Il perditempo

Segui AAnnibale su Twitter

Vai ai contenuti

Menu principale:


Andrea Annibale Chiodi: giurista

Personali

My Great Web page

Per circa quattro anni mi sono occupato di diritto comparato vincendo un dottorato di ricerca che ho dovuto abbandonare dopo un anno per motivi di salute.

I modelli giuridici comparati danno un particolare valore euristico alle ricerche che vi sono condotte.

Personalmente, mi sono occupato di usufrutto, nuda proprietà e aspettativa reale in diritto comparato, con particolare attenzione al diritto anglo-americano.

Nonostante il diritto angloamericano non abbia avuto contatti significativi col diritto romano-franco-germanico (almeno in questa materia) si può notare una convergenza dei modelli operativi basata su ragioni che ho cercato di porre in evidenza con modelli di analisi economica.

Due miei articoli, i più significativi, sono pubblicati sulla rivista Quadrimestre, Giuffrè, del 1992.

Mi sono laureato sulla
Multiproprietà immobiliare nel marzo del 1990 con 110/110 lode e menzione (media esami 29,5/30).

Le mie conclusioni, in grande sintesi, sulla Multiproprietà sono state le seguenti:

1) La comunione turnaria e la proprietà turnaria sono due ipotesi entrambe ammesse dall'ordinamento e praticabili dalla prassi commerciale nel rispetto dell'autonomia negoziale delle parti.
2) Solo la comunione turnaria, cioè la prima ipotesi, era nota al diritto romano.
3) La proprietà turnaria è una ipotesi moderna, resa possibile dalle modalità di trasferimento della proprietà (trasferimento automatico della proprietà come nel caso di termine o condizione apposto ad un contratto di vendita).
4) Il principio di divisibilità del bene comune non si dovrebbe applicare, de iure condendo alla Multiproprietà in forma di comunione turnaria. Ciò dipende dal successo dell'operazione commerciale nel valorizzare il valore di mercato del bene venduto in quote turnarie.

Andrea Chiodi


Torna ai contenuti | Torna al menu