resistenza spirituale a oltranza contro l'orrore che avanza. Il mistero del male ci sopravanza tutti. Restiamo uniti e non arrendiamoci! Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

14 febbraio 2014
: auguri per San Valentino (BF681)

Le cose (belle e positive) create di cui ci innamoriamo nella vita sono riflesso della bellezza del Creatore. Tutto riflette la gloria di Dio. Così è l'uomo che si innamora della donna e la donna dell'uomo. Come far sì che l'amore terreno non sia idolatrato? Ecco, ricordando che guardiamo il Creatore come in uno specchio, intuendo la Sua maestà, la sua grandezza dalla bellezza delle cose create, tra cui la donna, l'uomo e l'amore terreno che li unisce. Sto ascoltando Chimera, una canzone un po' dimenticata di Gianni Morandi che ha delle belle parole e che vorrei dedicare a tutti gli innamorati e fidanzati nella festa di San Valentino, Santi Cirillo e Metodio. La canzone fa così all'inizio: "ma se il mio cuore spera non sarà solo una chimera/conto nel mio diario le notti e i giorni che ti portano via". Una canzone un po' triste, ma che lascia aperta una speranza di una vita felice assieme. Ti voglio bene, mio Dio, mio Dio. Ciao a tutti. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

13 febbraio 2014
: mettere al centro i bambini (BF680)

Gesù ha detto di mettere al centro i bambini. Cosa facciamo noi adulti cattolici in questa direzione? Io non ho molto il polso della situazione scolastica perché non ho figli, ma solo i miei ricordi di bambino; le violenze fisiche e psicologiche subite. Bisogna avere parole di tenerezza e di rispetto per i bambini qualunque sia la loro estrazione familiare e sociale. Cercare ciò che li accomuna piuttosto che ciò che li divide. Non mi scandalizzerei tanto per le questioni nominalistiche, quanto per il sostrato di sostanza, come l'adozione di figli da parte di coppie gay (cui sono contrario). Bisogna fare educazione sessuale a scuola, piuttosto che abbandonare gli adolescenti alla pornografia. Con delicatezza e saggezza, con abilità e impegno. La proposta cattolica deve affiancarsi, a difesa dei bambini, alla proposta laica. Una pluralità di voci tra cui scegliere quando si diventa adulti. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

13 febbraio 2014
: il desiderio in Favre (BF679)

Stavo riflettendo in questi giorni sulle dimensioni - legate fra di loro - del "dover essere" e del "desiderio" nella fede e nell'etica cristiana dopo aver letto su La Civiltà Cattolica (n° 3923, pp. 459-462) un paragrafo dedicato al desiderio nell'opera e nella vita di Pietro Favre. Gesù ci parla dei nostri desideri buoni e di quelli cattivi ed ecco che il desiderio cristiano non prescinde da una dimensione esistenziale insostituibile dell'essere umano, ma la porta ad una dimensione più matura. "I desideri sono buoni, a patto che vengano da Dio, attraverso di Lui, in Lui e che conducano a Lui … Dio spesso ci fa desiderare, intravedere e sperare le cose più alte, in modo che possiamo almeno compiere, senza pigrizia e diffidenza, le più ordinarie" (M 155). Possiamo anche noi diventare uomini del desiderio nel senso del santo Favre! Cioè, il desiderio come qualcosa che "significa e rivela ciò che Dio si aspetta da noi" (op. cit., p. 462). Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

11 febbraio 2014
: famiglie ferite (BF678)

Ci sono famiglie (madri, visto che si parla soprattutto di madri) che funzionano e famiglie (madri) che non funzionano come mostra la psicologia relazionale. Anche qui bisogna giudicare dai frutti. Se i frutti sono buoni, in famiglia regna l'affetto, la sincerità, l'armonia, l'accettazione dell'altro, allora, la famiglia funziona e porta ad una crescita armoniosa ed equilibrata di tutti i componenti. Non si può dunque rispondere alla domanda su chi riporre la propria fiducia. Papa Francesco ha messo il dito sulla piaga quando ha parlato di una bambina che si lamenta perché la compagna della mamma non le vuole bene. Bisogna guardare alle situazioni che non vanno perché la Chiesa è un ospedale da campo che deve curare i cuori feriti. E i cuori feriti corrispondono ad altrettante situazioni che potrebbero ostacolare una proposta di fede, quindi, in definitiva ostacolare la salvezza integrale dell'essere umano prima e dopo la morte. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

10 febbraio 2014
: ancora sulla rinuncia di Benedetto XVI (BF677)

Mi ha colpito molto il coraggio; qualcun altro dice l'umiltà. Io penso ci voglia molto coraggio. Poi mi ha colpito la serenità unita a tale coraggio. Sono a contatto con sacerdoti tutti i giorni, la domenica e la settimana per la messa del mattino o della sera; durante la settimana, inoltre, perché faccio volontariato in Parrocchia la mattina. C'è una umanità straordinaria dietro a Benedetto XVI e ai sacerdoti in generale se solo uno la sa scoprire. Benedetto XVI è stato per me come un padre, come altri sacerdoti. La stragrande maggioranza dei sacerdoti sono persone per bene: non posso neanche immaginare che possano essere dei pedofili, anche se la piaga esiste. Non posso credere che Benedetto XVI si sia dimesso per gli scandali: credo a ciò che Monsignor Georg Gänswein ha dichiarato in questa bellissima intervista. La vicenda di Paolo Gabriele, cioè delle carte trafugate, è stato un grande dolore anche per me. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

9 febbraio 2014
: la Chiesa "fastidiosa" e l'ONU (BF676)

Gesù era "fastidioso", segno di contraddizione e la Chiesa cristiana, appunto, è altrettanto fastidiosa per la cultura del nostro tempo. Guai se non fosse così. Questo Comitato dell'ONU non ha fatto che rilanciare certi triti e ritriti luoghi comuni contro la Chiesa, che però non vanno sottovalutati perché rappresentano il pensiero di molte persone. La cosa più discutibile è l'accostamento tra lo scandalo della pedofilia e il Magistero complessivo della Chiesa, accostamento che può turbare particolarmente il Papa perché rappresenta una sostanziale minaccia alla libertà stessa di professarsi cattolici e quindi, una minaccia, più in generale, alla libertà di religione. Zola disse una volta che Roma era la capitale della conservazione, Parigi la capitale del progresso e Lourdes la capitale della superstizione. E' uno schema mentale che resiste, proprio di un cattivo illuminismo che offusca le coscienze e devia dalla verità del Vangelo. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

7 febbraio 2014
: cristiani anestetizzati o svegli? (BF675)

Quando incontriamo un cristiano come noi che ci definiamo anche tali, a volte, non scopriamo quel tipo di persona che ci piace, che ci aspetteremmo. Siamo forse "anestetizzati" come sepolcri imbiancati, siamo cristiani, appunto, sopiti che hanno adattato la fede al mondo, che hanno raggiunto un qualche compromesso? Se invece che "anestetizzati" siamo "svegli nella gioia" che Cristo dona, lo si dovrebbe vedere dall'esterno e dovremmo risplendere come la luce di un candelabro. Quante volte abbiamo chiesto perdono a Dio per le nostre mancanze, senza un moto di orgoglio e di coraggio? Credere alla vita anche quando siamo deboli e malati, come a volte capita, o peccatori, come sempre capita, può essere una risposta alla bellezza dell'universo che con sapiente amore il Signore ha riversato nella Sua meravigliosa Creazione. Un po' di fiducia in noi stessi può accompagnarsi alla fede e renderci veramente fratelli in cammino verso l'unico Padre. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

6 febbraio 2014
: polemiche sul Papa (BF674)

Non estenuiamoci in inutili polemiche! Gesù non ha detto "approvate tutto quello che il vostro fratello fa", ma "amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi" (Giovanni 13, 34). Mettere impietosamente il dito sui limiti umani, che pur ci sono, di questo o di quel Papa non aiuta, a mio avviso, a progredire nella fede. Piuttosto, si deve avere uno sguardo di amore sul successore di Pietro. Ci vuole allo stesso tempo chiarezza sul Magistero della Chiesa su alcuni temi, ad esempio, quello dei cd. "interventi umanitari" (si veda La Civiltà Cattolica, n° 3923, p. 443). Questo è un tema su cui Giovanni Paolo II, il Papa beato e futuro santo, aveva idee precise e non so se Papa Francesco le condivida. Le recenti accuse alla Chiesa del Comitato ONU su pedofilia e altri temi mostrano cosa diventa la Chiesa quando si prescinde da uno sguardo d'amore: si vedono solo i veri o presunti errori e non i segni che Dio lascia sulla strada dell'uomo. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

5 febbraio 2014
: crisi italiana ed Europa (BF673)

Dietro i discorsi c'è la realtà di un Paese che si sta drammaticamente impoverendo. E sembra che neppure i premi Nobel sappiano spiegarci il perché. Grazie all'euro, abbiamo pagato meno interessi sul debito pubblico e questo si è tradotto in un maggior potere di spesa a favore delle famiglie. Ma tutto o quasi finisce qua. L'austerity non era quella roba che ci evitava di finire come la Grecia, così si disse, quando fu chiamato il Senatore Monti alla Presidenza del Consiglio? Aspetto che gli economisti ci spieghino le cause di questa drammatica crisi e intanto apprezzo molto i settanta anni di pace che la dominazione americana e l'Europa Unita hanno portato all'Italia. Ma sembra che l'Italia, se non ha un padrone, non sia responsabile di quello che fa, specie per i leader che produce. Mi spiace, per concludere, che siamo i primi per corruzione. Non mi stanco di pregare Dio contro questo fenomeno, ma forse ci vorrebbero rimedi drastici. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

Codice commenti (per indice analitico): da BF673 a BF724

pagina precedente


12 aprile 2014
: GMG e beatitudini (BF724)

Quando si è giovani, spesso si cerca di imitare i genitori. Se tuo padre e/o tua madre erano degli intellettuali, si cerca di diventare degli intellettuali. Gesù invece che imitare, invece che scimmiottare gli altri, invece che "vivacchiare" come dice il beato Piergiorgio Frassati, ci invita a scoprire Lui stesso, cioè a lottare per la verità della e nella fede. Per evitarci che siano una malattia o le avversità della vita a fermarci, a fare fallire il piano di vita che Dio ha pensato per noi. La parabola sui talenti ci dice che dobbiamo cercare la verità su noi stessi, mentre le beatitudini ci dicono che la felicità è a portata di mano nella fede per la Redenzione operata da Gesù Cristo. Fatica e impegno ci sono compagne in un percorso di fede che deve (dovrebbe) portare ad una vita piena nella fede, nella speranza, nella carità. La sfida è la contemplazione stessa della vita divina in Gesù e la sua imitazione. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

10 aprile 2014
: Passione e Morte del Signore (BF723)

La Passione e Morte del Signore dovrebbero riempirci di sentimenti, ma quali? Innanzitutto di pace: perché Gesù ci ha promesso la pace, non come la dà il mondo e veramente il mondo ha dato a Gesù secondo il suo spirito mondano di incredulità e cattiveria; in secondo luogo, di tristezza e qui mi ha colpito molto la composta preghiera della Vergine Maria riferita come propria della liturgia ambrosiana dal Cardinale Tettamanzi a chiusura del suo commento; Gesù con la Sua morte ha varcato veramente la "porta stretta" (Luca 13, 24) che introduce all'alba radiosa della Resurrezione; "per cui verrà a visitarci dall'alto un sole che sorge" si recita nella Liturgia delle Ore. Tutti dobbiamo passare attraverso la prova della morte e dobbiamo, a mio avviso, pregare che sappiamo affrontarla con la stessa dignità, lo stesso coraggio con cui l'ha affrontata Cristo Signore, donandosi liberamente ad essa, giusto fra i giusti, santo fra i santi. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

6 aprile 2014
: non giudichiamo il Papa (BF722)

Il Papa non va giudicato, come ogni altro nostro prossimo non va giudicato (Matteo 7, 1-2). Io mi sono solo sforzato di capire e se invece ho giudicato, ho sbagliato. Le varie sfaccettature umane e non di questo Papa richiedono tempo per essere capite. A Messa diciamo che la Chiesa è una e, per quanto qui più mi preme sottolineare, santa. Perciò, mi dispiacciono i giudizi malevoli sulla Chiesa e sul Papa. Crediamo che la Chiesa sia mossa dallo Spirito Santo anche se il diavolo cerca continuamente di insidiarla. Nella celebre omelia del 29 giugno 1972, Paolo VI parla del fumo di Satana entrato nella Chiesa e dice: "E sentiamo di dover contenere l'onda di profanità, di desacralizzazione, di secolarizzazione che monta e vuol confondere e soverchiare il senso religioso nel segreto del cuore, nella vita privata o anche nelle affermazioni della vita esteriore". Il Papa ha bisogno solo del nostro amore, delle nostre preghiere. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

4 aprile 2014
: il Papa è anticomunista? (BF721)

Il convincimento che il Vangelo pregiudichi la nostra visione politica è un po' malfermo. Ci sono Papi di destra, fortemente anticomunisti, e Papi, come Papa Francesco, politicamente di sinistra, certamente non comunista. Ma Papa Francesco è anche anticomunista? Nella Esortazione Apostolica Evangelii Gaudium ci sono critiche durissime al sistema economico vigente che non produce solo sfruttamento e oppressione, ma una grande quantità di esclusi, di scartati. Il problema è come stare vicino ai poveri. Il modello marxista, dice il Papa, è sbagliato, ma non dice il perché. Noi crediamo che il mondo non è nelle mani del diavolo, che è redento una volta per sempre per i meriti e l'opera del Cristo, che Dio guida la Storia e che alla fine trionferà, come insegna l'Apocalisse. Ma Dio non trionfa per i nostri meriti, ma per la sua stessa forza e sostanza. Il nostro destino è dunque affidato alle mani di Dio, per il concetto stesso di Redenzione. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

3 aprile 2014
: il magazine cattolico ideale (BF720)

A FC non manca certo il coraggio. Vorrei dedicare qualche parola ad alcuni elementi che possono "condire" con efficacia i commenti sui personaggi celebri. Non dico che questi elementi non siano presenti nei commenti di FC, dico che in generale dovrebbero esserci su di un magazine cattolico per non annacquare il messaggio evangelico, per non separare troppo i temi evangelici da quelli non specificamente religiosi. Primo elemento: l'apertura missionaria. L'evangelizzazione si fa con la testimonianza dei valori cristiani, per cui bando alla remissività di fronte alla fama ed al successo. Secondo elemento: il confronto. Il confronto con il punto di vista non cattolico va fatto con parole dolci e rispettose verso tutti. Ultimo elemento: l'umorismo. Demitizzare i personaggi con la forza dell'umorismo e con qualche critica rispettosa non fa mai male. Rafforza, anzi, la fiducia nella bellezza e nella veridicità del messaggio cattolico. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

3 aprile 2014
: testimoni non parolai del Vangelo (BF719)

Quante volte nella vita corriamo il rischio di essere "parolai del Vangelo" anziché essere "testimoni"! Lazzaro attende Gesù oltre la morte, attende l'amico amatissimo e questa attesa dell'amato è la migliore testimonianza cristiana che mi venga in mente. Nell'attesa della Terra Promessa siamo, come il popolo ebreo, nel deserto. Il tempo dell'attesa è tempo di deserto, quando tutte le comodità della vita di schiavitù in Egitto sembrano migliori di questa attesa. C'è allora la presenza del Tentatore, dell'Anticristo, che induce idolatria, cioè il farci un Dio secondo i nostri desideri più umani e carnali, anziché accettare Dio per quello che realmente è, per quello che può offrirci. All'interno della Chiesa impariamo l'immagine del vero Dio e un po' di riconoscenza per questo insegnamento non guasterebbe per i tanti cattolici e non cattolici, che criticano continuamente la Chiesa stessa, che la vorrebbero sempre diversa da come essa è. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

2 aprile 2014
: indipendentismo veneto (BF718)

Ve lo ricordate quando Monti, Senatore a vita e poi Presidente del Consiglio, cercò di accentrare gli acquisti della Pubblica Amministrazione nella Sanità e fu fermato dalle lobby mafiose e politiche di tutta Italia? Certo, se quel tentativo andò male, mostrò però il ridicolo di questo amore fanatico per il federalismo. Per non parlare degli scandali dei rimborsi facili dei consiglieri regionali. L'indipendentismo veneto e non veneto è solo nostalgia di un passato storico idealizzato oltre il limite di quanto è ragionevole. Per questo va disapprovato, secondo me. Uno Stato centrale forte e autorevole potrebbe combattere molto meglio gli sprechi e le inefficienze delle amministrazioni locali, capaci solo di produrre ulteriore debito pubblico e di generare nuova corruzione. L'aspetto più ridicolo è che i leghisti veneti e piemontesi hanno come simbolo un eroe lombardo - Alberto da Giussano - che non c'entra niente con le rispettive Storie. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

31 marzo 2014
: il Senato va abolito? (BF717)

Il senato va, a mio avviso, trasformato e non cancellato del tutto. Per esempio, si potrebbe pensare che la Camera dei Deputati approvi autonomamente le leggi ma che il Senato, con un certo quorum (piuttosto alto, si potrebbe pensare ai due terzi dei senatori), abbia potere di veto. Personalmente, sono contrario al federalismo e ho, perciò, una visione dello Stato centralista; dunque, non credo nel Senato come rappresentante delle autonomie locali. Allargando il discorso, penso che il giovane Renzi debba muoversi con più prudenza, consultando il proprio Partito politico e i sindacati. Mi pare troppo sicuro di sé e decisionista. Le sue idee in generale mi paiono buone ma possono diventare ottime e si può uscire dalla palude confrontandosi con gli altri maggiormente. Mi pare un po' infantile e anche arrogante dire che se non passano le sue idee, abbandonerà la vita politica. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

31 marzo 2014
: le omelie sono noiose? (BF716)

La Parola di Dio a volte è intrinsecamente di difficile spiegazione. Quanti sacerdoti invocano l'aiuto dello Spirito Santo prima di pronunciare l'omelia? Quanto alla domanda di Famiglia Cristiana, non si può generalizzare, ovviamente, ma certe volte le omelie non brillano per originalità. Ogni sacerdote ha la sua personalità; il Papa dice che l'omelia non deve essere una lezione, un indottrinamento e mi pare che abbia ragione. L'omelia dovrebbe essere una sorta di preghiera per l'umanità, affinché accolga il Vangelo, affinché sappia far proprie le esigenze degli altri. A volte, è troppo concentrata sui presenti o sulla Chiesa e poco sul Regno di Dio. A volte, si sentono dire delle vere e proprie castronerie, parole che si oppongono all'insegnamento della Chiesa. Un po' di misericordia la meritano anche i preti che dicono cattive omelie. Per questo dico che bisogna invocare lo Spirito Santo e pregare sempre, come insegna il Vangelo. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

28 marzo 2014
: Papa Francesco si confessa (BF715)

E' un gesto ordinariamente rivoluzionario, se è consentito un ossimoro. Dovrebbe, almeno, indicare la assoluta normalità di un gesto che, per un cristiano cattolico, è persino abitudinario. Mi chiedo se sia giusta la spettacolarizzazione della normalità. Mi pare sia giusto dare risalto a questo gesto del Papa. Come atto di umiltà che sia di esempio per tutti, specialmente per quelli che, disprezzando gli altri come il fariseo al Tempio, si sentono giusti e già giustificati. Continua l'offensiva massmediatica di Papa Francesco che è più di sostanza che di forma. Oltre a essere pubblicità di ciò che è o dovrebbe essere normale e umile, è un gesto rivoluzionario sotto il profilo dell'eguaglianza, nel senso della pari dignità di ogni fedele laico o ordinato secondo ciò che insegna il Vaticano II. E' una rivoluzione ma, se si preferisce è la semplice attuazione dell'ultimo Concilio. Questo gesto mi è piaciuto molto: viva Papa Francesco! Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

28 marzo 2014
: bambino e famiglia a Bari (BF714)

Penso che non si possa parlare di infanzia senza parlare delle relazioni del bambino e dell'adolescente all'interno della famiglia. Il bambino, infatti, costruisce pian piano la sua vita relazionale prima con una relazione di dipendenza dalla madre, poi con la guida di entrambi, padre e madre; poi si apre al mondo, intendo dire alle relazioni con fratelli e sorelle e con gli altri bambini in generale. La famiglia non può essere esclusa anche se non sono sicuro che questa Conferenza nazionale di Bari ometterà il tema della famiglia o che non ci saranno esperti di estrazione cattolica. Auspico anzi che tali esperti siano presenti. Ho letto il documento del Forum delle Associazioni Familiari e mi pare molto tecnico ed articolato, anche se un po' burocratico e molti sintetico. Comunque, serve sempre ricordare la centralità del bambino che nella prospettiva di fede è dono di Dio e la conseguente sua relativa "autonomia" dalla famiglia. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

28 marzo 2014
: F35, sì o no? (BF713)

Sono molto confuso sul tema della guerra e della difesa militare. A cominciare dall'insegnamento della Chiesa che è mutato nei secoli. L'Antico Testamento dice una cosa, il Nuovo Testamento sembra dirne un'altra. La Costituzione della Repubblica Italiana dice una cosa sulle controversie internazionali, ma la prassi e il diritto internazionali sulla protezione della popolazioni oppresse e sull'aiuto ai Paesi Alleati vanno verso una interpretazione molto restrittiva di ciò che dice la Costituzione medesima. Papa Francesco dice una cosa, ma il Catechismo della Chiesa ha sfumature diverse da ciò che dice il Papa. Infine, questi F35 sono inefficienti o sono efficienti? La spesa militare è l'1.8% o l'1.2% del PIL? Gli organi di informazione diffondono questi due dati del tutto incompatibili. Si dà per scontato l'utilizzo di quanto si risparmierebbe rinunciando agli F35 e ciò mi pare fuorviante. Come esprimere un'opinione stando così le cose? Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

27 marzo 2014
: il mistero dell'odio verso la Chiesa (BF712)

Il mistero della Chiesa è anche un mistero di odio verso di essa, sul quale si può leggere Luca 6, 22, sulle beatitudini. Leggevo poco tempo fa su Facebook la testimonianza cristiana di un omosessuale che ha scelto di vivere la propria condizione secondo l'insegnamento della Chiesa. E sto leggendo nella Biblioteca Universale Cristiana, Incontro al Signore Risorto del compianto Cardinale Martini dove si insegna che la ricerca di Gesù è una ricerca faticosa. Costruire la propria sessualità in modo responsabile secondo l'insegnamento della Chiesa è un compito faticoso. Ma è assurdo porre la Chiesa sul banco degli imputati senza distinzioni della condizione concreta in cui essa si trova ad operare: uno sforzo, un cammino faticoso per contrastare la pedofilia che è presente in tutti i Paesi e in tutte le classi sociali. "Satana … - scrive Martini - sempre ci fa vedere i nostri lati negativi, i nostri sbagli e le nostre incapacità" (op. cit., p. 71). Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

26 marzo 2014
: il cieco nato (BF711)

L'amore cristiano ti porta a cercare coloro che hanno più bisogno, coloro che non vedono, come il cieco nato di questo lungo racconto. Dopo che i farisei stabilirono che, se qualcuno avesse riconosciuto Gesù come il Cristo, cioè il Messia, sarebbe stato espulso dalla sinagoga (Giovanni 9, 22), la frattura tra giudaismo e cristianesimo era ormai divenuta eclatante e sarebbe durata lungo i secoli. Il problema che mi pongo di fronte alla frase finale di Gesù "Se foste ciechi, non avreste alcun peccato; ma siccome dite: Noi vediamo, il vostro peccato rimane" (id 9, 41) è se esista nell'ambito del giudaismo una via autonoma di salvezza. E' un problema per i teologi. Certo oggi possiamo avere amici ebrei che ci accettano anche se siamo cristiani e ci può essere amore reciproco. Noi cristiani dobbiamo far sì che di fronte agli uomini di oggi si manifestino le nostre opere buone affinché tutti, ebrei compresi, diano gloria a Dio (Matteo 5, 16). Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

24 marzo 2014
: umiltà e marginalità (BF710)

Si parla giustamente di marginalità. Gesù stesso è centrale e marginale allo stesso tempo. E' centrale dal punto di vista della cultura cristiana perché crediamo, come cristiani, che Egli sia la pietra che, scartata dai costruttori, è divenuta la testata d'angolo (Matteo 21, 42). E' marginale perché l'ebraismo è sopravvissuto al cristianesimo e, nel contesto dell'ebraismo stesso, si può parlare di Gesù come di un "ebreo marginale". Come cristiani, dunque, siamo tutti a imitazione di Gesù Cristo, dei "marginali". Abbiamo in larga misura attinto ad una tradizione che non è la nostra ricordando quanto Gesù stesso ha detto: "la salvezza viene dai Giudei" (Giovanni 4, 22). Il Papa fa un passo oltre e dice che dobbiamo piuttosto diventare marginali, vivere la marginalità. Per essere umili, si deve fare questo ed è uno spunto ermeneutico di sicuro interesse e degno di attenzione. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

20 marzo 2014
: Berlinguer e la questione morale (BF709)

Mi pare sbagliata la presunzione che un politico onesto sia anche un politico capace e, soprattutto, credibile. Forse Adolf Hitler non ha rubato un centesimo al Reich ma rimane oggi la personificazione del male. Riduzionismo stupido quello di giudicare una classe politica esclusivamente in base a criteri di moralità personale specificamente "finanziaria". Qui sta il limite del messaggio di Enrico Berlinguer, secondo il mio modesto parere. Molto più interessanti sono alcuni punti di convergenza, sottolineati dall'ex Presidente delle ACLI Giovanni Bianchi, tra la dottrina politica del PCI di allora ed alcuni punti del Magistero della Chiesa, che si enumerano: il riscatto dei lavoratori, l'emancipazione della donna, il raggiungimento della dignità dei popoli in via di sviluppo. Penso che allora come oggi, il perseguimento degli specifici valori cattolici debba coinvolgere tutti gli uomini di buona volontà, di destra e di sinistra. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

19 marzo 2014
: democraticità del cristianesimo (BF708)

Leggiamo in queste righe di Vangelo un manifesto di quel giudaismo democratico e universalistico che è il cristianesimo. Perché democratico? Perché, non si adora più il Padre in Gerusalemme ma in spirito e verità. Cosa c'è di più democratico dello spirito e della verità? Basta chiederli e chiunque, donne e uomini, poveri e ricchi, sani e malati, possono ottenerli. Gesù ci offre, inoltre, la verità su noi stessi perché non possiamo nasconderci di fronte a Dio. Infine, abbiamo da chiedere quell'acqua che "diventerà … sorgente di acqua che zampilla per la vita eterna". E quest'acqua è una richiesta fatta a Gesù che si accosta alle richieste fatte al Padre nel Padre Nostro. I teologi spieghino cosa significa. Forse, sono le aspettative democratiche di ogni uomo sulla Terra: la fede per l'ateo, la salute per l'ammalato, il pane per l'affamato. Le nostre aspirazioni più grandi sono profondamente democratiche in Cristo Signore. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

17 marzo 2014
: chi resiste a Papa Francesco? (BF707)

Siamo noi cattolici tutti figli di Papa Francesco, ma proprio in quanto figli non siamo tutti dei cristiani fatti con lo stampino, tutti uguali fra di noi e tutti uguali al padre, nostra autorità. Giacobbe lotta (persino!) con Dio e vince. Abramo discute con Dio sul destino di Sodoma. Mosè chiede conto a Dio delle sofferenze del Suo popolo, Israele. Ci sono cristiani che considerano, evidentemente, il Papa come se fosse Dio. Altri che, all'opposto, fanno degli psicodrammi ogni volta che si discute di eucarestia ai divorziati risposati o temi simili. Sono atteggiamenti entrambi sbagliati. Fermiamoci un momento e prendiamo le distanze, per capire meglio luci e ombre del pontificato, ricollocando Francesco nella sua reale dimensione di essere umano. Attenzione, infine, alla dimensione collegiale della Chiesa, a fronte della quale il Papa deve sì fare da guida ma anche porsi, inevitabilmente, in ascolto. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

17 marzo 2014
: la reazione di Caino (BF706)

Le modalità di reazione, alla luce della dottrina del libero arbitrio, ad una delusione anche molto forte, come quella subita da Caino possono essere molto diverse. Caino poteva assumere Abele come un modello da seguire, ma doveva esserci in lui una bontà e una fede grande per fare questo. Ritornare a Dio con il e nel fratello poteva essere una via di uscita. La speranza di essere amato da Dio poteva non morire in Caino, ma per un mistero scoppia nella mente di Caino l'istinto omicida e, probabilmente, prima ancora l'invidia verso il fratello, il rancore verso Dio. Come sono illuminanti le parole del Vescovo Luciano Monari quando vede nell'omicidio un metodo per eliminare un termine di paragone fastidioso e restare nella solitudine del proprio delirio fisso di lontananza da Dio! Il libero arbitrio è di per sé un mistero, come anche la preferenza di Dio che scruta i cuori per l'uno o per l'altro essere umano. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

16 marzo 2014
: Trasfigurazione e ascolto (BF705)

In Matteo 11, 3 Giovanni il Battista chiede di Gesù "Sei tu colui che deve venire, o dobbiamo aspettare un altro?". Con la Trasfigurazione abbiamo una risposta a questa domanda di Giovanni il Battista e, in definitiva, a tutte le nostre domande sulla fede. Abbiamo qui l'esperienza del porci in ascolto della gloria di Dio per essere coperti anche noi dall'ombra di una nube luminosa e partecipare, con il cuore e con la mente, all'esperienza dei tre apostoli, Pietro, Giacomo e Giovanni. Gesù è accreditato dal Padre come il continuatore dei profeti dell'Antico Testamento. Un passo del Vangelo pieno di allegorie e di simboli. Dio è luce, e noi siamo illuminati da questa luce ogni giorno della nostra vita. La luce indica la natura divina di Gesù: se ci apriamo ad essa con la esperienza dell'ascolto riceviamo la Grazia che non abbandona, che non tradisce. Nel cammino verso la Pasqua, la Trasfigurazione ci indica così una tappa fondamentale. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

15 marzo 2014
: eucarestia ai divorziati risposati? (BF704)

Nel Vangelo, a proposito del giovane ricco, si legge (Matteo, 19, 24-26): "E ripeto: è più facile per un cammello passare attraverso la cruna di un ago, che per un ricco entrare nel regno di Dio". I suoi discepoli, udito questo, furono sbigottiti e dicevano: "Chi dunque può essere salvato?" Gesù fissò lo sguardo su di loro e disse: "Agli uomini questo è impossibile; ma a Dio ogni cosa è possibile". Quanto è grande, dunque, la misericordia di Dio nella Sua Onnipotenza! Questo argomento, applicato alla ricchezza, può essere riferito anche alla situazione dei divorziati risposati. Mi pare secondario stabilire se possano ricevere l'eucarestia, una decisione che spetta al clero. Non sono d'accordo a ridurre tutto a dibattito pubblico, anche le decisioni che sono riservate al Sinodo. Io ho fiducia nella Chiesa e aspetto le deliberazioni che prenderà in merito, senza ansia, senza appelli, senza angosce inutili. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

13 marzo 2014
: Siria, una guerra dimenticata? (BF703)

Siamo, molti di noi, troppo concentrati su noi stessi, per ricordarci della guerra in Siria. La globalizzazione dell'indifferenza di cui ha parlato il Papa ha creato un Paese-scarto che è la Siria. Come ho già scritto, esistono Paesi di serie A, cui viene assicurata la pace e il benessere, e Paesi di serie B, che diventano terreno di scontro delle potenze o superpotenze rimaste. Ho sottoscritto la petizione su change.org perché penso che le cose possano cambiare. Questa è una guerra particolarmente sporca perché la popolazione civile è rimasta pesantemente coinvolta. Rifornire di armi i ribelli è stata una mossa profondamente sbagliata dell'Occidente. Come se non bastasse, la situazione in Siria ora rischia l'oblio. La gente che torna alle proprie sacrosante (lo dico con ironia) private occupazioni e chi si è visto si è visto. Che tristezza e che angoscia! Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

11 marzo 2014
: un anno di Papa Francesco (BF702)

A me è piaciuta molto l'immagine della Chiesa come ospedale da campo. Purché, beninteso, non si carichi la Chiesa stessa di un ruolo eccessivo, come se essa possa salvare il mondo! Mi pare che al centro vada messo Gesù Cristo e la Sua opera di Redenzione che non si ferma alla Passione, Morte e Resurrezione ma che continua in eterno fino alla resurrezione della carne, al Giudizio Universale. Bisogna insomma avere fiducia che Gesù si prende cura di questo ospedale da campo che è la Chiesa. Per questo non abbiamo bisogno di un Robin Hood, ma di un vero imitatore di Gesù Cristo. Poi mi hanno molto colpito le idee politiche di Papa Francesco che ha detto di non essere mai stato di destra ma che ha anche aggiunto che il marxismo è sbagliato. Una posizione che piace ai moderati, anche se si intravedono innovazioni rispetto alle idee di Benedetto XVI e di Giovanni Paolo II. Resta misterioso il pensiero del Papa sulla teologia della liberazione. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

7 marzo 2014
: il Papa e i mass media (BF701)

Non posso proprio credere che il Papa sia in mala fede quando si fa intervistare dai principali quotidiani nazionali, quando compie gesti spettacolari o, meglio, altamente simbolici. Penso che sia semplicemente sé stesso, cioè un uomo con una personalità unica e molto forte. Semmai, sono i mass media che possono travisare il significato dei suoi gesti e delle sue intenzioni. Ma è meglio rischiare qualcosa per annunciare la buona notizia del Vangelo, piuttosto che stare chiusi nelle sagrestie e ammalarsi, come da più parti è stato ricordato, di autoreferenzialità. Personalmente, ringrazio tutti i redattori dei periodici cattolici come Famiglia Cristiana, Avvenire e La Civiltà Cattolica. Quest'ultima, in particolare, la cui lettura consiglio a tutti, ha dedicato approfondimenti veramente illuminanti e istruttivi sulla figura del Papa. Apprendiamo l'insegnamento di Gesù comunitariamente come Chiesa, confrontandoci tra di noi credenti. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

7 marzo 2014
: la psicologia del diavolo (BF700)

Quando si cerca di capire la psicologia del diavolo, come rivelata dalla Bibbia, specie dalle tentazioni di Gesù nel deserto, si trova, forse, una concezione utilitaristica di Dio: Dio al servizio del credente per una qualche utilità, Dio al servizio persino di Satana, per adorarlo. C'è qualcosa di delirante nella visione diabolica e di inquietante. C'è l'idea di un egoismo che asservisce l'uomo ai suoi sogni di onnipotenza (infantile?), al male, alla lussuria, al peccato in generale visto come qualcosa da cui si può trarre qualcosa di utile. Non è che il diavolo sia stupido, ma sicuramente ha una visione malata delle relazioni umane e della fede. Non a caso, si è più volte vista l'azione del diavolo dietro l'eresia nella Storia della Chiesa. La consapevolezza di avere un avvocato potente presso il Padre (1Giovanni 2, 1) ci è di sprone per coltivare sempre le virtù cristiane, per restare in Gesù (come tralci) in questa vita e oltre. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

5 marzo 2014
: il Cardinale Tagle sul Papa (BF699)

La gente si aspetta dal Papa un messaggio che nutre l'anima. Siamo un po' "bombardati dal Vangelo del Papa" che commenta tutte le mattine (durante la settimana) da Santa Marta ma è un "bombardamento di pace" che fa tanto bene. Nel frastuono mondano delle notizie che piovono da ogni mezzo di informazione, è giusto che il Papa si faccia sentire con forza e coraggio, nonché con umiltà. Ho la sensazione che il Papa rilanci la Bibbia con grande originalità di lettura. Ad esempio, quando ha detto che dobbiamo farci poveri, ad imitazione di Cristo, per fare ricchi gli altri. Probabilmente, significa che spogliandoci di noi stessi, del nostro egoismo, grazie a questo, gli altri diventano migliori, crescendo in saggezza e in amore. Questo Papa non ha la cultura astratta dell'intellettuale europeo e sintonizzarsi su di lui non è facile, né immediato, ma è cosa altamente proficua. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.


Torna ai contenuti | Torna al menu