Il perditempo

Segui AAnnibale su Twitter

Vai ai contenuti

Menu principale:


Blog Famiglia Cristiana.it 19

Pensieri e Poesie > Archivio dei Blog e Lettere

My Great Web page




11 maggio 2014
: rapporto conflittuale con i genitori (BF751)

Ci sono persone, anche molto religiose, che hanno un rapporto conflittuale con i genitori o con uno dei due. Mi sono interrogato su questo conflitto: consiste esso in odio o non esclude forse l'amore reciproco, richiede misericordia, perdono o cos'altro? Mi spiace fare una riflessione un po' amara nella festa della mamma. I sintomi del conflitto sono mancanza di dialogo sui temi profondi della vita, il dare una importanza spropositata a fatti secondari dimenticando le questioni primarie. Vorrei dire che aiutano il conflitto differenze circa la fede e la politica. Oggi, vorrei cogliere questa occasione speciale per riflettere su tutti questi conflitti, chiedendo al Signore di intervenire per riconciliare o perlomeno per renderli sopportabili nella vita di ogni giorno. La nostra responsabilità nel fare il male e la responsabilità diretta di Satana devono restare ben distinte, come scrive oggi su Avvenire Jón Kalman Stefànsson. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

9 maggio 2014
: gioia, verità, libertà (BF750)

Una porta come l'armadio magico di C. S. Lewis della serie Le cronache di Narnia (episodio Il leone, la strega e l'armadio) che introduce, se lo attraversi, in un mondo parallelo e misterioso. Qui si tratta di un viaggio immaginario e simbolico del credente che, grazie a Gesù Cristo, diventa reale per entrare in una vita nuova che è, dice il Vangelo, abbondante. Il primo elemento di questa vita nuova è forse la gioia. Come Gesù dice secondo Giovanni 16, 24: "Finora non avete chiesto nulla nel mio nome. Chiedete e otterrete, perché la vostra gioia sia piena". Il secondo la verità. Il terzo la libertà. Come ancora dice Gesù secondo Giovanni 8, 32: "conoscerete la verità e la verità vi farà liberi". La gioia, per riunire i tre elementi, di essere liberi nella verità che solo Cristo può dare come anticipa il Salmo 15,11: "Mi indicherai il sentiero della vita, gioia piena nella tua presenza, dolcezza senza fine alla tua destra". Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

9 maggio 2014
: vivere con senso di responsabilità (BF749)

L'uomo, come essere relazionale, deve crescere continuamente e si va da un estremo all'altro, di responsabilità basilare verso la società e la famiglia alla via della santità per cui si vive per fare la volontà di Dio. Il contrappasso del non utilizzo di tutti i talenti che Dio ci dà in merito a questa relazionalità è un impoverimento della persona e delle sue relazioni. Il ciclo vitale dell'individuo si nutre di queste relazioni secondo la volontà stessa di Dio ecco perché c'è il rischio che ci venga tolto anche ciò che abbiamo. L'esempio da seguire rimane quello della vita di Gesù che ha attinto al Padre per fare le opere che la Sua stessa divinità gli ispirava (Giovanni 5,19). Ad imitazione di Gesù, dobbiamo seguire le ispirazioni più nobili per guardare alle cose di lassù (Colossesi 3, 1) e sforzarci di essere responsabili fino al desiderio della santità, meta che magari non riusciremo mai a raggiungere. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

6 maggio 2014
: Chiesa e politica (BF748)

Esistono preti che sponsorizzano alcune forze politiche. La Chiesa, d'altronde, indica dei valori indirizzati a tutti i laici cattolici impegnati in politica. Si potrebbe dire che questo è un modo, indiretto, di fare politica. Il direttore di Famiglia Cristiana don Antonio Sciortino, ha più volte detto che i preti non devono stare chiusi nelle sacrestie, come vorrebbe qualcuno. E la stessa idea di Chiesa missionaria indica che essa debba impegnarsi su temi politici, evitando qualunque connivenza diretta con forze politiche che potrebbe far pensare ad una sorta di voto di scambio. Oggi, non è più evidente, come in passato, quali forze politiche rappresentino al meglio il voto cattolico. Io penso nessuna, tranne alcuni partitini minuscoli eredi della Democrazia Cristiana. La testimonianza cristiana o anticristiana di alcuni politici è sotto gli occhi di tutti e basta osservare quello che succede per formarsi una coscienza retta. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

5 maggio 2014
: il Papa e le parrocchie stanche (BF747)

La parrocchia dovrebbe essere, a mio avviso, un luogo in cui si crede anche per chi non crede e in cui si prega per chi non prega, in cui si loda e glorifica Dio per chi non lo fa. La parrocchia è un faro nella notte. E' un luogo in cui, pian piano, nella relazione con gli altri e nella fraternità, si costruisce giorno per giorno la propria personalità. Non smetterò mai di ringraziare tutti i religiosi e i laici che frequentano la parrocchia per tutto l'aiuto che mi danno durante la frequentazione della parrocchia medesima. Nell'ascolto della santa Parola di Dio, rinnoviamo la nostra fede e ci impegniamo nelle opere che scaturiscono dalla fede. Dopo aver consacrato pane e vino, sacerdote ci comunica con Gesù Cristo durante la santa Messa in cui crediamo per i fratelli che non credono. Cosa dire delle parrocchie stanche, di quelle in cui ci sono liti? Portiamo tutto questo al Signore perché le purifichi con il Suo candore onnipotente. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

4 maggio 2014
: un caso di adulterio (BF746)

E' una situazione che mi fa molta pena, perché dietro c'è una grande sofferenza che va rispettata. Le informazioni contenute nella lettera di una lettrice sono piuttosto scarne. Cosa passa nella mente di una donna che si lega ad un uomo sposato? Forse l'illusione di competere con la moglie, il sogno diabolico di sottrarre l'amato alla consorte, il desiderio di far soffrire perché, a sua volta, si ha sofferto, il desiderio di una ebbrezza esistenziale mai provata prima, il gusto per la trasgressione. Insomma, il fascino del male. Si dice che il tempo cura tutti i mali, ma in una situazione come questa li può aggravare, specie se la relazione adulterina provocasse una separazione o un divorzio con ripercussioni sulla sana crescita del figlio. Forse, invece, un giorno, tutto questo sarà solo un brutto ricordo. I comandamenti di Dio sono per il nostro bene, per la salute individuale prima che della società tutta intera. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

3 maggio 2014
: Vittorio Feltri e Pierferdinando Casini (BF745)

"L'ultimo ritorno dell'eterno furbetto" è un articolo di Vittorio Feltri che ho appena letto su internet e dedicato a Pierferdinando Casini. Ci sono dei moderati di destra, come me, che non capiscono la deriva a sinistra di Scelta Civica mentre mi è chiarissima la scelta di Angelino Alfano di appoggiare con prudenza il Governo Renzi. Storicamente, le forze liberali, cattoliche e non, alleate con gli angloamericani dal settembre 1943 e le forze partigiane cattoliche, ma, soprattutto, socialiste e comuniste, hanno gettato le basi della moderna democrazia. Questo equilibrio regge ancora e Casini si muove giustamente in questa ottica. Il timing di Casini di riavvicinamento alla destra è perfetto, stante la nascita dell'NCD e l'indebolimento di Silvio Berlusconi, la persona più falsa e, allo stesso tempo, più buona d'Italia. Perciò, voterò l'alleanza guidata da Alfano, Buttiglione, Cesa, Casini e De Poli. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

3 maggio 2014
: Pelù e Renzi (BF744)

Se le parole di Pelù hanno acceso un dibattito è perché ci sono milioni di Pelù che in Italia la pensano come lui. E' stata l'alleanza tra liberali, socialisti e comunisti (oggi post-comunisti) che ha dato libertà di parola ai milioni di Pelù che ci sono in Italia e, in definitiva, a (quasi) chiunque altro. Si può, insomma, dire di tutto, tranne che si voglia ricostituire il disciolto partito fascista o che si miri a qualunque dittatura o che si faccia del negazionismo storico sull'Olocausto. A sinistra c'è una forte spinta verso un moderatismo, che ha avuto come contraccolpo il nascere di una sinistra antagonista, rappresentata da quelli che la pensano come Pelù. Il presupposto di questo pensiero è che il lavoro non lo crea la società civile ma la politica, quasi come se le due realtà non lavorassero in sinergia per creare posti di lavoro. Insomma, Pelù ha scoperto l'acqua calda, ma un minimo di ragione, secondo me, ce l'ha. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

1° maggio 2014
: scuola paritaria e scuola pubblica (BF743)

La scuola viene oggi interpretata come espressione di un generico diritto alla cultura, da estendere nel modo più egualitario e democratico possibile. Viene dato scarso peso alle materie scientifiche nella scuola dell'obbligo e scarso è il collegamento tra preparazione scolastica e avviamento professionale. Circa il 90% degli studenti frequenta la scuola pubblica ed il restante 10% la scuola privata. La scuola dovrebbe essere una palestra dell'intelletto e dell'anima dove si impara a lavorare in squadra, a formarsi una coscienza civile e, per chi vuole, una coscienza cristiana. A questo scopo, credo che si debba promuovere la scuola paritaria per una questione di pluralismo, più che di democrazia. Il pluralismo implica infatti una maggiore libertà della famiglia nel decidere l'orientamento culturale e morale dei figli. E se lo Stato pagasse gli stipendi a tutti i professori, a qualunque scuola appartengano, paritaria o pubblica? Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

1° maggio 2014
: resurrezione e fede (BF742)

Penso che Gesù amasse molto il suo popolo, meno i rappresentati elitari della relativa religione. Però, forse, anche nei confronti di questi ultimi mostra attenzione e non indifferenza e così cerca di salvarli. L'Apocalisse scrive "Io tutti quelli che amo li rimprovero e li castigo" (3, 19). Il tentativo estremo di Dio di portare tutti alla salvezza sembra arrestarsi di fronte ad alcuni eventi estremi, come il peccato contro lo Spirito Santo ed il tradimento di Giuda Iscariota. Ma persino dalla Croce Gesù dice "Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno" (Luca 23, 34). A mio avviso, era per alcuni difficile vedere in Gesù il Messia perché, come confessano i discepoli di Emmaus prima di riconoscerlo, era stato crocifisso senza aver liberato Israele (Luca 24, 21). Ma dopo la resurrezione di Gesù, si apre uno spartiacque più chiaro, più deciso: la resurrezione indica la via messianica cristiana senza più alibi. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

1° maggio 2014
: sulla via di Emmaus (BF741)

Scrive il Cardinale Tettamanzi che "A volte siamo così presi dalla tristezza da dimenticare tutto il bene che c'è stato in un incontro, in una relazione ricca di bene". Un sacerdote al quale confidavo di vedere spesso i difetti degli altri, cioè, come dice il Cardinale, di dimenticare tutto il bene che c'è stato in un incontro, mi consigliava di vedere Dio in ogni prossimo. Dall'eucarestia può, se lo vogliamo, nascere la forza di vedere la presenza del Signore in ogni incontro autentico e significativo. Per superare tutte le piccole e grandi prevaricazioni e violenze fatte e subite, c'è bisogno della fede in Colui che ci ha salvati proprio subendo una violenza somma ed ingiusta, fino alla morte e alla resurrezione. Dobbiamo saper riconoscere Gesù dalle radici autentiche della fede che sono contenute nell'Antico Testamento per non essere stolti e tardi di cuore nel credere alla parola dei profeti. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

28 aprile 2014
: ancora sui flussi migratori (BF740)

Voglio solo ricordare ai lettori di Famiglia Cristiana che fossero interessati che in tutti questi anni ho pubblicato diversi commenti sui fenomeni migratori che ho sempre definiti inevitabili e giustificati da ragioni umanitarie. Quindi, salvo proporre alcuni limiti (come delle quote in base al Paese di origine, criterio magari, di fatto, inapplicabile), ho sempre cercato di contemperare il principio di cittadinanza e di Nazione con una misericordiosa e doverosa accoglienza. Per quanto riguarda la Convenzione di Ginevra del 1951, credo che nella Germania nazista, ebrei, comunisti e altre categorie di persone fossero discriminate per ragioni che prescindevano completamente dalla guerra o dalla miseria in cui potevano versare ed è, secondo me, a queste situazioni che pensavano gli estensori della Convenzione medesima. Pur avendo letto con attenzione le argomentazioni del dottor Fulvio Scaglione, resto quindi della mia idea. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

27 aprile 2014
: mistero della santità (BF739)

Santo è colui che ha vissuto in modo eroico le virtù della fede e questo può essere osservato e valutato dagli uomini già qui sulla Terra. Se poi il santo ha fatto dei miracoli, anche questo può essere appurato empiricamente. Noi crediamo che i santi partecipano della gloria di Dio in Paradiso. Se anche uno è non credente, può pregare Dio dicendo "Dio mio, se esisti, aiutaci a migliore questo mondo in cui tutti abitiamo". La preghiera del non credente può essere una via verso la fede. La vita ci porta a prendere delle posizioni anche scomode ed oggi è certamente scomodo dichiararsi cattolici. Il Cardinale Martini disse che è riduttivo dire che Dio è cattolico forse perché Dio è più grande di qualunque definizione. L'ammirazione per i fratelli divisi protestanti significa per i credenti la ricchezza dell'incontro nel dialogo di fronte al perdurante mistero del peccato recato dallo scisma. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

26 aprile 2014
: mio ricordo di Giovanni Paolo II (BF738)

Giovanni XXIII non l'ho conosciuto in quanto sono nato nel 1965. Giovanni Paolo II credo mi abbia riconciliato con la Chiesa quando cercavo Dio ma non avevo ancora capito due concetti. Il primo è il legame profondo tra salvezza in Dio e salvezza nella Chiesa che si esprime nelle parole di Gesù che più esplicite di così non si può: "Come il Padre ha mandato me, anch'io mando voi" (Giovanni 20, 21). Gesù ci ha lasciato con queste due realtà che operano nella nostra vita: la Chiesa e lo Spirito Santo. Su quest'ultimo, Gesù ha detto (Giovanni 16,7): "Ora io vi dico la verità: è bene per voi che io me ne vada, perché, se non me ne vado, non verrà a voi il Consolatore; ma quando me ne sarò andato, ve lo manderò". "Non abbiate paura di aprire, anzi di spalancare le porte a Cristo" disse Giovanni Paolo II. Con l'aiuto dello Spirito e della Chiesa, possiamo sicuramente accogliere questo messaggio del Papa proclamato santo domani. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

24 aprile 2014
: populismo (BF737)

Nel calderone chiamato "populismo" si mescolano tanti temi piuttosto vari ed eterogenei: il razzismo o xenofobia, il desiderio di tornare alle monete nazionali, l'avversione verso le politiche economiche di austerity, l'antisemitismo, l'anticapitalismo, la polemica contro la vera o presunta dittatura e relativi errori di banche, lobby varie e poteri finanziari, diciamo la polemica contro tutti i poteri non legittimati dal voto popolare. E' difficile affrontare in mille battute, anche solo con un breve commento, tutti questi "rivoli" di opinione. Penso e osservo che c'è molta confusione oltre che una giusta insoddisfazione per come vanno le cose. Da questa confusione cercano di trarre profitto forze politiche poco limpide, diciamo pure torbide. Si dice che non si deve perdere la speranza, ma diciamo che essa è messa a dura prova dalle statistiche che cita anche Famiglia Cristiana. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

24 aprile 2014
: sacerdozio femminile? (BF736)

Luca 10, 1 dice che "… il Signore designò altri settantadue discepoli e li inviò a due a due avanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi". Non c'è scritto da nessuna parte che tra questi settantadue discepoli non ci fossero delle donne. Se i Vescovi sono i successori degli apostoli, dovrebbe valere solo un dubbio ed un eventuale impedimento per ordinare le donne Vescovo visto che, appunto, i dodici apostoli erano tutti uomini. Come cattolico credo alla Chiesa e credo che la Tradizione sia ispirata dallo Spirito Santo. Quindi, il Vangelo non dice niente sulla possibilità del sacerdozio femminile mentre la Tradizione è contraria. Se lo Spirito non vuole che ci siano donne sacerdoti, bisogna rispettare ciò che lo Spirito dice alla Chiesa. L'altissima dignità della Madonna non può, però, essere usata come un paravento per fermare un dibattito che a livello teologico merita di restare aperto con varie opinioni che si confrontano. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

24 aprile 2014
: vignaioli malvagi (BF735)

Se la Chiesa insegna che, per i meriti di Cristo, tutti i giusti, anche appartenenti al giudaismo o ad altre religioni, possono salvarsi e se è vero, allo stesso tempo, che il concetto di "Regno di Dio" è molto più ampio di quello di "Chiesa" deve certamente essere aggiornata la lettura di questa parabola che non può essere letta come una contrapposizione tra giudaismo e cristianesimo, ma, a mio avviso, come una contrapposizione temporale tra generazioni. In altri termini, popolo significa qui generazione futura dei giusti contrapposta alla generazione di cui parla Matteo, 12, 39. La generazione di Gesù è definita adultera e perversa. Il malvagio può appartenere ad una Chiesa, professarsi cristiano, ma non appartiene al Regno perché non lo fa fruttificare, mentre, anche fuori dalla Chiesa cristiana si trovano persone giuste che concorrono alla salvezza dell'umanità intera ed al ritorno del Messia come insegna Matteo 7, 21-23. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

24 aprile 2014
: misericordia di Dio (BF734)

Uno dei più convincenti affreschi della misericordia di Dio lo trovo nella Lettera ai Romani, laddove San Paolo scrive (Romani 8, 35 e 38-39): "Chi ci separerà dunque dall'amore di Cristo? Forse la tribolazione, l'angoscia, la persecuzione, la fame, la nudità, il pericolo, la spada? … Io sono infatti persuaso che né morte né vita, né angeli né principati, né presente né avvenire, né potenze, né altezza né profondità, né alcun'altra creatura potrà mai separarci dall'amore di Dio, in Cristo Gesù, nostro Signore". Può essere capitato ad alcuni di noi che un peccato, anche se confessato e assolto, continui ad apparirci per tormentarci. Forse questa domenica che viene, la misericordia di Dio si esprime nelle parole del Vangelo perché anche noi riusciamo a perdonare noi stessi dopo che la Chiesa ci ha perdonato come è scritto in Giovanni 20, 21 e 23. Il mistero salvifico di Gesù è inseparabile dal mistero salvifico della Chiesa! Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

23 aprile 2014
: falso in bilancio e pressione fiscale (BF733)

Mi ha colpito e convinto Francesco Gaeta laddove scrive che "E' con il falso in bilancio che si creano fondi neri. E' con i fondi neri che si pagano le tangenti. Sarà anche per questo che il nuovo Commissario per la Corruzione, Raffaele Cantone, nella sua prima intervista ha chiarito che per fare sul serio bisogna rivedere la prescrizione del falso in bilancio. Cantone è uno che se ne intende, avendo per decenni lottato contro i capitali delle cosche di Camorra". Per il resto non me ne intendo. Io sono un piccolo rentier (immobiliare), disoccupato perché invalido civile al 74%, e su un reddito annuo di 13.700 euro circa pago quasi 7.000 euro tra IRPEF e IMU. I soldi per pagare le imposte me li dà mia madre anziana. Credo che una seria lotta all'evasione fiscale dovrebbe servire per alleggerire il carico delle imposte scandalosamente alto. Penso anche che, iniziato il processo penale, non dovrebbe più decorrere la prescrizione del reato. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

22 aprile 2014
: polemiche su Giovanni Paolo II (BF732)

Dovrebbe essere un momento di grande festa per la canonizzazione dei due Papi santi, ma la festa è, almeno in parte, rovinata da polemiche che ritornano sull'operato specialmente di Giovanni Paolo II. Anche un atto come l'incontro con il dittatore cileno Pinochet dovrebbe essere contestualizzato nella biografia del Papa santo, il quale ha visto tanto soffrire la sua Polonia per il regime anticristiano sotto l'ex blocco sovietico. Solo pochi sono quelli che non si sono accorti che i cristiani sono stati perseguitati dai regimi comunisti in tutto il mondo. Il dialogo con i marxisti va coltivato nella verità di questa persecuzione oppure cade e non ha senso. Invece, si assiste a proposte di dialogo da parte di frange minoritarie del mondo cattolico che non hanno mai sperimentato sulla propria pelle che cosa sia il comunismo anticristiano. Lo dice il Vangelo che non si deve filtrare il moscerino e ingoiare il cammello (Matteo 23, 24). Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

22 aprile 2014
: profughi e diritto d'asilo (BF731)

In base alla Convenzione di Ginevra del 1951, è rifugiato chi ha fondato motivo di temere la persecuzione a motivo della sua (a) discendenza, (b) religione, (c) nazionalità, (d) appartenenza ad un particolare gruppo sociale e, infine, (e) opinione politica e non vuole avvalersi della protezione del Paese di origine, o ritornarvi, per timore di essere perseguitato. Non c'è nessun riferimento alle situazioni di guerra e di miseria da cui scappano i profughi, anche se non si può, ovviamente, escludere che alla guerra o alla miseria economica si sommi uno dei requisiti previsti dalla Convenzione. Lo stesso si dica per l'art. 10, comma 3 della nostra Costituzione. Nell'impossibilità di accertare la cittadinanza dei profughi anche e spesso per la loro fuga dai centri di accoglienza, diventa difficile applicare la Costituzione e le varie Convenzioni che trattano l'argomento. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

21 aprile 2014
: pace nella carità dono di Dio (BF730)

Quel corpo quasi nudo di Gesù attaccato alla Croce ci parla, assieme alla Sua Resurrezione il terzo giorno, di un ritorno all'essenziale. Fare pulizia nella propria vita come si fa pulizia nella propria camera da letto, secondo una immagine usata con una bambina da Benedetto VXI a proposito della Confessione, è ritornare all'essenziale della vita. Perché ritornare alla carità come focus di tutta l'esistenza? Perché, come spiega San Paolo "La carità non avrà mai fine. Le profezie scompariranno; il dono delle lingue cesserà e la scienza svanirà" (1Corinzi 13, 8). Ciò che svanisce è ciò che non è essenziale, anche se è utile. Ci sono tante cose utili e una di queste è la pace fra i popoli, ma la vera pace è quella che dona la carità di Cristo nei nostri cuori e nel mondo. Senza l'aiuto del Signore, a mio avviso, ogni sforzo verso la pace è destinato a fallire (cfr. Matteo 24, 6-8). Ringrazio laparola.net. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

21 aprile 2014: Resurrezione e Redenzione (BF729)

Mi domando se Gesù, con la Sua Morte non abbia affidato a noi la Chiesa, oltre che il Suo spirito al Padre e con la Sua Resurrezione, non abbia affidato a noi il mondo. L'immagine che mi viene in mente è quella della staffetta. Gesù ci dice di aspettare il suo dolcissimo ritorno non con le mani in mano ma avendo cura del mondo e della Chiesa, della Chiesa e del mondo. Non ci lascia soli, ma ci lascia con l'aiuto, innanzitutto, dello Spirito Consolatore, poi degli angeli, poi di Maria e di tutti i santi. Quanta cura dobbiamo avere nell'innaffiare con le sante preghiere e sante opere questa pianta che Gesù ha dimostrato di amare così tanto: il mondo e la Chiesa. Come Gesù troverà queste due realtà al Suo glorioso ritorno dipenderà in grande misura da noi. L'aiuto dello Spirito Consolatore si innesca nella Redenzione, forse, come il sacrificio e la Resurrezione del Cristo. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

18 aprile 2014
: fanatismo religioso (BF728)

Il mondo è pieno di fanatici e li definirei come persone che non conoscono il senso dei propri limiti, non conoscono la tolleranza per i limiti altrui, non conoscono, in definitiva, il concetto stesso di limite. Nelle mani di queste persone, la religione diviene un feticcio pericoloso e inquietante. Di Dio hanno una immagine falsa e grottesca che porta all'intolleranza verso ogni religione diversa, inclusa quella cristiana. Ecco che Dio stesso può diventare un falso Dio, un feticcio, dicevo, pericoloso, veramente "oppio dei popoli" non come lo intendeva Marx, ma come una vera e propria droga che altera la mente e la capacità di intendere onestamente e di volere rettamente. Oltre a pregare per le persone a rischio di martirio, bisogna agire. La collaborazione della Chiesa con le autorità civili e militari diviene, a mio avviso, indispensabile per fermare gli estremisti e i fanatici ad ogni latitudine. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

17 aprile 2014
: Chiesa e mafia (BF727)

Non si può fare semplicemente un discorso di inferno e paradiso, di giudizio di Dio e di aldilà. E' chiaro che quotidianamente molti italiani, molte imprese devono fare i conti con la realtà della mafia. E allora occorre rimboccarsi le mani tutti assieme: tutti assieme perché non può essere uno scontro frontale solo della Chiesa contro la mafia. La società civile deve fare i conti con la mentalità mafiosa, come fa don Ciotti e come fa Libera che gestisce numerosi beni confiscati alla mafia. Uno sforzo corale deve innanzitutto rendere credibile il potere statale perché possa incontrare la fiducia dei cittadini. Bisogna istituire il reato dell'attentato alla libertà economica per non punire i reati di estorsione e simili contro le imprese solo con gli strumenti attuali del codice penale. Il cristiano deve sempre invitare i mafiosi ad abbandonare la strada della morte e a fare una scelta alternativa e contro corrente. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

17 aprile 2014
: Pasqua 2014, auguri (BF726)

Un movimento da e verso Cristo del nostro cuore caratterizza la vita dei cristiani. Da Cristo verso il nostro cuore perché Gesù ci viene a cercare per dirci parole di amore e di rimprovero, di realtà e di speranza, di padre fedele, di fratello che vuole risorgere assieme a noi ogni giorno sino alla fine dei tempi, quando, assieme alla nostra anima ed al nostro cuore malato e peccatore, potrà risorgere anche la nostra carne. Verso Cristo perché, se veramente è risorto, gli possiamo parlare per dirgli le nostre parole di angoscia e di gioia, di amore e di sofferenza, di benedizione e di odio, nel senso di parlargli dei nostri sentimenti negativi, delle ombre di morte che ci portiamo dentro. Cristo Risorto è Redenzione Continua del cosmo e della nostra unica storia: ci porta a riconoscere con gratitudine i doni che Dio ci ha fatto. Auguri sinceri di buona Pasqua a tutti gli amici di Famiglia Cristiana e dei social network. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

14 aprile 2014
: fedeltà all'Alleanza (BF725)

La Nuova Alleanza (su cui si veda Luca 22, 20) significherà pur qualcosa per i cristiani, come attesa da parte di Dio di rimanervi fedele; ma vorrei porre un problema ulteriore. Cioè se esista, dal punto di vista della fede, una rappresentanza oggettiva ed universale nell'Alleanza citata dei cristiani rispetto a tutti i non cristiani. I cristiani, cioè, si sforzano, non senza errori e peccati anche gravi commessi durante la Storia, per i quali ha chiesto una purificazione della memoria Giovanni Paolo II, di restare fedeli all'Alleanza istituita da Gesù Cristo, non solo per sé stessi, ma anche per gli altri, avendo di mira il solo bene dell'umanità. Per questo si fanno promotori, con i metodi democratici, di valori validi per tutti i membri della compagine sociale. Accanto a questo, c'è la fedeltà specifica all'Alleanza di tutti i battezzati, specialmente se adulti e credenti, che è imprescindibile per far crescere il Regno di Dio. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

Codice commenti (per indice analitico): da BF725 a BF777

pagina precedente

pagina successiva


7 giugno 2014
: nuovi sacerdoti milanesi (BF777)

Il Signore ci indica sempre la strada da seguire, la via, in rapporto alle situazioni che Egli stesso ci fa incontrare. E' molto bello vedere che chiama anche persone mature, già affermate in una professione. Tutto ciò che queste persone chiamate da Dio hanno imparato nella vita passata, prima dell'Ordinazione sacerdotale, non andrà perduto ma confluirà nell'alveo di una nuova consapevolezza di sé. Se uniamo le nostre preghiere per questi nuovi operai nella vigna del Signore, forse contribuiremo al loro coraggio, alla loro sagacia, alla loro perseveranza, in definitiva, alla loro fede. Come laici credo che possiamo dare molto ai sacerdoti oltre che ricevere. Tra i miei migliori amici ci sono dei sacerdoti. Ringrazio Dio di avermeli fatti incontrare per costruire un senso nell'ambito del nostro pellegrinaggio terreno, mattone dopo mattone, opera dopo opera, preghiera dopo preghiera, eucarestia dopo eucarestia. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

6 giugno 2014
: Italia senza una visione sulla famiglia (BF776)

In un altro bell'articolo (Il Governo fa dietrofront), Francesco Anfossi parla del voltafaccia incredibile del Governo Renzi. Ma non è solo lo Stato a non avere una visione; sembra piuttosto che l'intera società sia quanto mai disorientata, gli individui persi, le famiglie in affanno e senza una prospettiva chiara circa il futuro. L'Unione Europea ha messo in atto provvedimenti ed ha messo mano al portafoglio per politiche che contrastino la disoccupazione giovanile (fonte: newsletter dell'Onorevole Antonio De Poli). I fondi sono spesi meglio dai Paesi più virtuosi (se non sbaglio, Austria e Finlandia). La Chiesa dice che dobbiamo prepararci ad una società "meticcia", multi-religiosa e multi-culturale. Gli immigrati fanno figli, gli italiani no. Ha vinto la cultura della pillola e del profilattico e la paura del futuro. Ne usciremo con una nuova visione antropologica ma senza rimpiangere un passato che forse non può più tornare. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

6 giugno 2014
: Suor Cristina The Voice of Italy (BF775)

Sono secoli che la musica trasmette spiritualità, sensualità, amore per l'amato e per l'Amato, nonché la fede. Cosa è cambiato? Oggi i giovani non sono più conquistati dalla musica classica sacra per cui bisogna tentare nuove strade. Ci sono tanti gruppuscoli che suonano musica pop o rock cristiana, ma neanche loro hanno sempre un grande successo. Una iniezione di religiosità in un evento televisivo che ha assunto una risonanza mondiale è una occasione veramente provvidenziale. La ragazza, al secolo Cristina Scuccia, è spirituale, carina, disarmante. Calato il sipario, cosa resterà? Certamente un bel ricordo e soprattutto la contentezza di Gesù nei Cieli che secondo me se la ride beato. Noi tutti non possiamo credere a quanto successo, che Dio ci mandi ancora tante buone nuove da suor Cristina. E soprattutto mi viene in mente una frase di San Giovanni Bosco: "da mihi animas, cetera tolle". Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

5 giugno 2014
: Pentecoste (BF774)

Come Giuda Iscariota ricevette il diavolo e restò unito a lui sino al suicidio, così, al contrario, gli apostoli ricevono una protezione eterna dal Maligno con l'effusione dello Spirito Santo ad opera di Gesù nella Pentecoste. Ho chiesto ad un sacerdote quale sia l'essenza dell'essere cristiano e mi ha risposto: "L'essere, lo stare sempre e comunque dalla parte di Dio". Questo è frutto della nostra scelta, certamente, ma anche dell'aiuto dello Spirito. La Chiesa con la Pentecoste è certamente separata e protetta dal diavolo, purificata, santificata. Può così amministrare la remissione dei peccati perché l'autorità viene da Dio stesso. E' forse grazie alla Pentecoste se le porte degli inferi non possono prevalere contro di essa (Matteo 16, 18)? Ed il sigillo dello Spirito che dà la vita innanzitutto alla Chiesa è rappresentato dai sette doni che la Chiesa riceve nella comunione dei santi e che effonde su tutti i credenti. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

4 giugno 2014
: Berlusconi e i malati di Alzheimer (BF773)

Penso che ci sia il principio di eguaglianza di fronte alla Legge, richiamato da don Antonio Sciortino, ma anche il principio di separazione dei poteri. Quando i giudici si sostituiscono al Parlamento che è inetto o alla Costituzione che è incompleta (art. 90), è un segno di cancro della democrazia perché ci dovrebbe essere l'impeachment del Presidente del Consiglio che invece non è previsto. L'impeachment dovrebbe colpire chiunque è stato condannato per reati gravi e dovrebbe provenire da un organo politico. Forse, il potere di rimuovere il Presidente del Consiglio o qualunque parlamentare e allontanarlo per sempre dalla vita politica dovrebbe essere attribuito al Presidente della Repubblica, per un gioco di pesi e contrappesi. I poveri malati di Alzheimer non meritano una buffonata simile, in questo il lettore ha ragione ma, ripeto, viene prima la vicenda politica di quella giudiziaria. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

4 giugno 2014
: la politica economica dell'Europa (BF772)

Tutta la creatività politica dell'Unione Europea si riduce a questo: far quadrare i conti. Nessuna proposta che ci tiri fuori dal dramma della disoccupazione giovanile, a livelli drammatici. Un welfare che non ha né i vantaggi degli Stati socialisti come la Cina, né un sistema economico che gode dei vantaggi dei sistemi liberisti come quello statunitense. Disoccupazione e debito pubblico alle stelle. Secondo me, c'è uno scontro epocale tra debitori e creditori e stanno vincendo i secondi, interessati alla bassa inflazione e alla sicurezza del credito. Creditori: banche, titolari di rendite piccole e grandi, pensionati vincono con l'euro. Perdono lo Stato e i cittadini che ne ereditano lo sfascio finanziario. Occorre una Rivoluzione, non basta una semplice riforma. Forse ci vorrebbero due euro: un euro del nord Europa ed un euro del sud Europa. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

4 giugno 2014
: rapporto con Dio e pietà (BF771)

Ho trovato nel libro di Amedeo Cencini, La gioia, BUC, delle parole bellissime che vorrei condividere su Famiglia Cristiana. "Il cristiano, l'autentico credente" - scrive l'Autore - "è colui che in tutte quelle situazioni in sé negative … ha scoperto la felicità" (op. cit., p. 93); "ha imparato a godere proprio laddove l'uomo di solito non può che soffrire" (op. cit., p. 94); "a sentirsi da Lui particolarmente custodito proprio quando si è abbandonati e traditi" (op. cit., loc. cit.). Nel "passaggio provvidenziale della prova" si scopre innanzitutto la pietà per sé stessi nel tentativo di ricostruire una vita talvolta devastata dall'esperienza del diabolico, del peccato. Così, la pietà per sé stessi, temprata dalla prova, diventa pietà per gli altri perché Dio ha reso una risposta convincente al problema del dolore. "Un Dio vivente al quale si può, anzi si deve, chiedere risposte sulle tragedie che ci sono accadute" (Abraham Skorka). Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

29 maggio 2014
: come girasoli verso la Luce (BF770)

Ho letto sul numero in edicola di Famiglia Cristiana la risposta di don Antonio Sciortino a Luciano Buscemi, presidente Associazione "Il Pianeta dei clown" laddove il direttore di Famiglia Cristiana cita una "frase che campeggia in tanti centri della cooperativa 'Cecilia'" e la frase che mi ha particolarmente colpito è la seguente: "Le persone Down sono come i girasoli, si girano sempre verso chi dà loro più luce". Ecco perché nella vita ci sono persone di riferimento che sono un po' come papà e mamme adottive. Gesù stesso è descritto come "sole che sorge" nel Benedictus. Girandoci tutti come girasoli verso Gesù, siamo grati del battesimo ricevuto. Colui che ha ricevuto dal Padre ogni potere in cielo e sulla terra, anche se a volte ne dubitiamo, ci irradia con i raggi della Sua luce, ci scalda, ci consola affinché "osserviamo tutto ciò che ci ha comandato" e cresciamo nella carità come suoi amatissimi figli adottivi. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

28 maggio 2014
: pubblicità offensiva (BF769)

Il lettore parla di pubblicità "blasfema e diseducativa" mentre il direttore di Famiglia Cristiana don Antonio Sciortino usa toni più soft dicendo che si è voluto "strafare" e augurandosi "più sobrietà e meno presunzione". Anch'io sono stato colpito negativamente da questa pubblicità che credo urti la sensibilità dei cristiani. Di per sé l'abbinamento con il calcio non è blasfemo perché il calcio non ha nulla di anticristiano, ma si tratta di un chiaro abuso di potere (in senso a-tecnico) da parte della RAI. Oltre che di abuso di potere, parlerei di cattivo gusto. Cosa accadrebbe se si offendessero i simboli dell'Islam o dell'Ebraismo? Ormai, il cristianesimo, visto come totem dominante a disposizione di tutti, da trattare come un pallone di calcio, cioè da strapazzare a piacere secondo i gusti del momento ed il marketing di moda, è veramente svilito da una certa cultura (neopagana?) che non si fa scrupoli pur di fare audience. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

26 maggio 2014
: il centro politico evaporato (BF768)

Conversavo pochi giorni fa, prima delle elezioni, con un carissimo amico prete che ha sempre votato per Forza Italia e per il PDL e ora mi preannunciava il voto per Matteo Renzi. Mi pare che ci sia stato un esodo poderoso dal centro-destra alla sinistra e le ragioni devono analizzarle gli esperti. Io mi limito a spiegare la mia simpatia per NCD-UDC. Vorrei che si tutelasse il povero Abele e non si coltivasse sempre la solita retorica a favore di Caino. Vorrei che si tutelasse il lavoro ma anche, parimenti, la famiglia e la proprietà privata. Se i voti si sono spostati, forse è perché è mancato un riformismo di destra che non si risolvesse nelle solite leggi ad personam o nella campagna elettorale un po' discutibile incentrata, tra l'altro, su Dudù e i sui cani in generale. Alfano, poi, si un po' appiattito sulle posizioni del PD. Ci vuole del coraggio per sostenere le idee di una destra europeista, seria, moderata. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

26 maggio 2014
: non vi lascerò orfani (BF767)

Ho mandato un commento che non è stato pubblicato. Vorrei sottoporre un commento diverso, nella speranza della pubblicazione. Mi domando che cosa significhi "non vi lascerò orfani, ritornerò da Voi" (Giovanni 14, 18). Gesù è il primo Paraclito che promette di mandarci lo Spirito Santo. Si eleva così la nostra preghiera perché la nostra fede cresca nella fedeltà a Gesù e nell'amore per Lui affinché siamo amati dal Padre e Gesù stesso si manifesti a noi (id., 14, 21). Il manifestarsi di Gesù a noi e dello Spirito Santo a noi è la meta della nostra vita spirituale di fede. E' come una pianticella da coltivare con cura. Si richiede una fede che è totale fiducia nell'affidare al Signore della vita e della Storia il nostro destino. In questa fiducia, la manifestazione di Gesù non rimane un fatto sterile, ma un seme che produce ora poco ora molto frutto, secondo la Grazia ricevuta e secondo le nostre opere. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

26 maggio 2014
: il successo elettorale del PD (BF766)

Gli italiani, attanagliati da una crisi economica unica, indecifrabile e di cui non si vede la soluzione, si sono aggrappati ad un sogno. Un sogno che ha come ingredienti una forte componente riformista, una moderazione che piace a gran parte dell'elettorato, una sinistra alla Tony Blair e il carisma personale ed unico del leader Matteo Renzi, con il suo cattolicesimo un po' strano ed eterodosso. Scomparsa delle ali estreme a destra e a sinistra. Addio, forse, ad alcuni provvedimenti come l'amnistia ai carcerati. Certo che l'impulso che il voto può dare alle riforme è evidente. Per gli elettori di centro-destra come me che hanno come riferimento l'alleanza NCD-UDC, la più grande preoccupazione è la mancanza di una destra credibile, seria, affidabile. Per Silvio Berlusconi forse questo era l'ultimo treno che passa, dopo tanti successi e altrettante contestazioni. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

26 maggio 2014
: Papa Francesco in Terra Santa (BF765)

Il Papa ha fatto una cosa così originale da meritare lodi così encomiastiche? Per il 90%, ha ripetuto cose già dette negli anni da molti osservatori. Ma, giustamente, se è il Papa a prendere queste iniziative, ciò è destinato a lasciare un solco nella Storia e mi riferisco specialmente all'invito ad Abu Mazen e Simon Peres a venire a discutere e pregare assieme a casa sua e nostra, in Vaticano. Non si deve, a mio avviso, mai disperare che le cose cambino in meglio. Credo che la pace armata imposta da Israele abbia alcune ragioni valide e non sia solo follia. Nell'intervista apparsa su La Stampa di sabato 24 maggio a Simon Peres, quest'ultimo ha dichiarato con grande lucidità che Papa Benedetto XVI ci diceva che cosa dobbiamo fare mentre Papa Francesco ci dice come dobbiamo essere. Un'intuizione che ci azzecca, mi pare, parecchio. Nel frattempo, Israele prospera anche economicamente e non è una colpa, specie nel giudaismo. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

22 maggio 2014
: omofobia, gender, scuola (BF764)

Cosa insegnano i genitori cattolici ai propri bambini sulla sessualità in generale e sulla omosessualità in particolare? Nelle scuole pubbliche trova un posto sufficiente l'informazione circa le realtà e le verità proposte dal cristianesimo? A che punto è la pastorale sugli omosessuali? La nuova legge sull'omofobia (non entrata ancora in vigore, mi pare) è costituzionale laddove sembra censurare, come rileva il direttore don Antonio Sciortino, semplici prese di posizione e opinioni dettate dalle proprie convinzioni religiose? Ci sono molti problemi sul tappeto. La filosofia del gender è in realtà un insieme di indirizzi diversi fra di loro per cui la situazione al riguardo rimane per me confusa. Bisognerebbe però, secondo me, stabilire un limite di età (12 anni?) prima del quale va difesa l'istanza della famiglia nell'educazione dei figli che deve prevalere su indirizzi diversi proposti durante l'iter scolastico. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

22 maggio 2014
: amore trinitario in San Giovanni (BF763) (inviato, non pubblicato)

Oggi che la nostra fede, come anche in passato è accaduto, è messa alla prova dalle dure esperienze della vita, ci è di consolazione questo passo del Vangelo che annuncia: "non vi lascerò orfani, ritornerò da Voi" (Giovanni 14, 18). Un piccolo e straordinario trattato, concentrato davvero in poche righe, sulla dottrina trinitaria per cui il Padre, lo Spirito e Gesù sono una cosa sola e tre realtà distinte allo stesso tempo. Si eleva così la nostra preghiera perché la nostra fede cresca nella fedeltà a Gesù e nell'amore per Lui affinché siamo amati dal Padre e Gesù stesso si manifesti a noi (id., 14, 21). Si parla di doni che il mondo non conosce perché il mondo "non vede e non conosce lo Spirito di verità" (id., 14, 17). Si richiede una fede eroica che si interroga sul momento dell'incontro con il Signore alla nostra morte. Una fede che è totale fiducia nell'affidare al Signore della vita e della Storia il nostro destino. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

21 maggio 2014
: elezione diretta del Presidente CEI (BF762)

Il metodo di elezione diretta del Presidente della CEI (la prossima è prevista per novembre) mi pare un segnale importante di democrazia e collegialità nella gestione della Chiesa. Si esce da una visione paternalista e semi-autoritaria per approdare ad una concezione evangelica, come ricorda l'episodio della scelta di Mattia al posto di Giuda Iscariota. Mi sono parse molto belle le parole del Cardinale Marc Ouellet: "L'Assemblea è esercizio di potatura dal momento che, per arrivare a una decisione comune, ognuno deve essere disposto all'accoglienza e alla condivisione, anche a prezzo di qualche concessione o rinuncia affinché regni l'unità. Per questo chiediamo la grazia di non abbassare il livello spirituale della nostra Assemblea a un gioco di fazioni, di polarizzazioni e di politica". La Chiesa porta frutto nell'unità. Chiarite le proprie idee, ogni cattolico autentico si adegua alle decisioni dei Vescovi e del Papa. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

20 maggio 2014
: la gioia di appartenere alla Chiesa (BF761)

Ho seguito tutto l'intervento del Papa in diretta tramite il sito di Famiglia Cristiana che ringrazio. Ho trovato parole sagge e condivisibili, talora un po' astratte. Vorrei fare una riflessione su un aspetto: la gioia di appartenere alla Chiesa. Molte persone come me svolgono nella Chiesa compiti di grande semplicità, compiti molto umili. Io come volontario non faccio nulla di veramente importante in Parrocchia, ma mi chiedo "che non sia questa la volontà di Dio per me?". Mi sentivo frustrato, ma poi mi è venuto questo dubbio leggendo una riflessione di Amedeo Cencini sull'episodio di Gesù a casa di Marta e di Maria. Marta, scrive Cencini, "non ama quel che fa" in quanto "fa un servizio che ha la sua dignità, ma lei non la riconosce, e finisce per servire senza gioia" (La Gioia, BUC, p. 72). E se ciò che facciamo ogni giorno per la Chiesa, per quanto semplice e ripetitivo, non fosse proprio la volontà di Dio? Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

20 maggio 2014
: l'obbligo di celibato (BF760)

Si parla tanto di santità come percorso obbligato di ogni battezzato, concetto sul quale non sono assolutamente d'accordo perché c'è chi è chiamato, eletto, per la santità e c'è chi è chiamato ed eletto per una vita cristiana "normale" in cui comunque e sempre "tutto è grazia". Siamo fermi ad una Chiesa che condanna la masturbazione come peccato mortale, cosa dire sulle donne innamorate ed, eventualmente, amanti di un sacerdote? Dovrebbe valere la stessa regola che vale per gli omosessuali: vivano l'innamoramento castamente o la castità non è più un valore cristiano? Il Vangelo non dice di sottrarre i propri redditi ai fedeli e ai poveri per mantenere una donna e se una donna uno non la può mantenere neppure abbia rapporti sessuali con lei. Certo la comprensione umana rimane, ma non ho capito cosa chiedono esattamente queste donne. Sono pienamente d'accordo con il pensiero del Papa esposto dal bravissimo Antonio Sanfrancesco. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

19 maggio 2014
: cuore fermo o ballerino? (BF759)

Ho parlato di recente con un sacerdote cui dicevo di avere fisso il cuore sulle cose materiali, legate al lavoro e alla situazione economica e poco fisso sulle cose sante di Dio. Mi ha risposto di chiedere alla Madonna di venire ad abitare nel mio cuore, anche per superare le frequenti crisi di ansia di cui soffro. Penso, quindi, di avere un cuore ballerino e non fermo. Credo sia un peccato da confessare. Il Vangelo è molto chiaro nel dire (Luca 12, 29-31) "Non cercate perciò che cosa mangerete e berrete, e non state con l'animo in ansia: di tutte queste cose si preoccupa la gente del mondo; ma il Padre vostro sa che ne avete bisogno. Cercate piuttosto il regno di Dio, e queste cose vi saranno date in aggiunta". Sono convinto che, nonostante la mia poca fede, l'ansia non passerà mai perché è legata a problemi psicologici difficili da risolvere. Convivo con l'ansia e con la fede: stanno male assieme ma stanno assieme. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

18 maggio 2014
: Dio ci ascolta? (BF758)

Dio ci ascolta? Quando gli chiediamo che non ci siano più intolleranza religiosa, persecuzione contro i cristiani, l'apostasia come reato da punire addirittura con la morte. Dio ascolta il nostro grido vero l'orrore della guerra, del commercio ingiusto di armi, di oppressione criminale dell'uomo sull'uomo? Dio ascolterà il nostro grido di richiesta di aiuto? A volte sento il Signore distante, quasi indifferente. Mi viene in mente Isaia 59,2: "Ma le vostre iniquità hanno scavato un abisso fra voi e il vostro Dio; i vostri peccati gli hanno fatto nascondere il suo volto così che non vi ascolta". E resto confuso, sconsolato e afflitto. Fin quando lotteremo per un mondo migliore? O saremo sopraffatti dall'inerzia e dal pessimismo? Preghiamo, certo, ma forse non basta. Bisogna pregare di agire nel modo giusto. Forse le religioni possono unire le loro forze per porre fine all'orrore che c'è sulla Terra. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

18 maggio 2014
: persone moleste in Parrocchia (BF757)

Purtroppo in Parrocchia ci sono persone moleste che bisogna sopportare come dice la sesta opera di misericordia spirituale: "sopportare pazientemente le persone moleste". Ci sono persone che non accettano assolutamente la correzione fraterna perché pensano e dicono "chi sei tu per correggermi? Non ne hai l'autorità". Se poi provi a lamentarti di loro con il Parroco che le convoca e le riprende (il quale evidentemente ha l'autorità per la correzione fraterna) diventi un Giuda Iscariota, un diffamatore, uno che chiacchiera e che sparla dietro le spalle. Insomma, sarà vero, come dice il Papa, che "nella vita i conflitti ci sono, il problema è come si affrontano" ma io, per i miei limiti, mi sono trovato spesso di fronte a conflitti ingestibili con le mie povere forze umane. Forse, bisognerebbe essere santi per affrontare l'antipatia e l'ostilità aperta e finanche ingiuriosa e diffamatoria di alcuni fratelli, ma a me questa santità manca. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

17 maggio 2014
: le false vette e la fede nel Risorto (BF756)

Nel camminare in montagna ci sono a volte delle "false vette", raggiunte le quali si constata che il traguardo da raggiungere è oltre. Il bisogno insoddisfatto di infinito (la vetta) si accompagna spesso al dubbio circa la vetta che si può vedere. Così è il percorso della fede. Non ho nulla da aggiungere al bellissimo commento del Cardinale Ravasi tranne queste povere e forse sciocche osservazioni. Completo solo dicendo che il dubbio può essere sintomo di incredulità o forse anche di prudenza. I frutti di Gesù sono le persecuzioni che ha subìto, oltre ai miracoli che compie apparendo entro le mura dopo la Sua Resurrezione. Con un corpo spiritualizzato, si dona ancora una volta agli increduli e ai (troppo?) prudenti per rivelare la Sua maestà divina. Siamo tutti viandanti di montagna. Riuscirà la nostra anima orribilmente macchiata di ogni sorta di peccato a raggiungere la vetta che è sintonizzarsi con l'essenza della realtà divina? Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

15 maggio 2014
: le promesse di Gesù (BF755)

Ci sono tanti temi in questo passo di Vangelo, così ricco, così intenso, così sorprendente. Il termine che per primo mi viene in mente è "pienezza": Gesù come pienezza della rivelazione del Padre. Il Padre si rivela in Gesù, tramite Lui. L'esordio che dobbiamo tenere a mente è che non sia turbato il nostro cuore. Il premio che Gesù ci promette sia la meta della nostra vita, del nostro pellegrinaggio terreno, lontano da ogni ansia che ci assilla, dai tanti problemi del mondo che ci affaticano. Qui si rivela il credente nella sua umiltà ma anche nella sua gloria insperata perché "anche chi crede in me, compirà le opere che io compio e ne farà di più grandi, perché io vado al Padre". Dio ci dà la forza della sequela, ci dà la fortezza di cui parlava poco tempo fa Papa Francesco. Preghiamo, dunque, innanzitutto di compiere queste opere di cui parla Gesù, perché sia santificato il nome del Padre, perché sia fatta la Sua volontà. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

15 maggio 2014
: Berlusconi ai servizi sociali (BF754)

Lo sguardo morboso con cui possono essere seguite le vicende di Silvio Berlusconi dipende a mio avviso più dall'osservatore (quindi può dipendere, sarebbe meglio dire) che dalla oggettività degli eventi. Poi Berlusconi è uno che da tutta una vita è maestro nell'attirare su di sé l'attenzione. Se tutto si risolve in una operazione di marketing, bisogna interrogarsi sull'autenticità di tutta questa vicenda sul piano umano. I due estremi opposti dell'accanimento (se mai c'è stato) e della compassione popolare sono, secondo me, da rifuggire. L'importante è che noi tutti impariamo qualcosa da questa lezione. Non è questione di rieducazione (il che mi farebbe venire in mente, ad esempio, Pol Pot), ma di crisi di coscienza che dovrebbe essere innescata, se ci fosse un po' di buona fede e, ripeto, di autenticità. Certo non aiutano un clima di riconciliazione le dichiarazioni dell'interessato su presunti complotti e persecuzioni a suo danno. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

14 maggio 2014
: complotto contro Berlusconi? (BF753)

Silvio Berlusconi ha stretto alcune amicizie pericolose: con Putin e con Gheddafi, ad esempio. Ora, se non si potevano prevedere i fatti di Ucraina, si poteva invece sapere di Lockerbie. Berlusconi nega lo sfruttamento della prostituzione, la corruzione di giudici e l'evasione fiscale ma molti non la pensano come lui. Forse, Silvio Berlusconi ha sopravvalutato il potere ed il prestigio dell'Italia sullo scenario internazionale, errore che francesi e britannici difficilmente perdonano. Se andasse al potere Beppe Grillo, qualcuno rimpiangerebbe, nonostante tutto, Silvio Berlusconi ma sarebbero lacrime di coccodrillo. Nel frattempo, in Italia, stando ai sondaggi, non si riesce a creare un centro moderato o forse lo sta creando proprio Matteo Renzi, con una verniciatura di sinistra che non guasta il palato di molti elettori. Ho già sostenuto che Berlusconi è buono ma falso. La falsità premia subito, ma alla lunga tradisce chi la pratica. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.

12 maggio 2014
: intolleranza religiosa (BF752)

Il Papa dice cose sante. Indirettamente, parla del problema dell'intolleranza religiosa. Quanta intolleranza si constata anche tra i cristiani! Perché, anziché uniformarci all'immagine della Chiesa che offrono le Sacre Scritture, anziché farci guidare dallo Spirito Santo, ci intestardiamo su una nostra idea di cristianesimo. Un'idea frutto di pregiudizi personali che ci fanno dispensatori di "etichette" da attaccare sugli altri. "Questo non mi piace perché è un marziano"; traduzione: "è un cristiano troppo conservatore, oppure troppo progressista o è politicamente schierato su un altro versante". Cosa ci dice lo Spirito Santo sui non credenti, ad esempio? La Bibbia è chiara: ogni essere umano è fatto ad immagine e somiglianza di Dio ed ha per questo una incancellabile dignità e libertà. La Costituzione della nostra Repubblica, art. 3, comma primo, è più avanzata della mentalità di alcuni di noi credenti. Facebook: AAnnibaleChiodi; Twitter: @AAnnibale.


Torna ai contenuti | Torna al menu