Il perditempo

Segui AAnnibale su Twitter

Vai ai contenuti

Menu principale:


Tema teologico del mese de Il Perditempo.org

Religione

My Great Web page




Tema teologico del mese (agosto 2017): Proverbi 8,14

"A me appartiene il consiglio e il buon senso, io sono l'intelligenza, a me appartiene la potenza".

Breve commento: "Gli uomini dotati di sapienza possono insegnarci molte cose, per questo sono perle preziose".

Tema teologico del mese (luglio 2017)
: Salmi 17,27

"con l'uomo puro tu sei puro, con il perverso tu sei astuto".

Breve commento: "Non illudiamoci di ingannare Dio ma, riconoscendo le nostre colpe, chiediamo che ogni giorno ci dia la grazia di essere perdonati e purificati".

Tema teologico del mese (giugno 2017)
: Proverbi 16,8

"Poco con onestà è meglio di molte rendite senza giustizia".

Breve commento: "La ricchezza iniqua distrugge la fede, emargina la carità, vanifica la speranza".

Tema teologico del mese (maggio 2017)
: Matteo 7, 15-20.

"Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete. Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. Ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco. Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere".

Breve commento: "Preghiamo il Signore si produrre frutti buoni. Grazie alla fede in Gesù, questi frutti buoni maturano nel profondo del nostro cuore. E' bello vederli nascere e trasformarsi in azione concreta che incide sulla realtà, che santifica la Storia e le vicende umane".

Tema teologico del mese (aprile 2017)
: 1Corinzi 13,5

"[la carità] non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto ...".

Breve commento: "Cerchiamo di vivere questa pagina intensa della Scrittura per migliorare il nostro rapporto con Dio e con gli altri in un movimento di perenne che rivolga il nostro sguardo al sole che sorge, cioè Gesù Cristo Signore".

Tema teologico del mese (marzo 2017)
: Salmi 49, 16-17

"All'empio dice Dio: «Perché vai ripetendo i miei decreti e hai sempre in bocca la mia alleanza, tu che detesti la disciplina e le mie parole te le getti alle spalle?".

Breve commento: "Quanta confusione generano nella Chiesa il settarismo, le mormorazioni maligne, il fanatismo ideologico o fondamentalista. Ecco, gli empi vorrebbero addirittura insegnare alla Chiesa e guidarla ma vengono prontamente smascherati dal Signore. Perciò mediamo sul modo in cui abbiamoi accolto l'amore e l'autorità della Chiesa perché essa non è stata edificata invano".

Tema teologico del mese (febbraio 2017)
: Ebrei 10,34

"Infatti avete preso parte alle sofferenze dei carcerati e avete accettato con gioia di esser spogliati delle vostre sostanze, sapendo di possedere beni migliori e più duraturi".

Breve commento: "Accettiamo l'ingiustizia subita perché siamo convinti che Dio stesso ci ama a tal punto dal toglierci il superfluo per donarci l'essenziale. Fin quando l'anima non risposa in Dio, infatti, non posiamo possiamo dire che possediamo questi beni migliori e più duraturi. E questo già nella vita terrena, vivendo all'interno stesso del Regno di Dio".

Tema teologico del mese (gennaio 2017)
: Giovanni 1,18

"Dio nessuno l'ha mai visto: proprio il Figlio unigenito, che è nel seno del Padre, lui lo ha rivelato".

Breve commento: "Quando Dio si rivela, cade l'immaginazione di un Dio diverso. Quanto abbiamo resistito a Cristo prima di cedere! Con i nostri sogni immaginavamo un Dio diverso. Se, però, Cristo ha vinto nei nostri cuori, questo va a nostro parziale merito ed è una grande benedizione".

Tema teologico del mese (dicembre 2016)
: Romani 12,10

"Fate dunque opere degne della conversione e non cominciate a dire in voi stessi: Abbiamo Abramo per padre! Perché io vi dico che Dio può far nascere figli ad Abramo anche da queste pietre" (Luca 3,8).

Breve commento: "Giovanni il Battista ci spinge ad osare al di là del nostro coraggio per scommettere tutto sulla nostra fede. Così saremo degni di essere chiamati figli di Dio, se abbiamo fiducia nella Sua Onnipotenza".

Tema teologico del mese (novembre 2016)
: Romani 12,10

"amatevi gli uni gli altri con affetto fraterno, gareggiate nello stimarvi a vicenda".

Breve commento: "Perché la Parola del Signore ci chiede di stimarci a vicenda? Non è forse questo atteggiamento una palestra di umiltà. Una palestra che, inoltre, serve a valorizzare negli altri il meglio di sé stessi, il meglio di ciò che possono dare".

Tema teologico del mese (ottobre 2016)
: Salmi 138,6

"Stupenda per me la tua saggezza, troppo alta, e io non la comprendo.

Breve commento: "Che cosa capiamo delle logiche del Signore Dio? Eppure siamo stati fatti a sua immagine e somiglianza. Camminando per i sentieri del mondo, pensiamo all'amore del Signore per noi e questo ci basta".

Tema teologico del mese (settembre 2016)
: Luca 14, 12-14

"Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici, né i tuoi fratelli, né i tuoi parenti, né i ricchi vicini, perché anch'essi non ti invitino a loro volta e tu abbia il contraccambio. Al contrario, quando dai un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti».

Breve commento: "I giusti di cui parla il Vangelo commentato sono quelli che Gesù stesso reputa tali. Se si pensa al prossimo, spesso lo si fa in termini di vantaggi da acquisire. Qui la logica è ribaltata. Ci si deve chiedere che cosa abbiamo da donare".

Tema teologico del mese (agosto 2016)
: Giacomo 5,5

"Avete gozzovigliato sulla terra e vi siete saziati di piaceri, vi siete ingrassati per il giorno della strage".

Breve commento: "Arricchirsi guardando alle cose di lassù implica fare delle scelte quotidiane, a volte dolorose. Se speriamo qualcosa, speriamolo da Dio che ci consola e ci guida sulla strada della perfezione nella misericordia, sul fondamento della fede, della speranza e della carità che sostengono come pilastri la Chiesa stessa".

Tema teologico del mese (luglio 2016)
: Matteo 6,1

"Guardatevi dal praticare le vostre buone opere davanti agli uomini per essere da loro ammirati, altrimenti non avrete ricompensa presso il Padre vostro che è nei cieli".

Breve commento: "Che bella notizia: le nostre opere buone hanno una ricompensa. Questa ricompensa vale più di tutti gli onori terreni e ci innalza verso Dio".

Tema teologico del mese (giugno 2016)
: 1Samuele 2, 6

"Il Signore fa morire e fa vivere, scendere agli inferi e risalire".

Breve commento: "Non sappiamo dove siamo diretti se non prendiamo coscienza di essere una freccia scoccata dall'Alto, dal Signore. Allora, una freccia ha un bersaglio, un obiettivo. Questo obiettivo può essere la santità, verso la quale ci impegniamo con il battesimo. Più progrediamo nella fede in Cristo, più orientiamo la nostra vita al sole che sorge, cioè Gesù. Orientando così la nostra vita, troviamo un'acqua che ci disseta per l'eternità, perché è un dono di Dio stesso".


Tema teologico del mese (maggio 2016)
: 1Pietro 2, 9

"Ma voi siete la stirpe eletta, il sacerdozio regale, la nazione santa, il popolo che Dio si è acquistato perché proclami le opere meravigliose di lui che vi ha chiamato dalle tenebre alla sua ammirabile luce ... ".

Breve commento
: "Se siamo all'altezza della grande responsabilità che la Parola ci assegna, confidiamo non solo nelle nostre forze ma nella potenza che viene dall'alto; la luce vera venuta nel mondo, Gesù Cristo Signore, ci indichi la via della santità, della pace e della fratellanza".

Tema teologico del mese (aprile 2016)
: Luca 19, 39-40

"Alcuni farisei tra la folla gli dissero: «Maestro, rimprovera i tuoi discepoli». Ma egli rispose: «Vi dico che, se questi taceranno, grideranno le pietre».".

Breve commento
: "Sforziamoci di dare spazio alla Parola di Gesù in tutti gli ambiti della vita umana perché è portatrice di speranza e di salvezza".

Tema teologico del mese (marzo 2016)
: Luca 6, 36

"Siate misericordiosi, come è misericordioso il Padre vostro".

Breve commento
: "Si parla di un concetto - la misericordia - che rischia di essere abusato. La misericordia va usata verso tutti, non solo verso i peccatori, ma anche verso i giusti che a loro modo sbagliano. La corona della Gloria di Gesù Cristo è incastonata di prete preziose una delle quali è la misericordia che è una forma di carità; le altre sono fede, giustizia, verità e speranza".

Tema teologico del mese (febbraio 2016)
: 2Timoteo, 3-4.

"Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole".

Breve commento
: "le favole sono storielle inventate da Lucifero per distogliere gli uomini dalla verità. La preghiera incessante della Chiesa perché la nostra fede sia autentica e la nostra testimonianza credibile ci sostiene in questo pellegrinaggio che avrà una fine nella meta eterna, se ne siamo degni".

Tema teologico del mese (gennaio 2016)
: Salmi 36, 21

"L'empio prende in prestito e non restituisce, ma il giusto ha compassione e dà in dono".

Breve commento
: "Prendiamo in prestito la santità da Dio, a volte tramite gli angeli che incontriamo sulla terra. Siamo riconoscenti al Signore e riceveremo una corona di gloria".

Tema teologico del mese (dicembre 2015)
: Matteo 12, 7

"Se aveste compreso che cosa significa: Misericordia io voglio e non sacrificio, non avreste condannato individui senza colpa".

Breve commento: "Il Signore è misericordioso. Ricordandoci di questo, compiamento con serenità il nostro percorso di fede, ricercando tutto ciò che nel mondo è lodevole e giusto".

Tema teologico del mese (novembre 2015)
: Giacomo 1, 17:

"ogni buon regalo e ogni dono perfetto viene dall'alto e discende dal Padre della luce, nel quale non c'è variazione né ombra di cambiamento".

Breve commento: "Qualcuno ha detto che il diavolo, oltre che seminare zizzania, cioè dividere, cambia in continuazione. Rifletto sul fatto che il diavolo è diviso in se stesso. Preghiamo per tutti quelli che ne sono, in un modo o nell'altro, prigionieri".

Tema teologico del mese (ottobre 2015)
: Matteo 9,13

"Andate dunque e imparate che cosa significhi: Misericordia io voglio e non sacrificio. Infatti non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori".

Breve commento: "A volte si confonde il peccatore con il malvagio. Gesù non ha mai detto a nessuno di essere malvagio".

Tema teologico del mese (settembre 2015)
: Galati 5, 13

"Voi infatti, fratelli, siete stati chiamati a libertà. Purché questa libertà non divenga un pretesto per vivere secondo la carne, ma mediante la carità siate a servizio gli uni degli altri.".

Breve commento: "La libertà può essere usata male, cioè vivendo secondo la carne. Oggi dobbiamo cercare i beni di lassù, conformando la nostra immagine, cuore, anima, mente, alla figura di Cristo".

Tema teologico del mese (luglio 2015)
: Matteo 5, 38-39

"Avete inteso che fu detto: Occhio per occhio e dente per dente; ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi se uno ti percuote la guancia destra, tu porgigli anche l'altra".

Breve commento: "E' sicuramente una delle parole di Gesù più difficile da mettere in pratica. La Bibbia dice che Mosè era l'uomo più mansueto della terra (Numeri 12, 3). Imparando dai grandi che ci hanno preceduto, la parola di saggezza ci ispiri comportamenti miti che portano mansuetudine e amore".

Tema teologico del mese (maggio 2015)
: 2Corinzi 5, 21

"Colui che non aveva conosciuto peccato, Dio lo trattò da peccato in nostro favore, perché noi potessimo diventare per mezzo di lui giustizia di Dio".

Breve commmento: "E' possibile essere giusti senza sforzi sovraumani, ma puntando dritto il timone verso la Grazia che Dio ci offre gratuitamente. Imparando così noi stessi ad essere luce per gli altri. Testimoniando la fede non facciamo altro che il nostro dovere. Così, possiamo essere giustizia di Dio".

Tema teologico del mese (aprile 2015)
: Sapienza 2, 24

"Ma la morte è entrata nel mondo per invidia del diavolo; e ne fanno esperienza coloro che gli appartengono".

Breve commmento: Ma è possibile che qualcuno appartenga veramente al diavolo? Come Gesù ha i suoi discepoli, anche il maligno ha i suoi. Ma perché accada questo, io non lo so. Si può invidiare Dio e rifiutarlo fino al punto di passare allo schieramento che lo avversa. Cosa dà il diavolo in cambio di questa "adesione"? Solo un accrescimento dell'invidia verso gli altri e un sacco di illusioni. Chi segue il diavolo perde il senso della realtà, che in materia di fede, è l'amore di Dio per ciascuno di noi.


Tema teologico del mese (marzo 2015)
: Giovanni 2, 13-22

"Si avvicinava intanto la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme. Trovò nel tempio gente che vendeva buoi, pecore e colombe, e i cambiavalute seduti al banco. Fatta allora una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori del tempio con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiavalute e ne rovesciò i banchi, e ai venditori di colombe disse: «Portate via queste cose e non fate della casa del Padre mio un luogo di mercato». I discepoli si ricordarono che sta scritto: Lo zelo per la tua casa mi divora. 18 Allora i Giudei presero la parola e gli dissero: «Quale segno ci mostri per fare queste cose?». Rispose loro Gesù: «Distruggete questo tempio e in tre giorni lo farò risorgere». Gli dissero allora i Giudei: «Questo tempio è stato costruito in quarantasei anni e tu in tre giorni lo farai risorgere?». Ma egli parlava del tempio del suo corpo. Quando poi fu risuscitato dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che aveva detto questo, e credettero alla Scrittura e alla parola detta da Gesù".

Breve commmento: Gesù è il Tempio dove incontriamo spirito e verità ed in tale spirito e verità adoriamo il Padre. Nella resurrezione di Gesù Cristo troviamo grazia, amore, speranza e perdono. Gesù resta al nostro fianco nella gioia e nel dolore per il resto dei nostri giorni e per l'eternità.

Tema teologico del mese (febbraio 2015)
: Romani 11, 25-27

"Infatti, fratelli, non voglio che ignoriate questo mistero, affinché non siate presuntuosi: un indurimento si è prodotto in una parte d'Israele, finché non sia entrata la totalità degli stranieri; e tutto Israele sarà salvato, così come è scritto: «Il liberatore verrà da Sion.
Egli allontanerà da Giacobbe l'empietà; e questo sarà il mio patto con loro, quando toglierò via i loro peccati».".

Breve commmento
: Il popolo di Israele crede nel nostro stesso Dio ma non accetta il concetto di Trinità. Tuttavia San Paolo ci ricorda che "tutto Israele sarà salvato". C'è quindi la speranza che tutti gli ebrei riconoscano, al ritorno di Gesù Cristo, la salvezza portata da Gesù stesso come Messia.

Tema teologico del mese (gennaio 2015)
: Filippesi 4, 12

"ho imparato ad essere povero e ho imparato ad essere ricco; sono iniziato a tutto, in ogni maniera: alla sazietà e alla fame, all'abbondanza e all'indigenza".

Breve commmento
: San Paolo ci guida per il sentiero dei giusti che colgono l'essenziale della vita cristiana e relativizzanno quindi le vicende della vita mondana per restare fedeli in tutto a Cristo Signore. A Lui è dovuta ogni fedeltà, obbedienza e gratitudine per i doni che ci fa ogni giorno.

Tema teologico del mese (dicembre 2014)
: Salmi 5, 12

"Gioiscano quanti in te si rifugiano, esultino senza fine. Tu li proteggi e in te si allieteranno quanti amano il tuo nome".

Breve commmento
: quanti giusti soffrono per la fame, la guerra! Come commentare questo passo della Bibbia che sembra dire il contrario della realtà cui assistiamo per la cronaca di tutti i giorni? Quanti bambini sfruttati, violentati, uccisi? Eppure il Signore veglia sulla Terra e dà consolazione in qualunque tribolazione. L'esempio dei martiri feconda la Chiesa ed il mondo.

Tema teologico del mese (novembre 2014): Matteo 5, 3

"Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli"

Breve commmento: le beatitudini sono perle preziose da conservare con tutto il cuore, l'anima e la mente. I poveri in spirito sono soldati di Cristo, che attendono con fervore il ritorno del Signore. In attesa della seconda venuta del Cristo, le beatitudini sono una lampada accesa nel buio di questo mondo che ci calpesta e non ci conosce.

Tema teologico del mese (ottobre 2014)
: Proverbi 10, 3

"Il Signore non lascia patir la fame al giusto, ma delude la cupidigia degli empi".

Breve commmento: la riconoscenza per il pane quotidiano si distingue dalla cupidigia perché la prima è devozione a Dio mentre la seconda è idolatria del denaro. Preghiamo il Signore di tenerci lontano da ogni cupidigia. Accontentiamoci del pane quotidiana, chiedendo che il Signore ci nutra sempre come creature che gli appartengono.

Tema teologico del mese (settembre 2014)
: 1Corinzi 2, 1-5.

"E io, fratelli, quando venni da voi, non venni ad annunciarvi la testimonianza di Dio con eccellenza di parola o di sapienza; poiché mi proposi di non sapere altro fra voi, fuorché Gesù Cristo e lui crocifisso. Io sono stato presso di voi con debolezza, con timore e con gran tremore; la mia parola e la mia predicazione non consistettero in discorsi persuasivi di sapienza umana, ma in dimostrazione di Spirito e di potenza, affinché la vostra fede fosse fondata non sulla sapienza umana, ma sulla potenza di Dio"."

Breve commmento: c'è sapienza e sapienza. C'è una sapienza che viene dal diavolo, una che viene dal mondo, per così dire, naturale ed una che viene dallo Spirito. Preghiamo sempre di avere la sapienza che viene dallo Spirito perché chi è nato da Dio si riconosce dal mercenario cui le pecore non appartengono.

Tema teologico del mese (agosto 2014)
: 2Corinzi, 4, 7-12.

"Però noi abbiamo questo tesoro in vasi di creta, perché appaia che questa potenza straordinaria viene da Dio e non da noi. Siamo infatti tribolati da ogni parte, ma non schiacciati; siamo sconvolti, ma non disperati; perseguitati, ma non abbandonati; colpiti, ma non uccisi, portando sempre e dovunque nel nostro corpo la morte di Gesù, perché anche la vita di Gesù si manifesti nel nostro corpo. Sempre infatti, noi che siamo vivi, veniamo esposti alla morte a causa di Gesù, perché anche la vita di Gesù sia manifesta nella nostra carne mortale. Di modo che in noi opera la morte, ma in voi la vita"

Breve commmento: Ogni speranza è da noi riposta in Dio. Anche sant'Ignazio di Loyola ebbe molti problemi esistenziali dopo la sua conversione. Il mistero del male nella nostra vita supera la nostra intelligenza. Superiamo ogni prova restando saldi nella fede, che tutto può, che tutto spera.

Tema teologico del mese (luglio 2014)
: Apocalisse 17, 6

"E vidi che quella donna era ebbra del sangue dei santi e del sangue dei martiri di Gesù".

Breve commmento: proprio ora che nel mondo tanti cristiani vengono uccisi, crocifissi, bruciati, insomma, martirizzati in tutti i modi, preghiamo per le loro anime che vadano dritto in Cielo. Dopo una vita di sofferenze, conclusa tragicamente, abbiano la pace eterna, quella che solo Dio può donare. La Chiesa vinca su tutte le streghe, i demoni, in alleanza con i santi angeli di Dio.

Tema teologico del mese (giugno 2014)
: Matteo 6, 9

"Sia santificato il tuo nome".

Breve commmento: non dire queste parole se non ti confessi regolarmente, se non ami Dio. Se guardi al prossimo con cinismo ed indifferenza. Se non credi che Dio esiste con tutto il tuo cuore e con tutta la tua mente. Orsù, andiamo, santifichiamo il nome del Signore, Padre Nostro che è nei Cieli, con le nostre preghiere e con la carità fraterna.

Tema teologico del mese (maggio 2014)
: Luca 23, 34

"Padre, perdonali, perché non sanno quello che fanno".

Breve commmento: Prima della resurrezione, la fede è data a molti eletti che credono in Gesù profeta, messia, figlio di Dio, ma dopo che la resurrezione è testimoniata diventa meno scusabile la mancanza di fede.

Tema teologico del mese (aprile 2014)
: Sapienza 2, 12

"Tendiamo insidie al giusto, perché ci è di imbarazzo ed è contrario alle nostre azioni; ci rimprovera le trasgressioni della legge
e ci rinfaccia le mancanze contro l'educazione da noi ricevuta".

Breve commmento: Il libro della Sapienza annuncia l'opera di Cristo con una descrizione di imbarazzante veridicità. Il malvagio non può sopportare il giusto e cerca di appropriarsi della religione, primo, e, secondo, di metterlo alla prova fino alla morte. Così è accaduto per Cristo fino alla Sua gloriosa Resurrezione, nostra forza e nostra speranza.

Tema teologico del mese (marzo 2014)
: Siracide 15,20

"Egli non ha comandato a nessuno di essere empio e non ha dato a nessuno il permesso di peccare".

Breve commmento: Dio sa trarre il bene dal male e perdona le nostre colpe. Però, Dio non ha dato a nessuno il permesso di peccare. Perciò è un ragionamento stolto dire che il Signore ha permesso il male. Il male è sempre frutto della libertà umana.

Tema teologico del mese (febbraio 2014)
: Apocalisse 21,6

"Ecco sono compiute!
Io sono l'Alfa e l'Omega,
il Principio e la Fine.
A colui che ha sete darò gratuitamente
acqua della fonte della vita".

Breve commmento: siamo tralci della vite che è Cristo e dobbiamo portare frutto. Questo ci porta alla consapevolezza che dobbiamo tutto, tutto a Gesù Cristo. Questo, fratelli, ci ricordi quanto è grave tradirlo. L'Apocalisse citata descrive una beatitudine, quella di avere sete di Dio e della Sua giustizia: la ricompensa è l'acqua della fonte della vita. Diventare santi nel Suo regno eterno, per contemplare il Suo volto nell'aldilà e ricevere di qua ogni grazia e benedizione.

Tema teologico del mese (gennaio 2014)
: Matteo 2, 2

"Dov'è il Re dei Giudei che è nato? Abbiamo visto sorgere la sua stella e siamo venuti ad adorarlo".

Breve commmento: i Magi dimostrano carismi veramente potenti. Conoscono la predestinazione del Figlio di Dio alla nascita, alla regalità, alla santità, alla morte. Sanno che è Lui il Re di Israele. Una prova di esoterismo mistico che ha una spiegazione solo in una illuminazione particolare ad opera dello Spirito di Dio che certamente era sceso su di loro. Chi ha mani innocenti e cuore puro? Certamente i Magi avevano queste mani innocenti e cuore puro!

Tema teologico del mese (dicembre 2013)
: Giovanni 1, 40-42

"Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. Egli incontrò per primo suo fratello Simone, e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia (che significa il Cristo)» 42 e lo condusse da Gesù. Gesù, fissando lo sguardo su di lui, disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; ti chiamerai Cefa (che vuol dire Pietro)»".

Breve commmento: i doni dello Spirito Santo sono vari, ma il più prezioso è quello che ci porta a riconoscere il Messia al suo passaggio. In questo riconoscimento sta la fede e la santità degli Apostoli. Gesù sapeva chi lo avrebbe seguito e anche chi lo avrebbe tradito, perciò Gesù è Dio stesso.

Tema teologico del mese (novembre 2013)
: Luca 19, 8

Ma Zaccheo, alzatosi, disse al Signore: "Ecco, Signore, io do la metà dei miei beni ai poveri; e se ho frodato qualcuno, restituisco quattro volte tanto".

Breve commmento: anche i ricchi, che sono le persone più infelici del mondo senza saperlo, sono le pecore perdute che il Signore ricerca. Un pubblicano ricco era poi un traditore, al soldo dell'invasore romano. Ma la fede può tutto! Il Signore non dice a Zaccheo: "Non peccare più" ma lo Spirito Santo ispira a Zaccheo queste parole sante che abbiamo sentito. Ecco perchè, anche perché l'assoluzione sacramentale sia efficace, dobbiamo riparare al male fatto. Per redimere il mondo, ci vorrebbe un miliardo di Zaccheo, ma noi abbiamo già il sangue ed il corpo di Cristo, pegno della Gerusalemme Celeste che attendiamo con ansia.

Tema teologico del mese (ottobre 2013)
: Efesini 4,19

"Diventati così insensibili, si sono abbandonati alla dissolutezza, commettendo ogni sorta di impurità con avidità insaziabile".

Breve commmento: chi di noi non ha commesso impurità, ma speriamo non con dissolutezza e non con avidità insaziabile. Come ha ricordato il bravo Papa Francesco, chi si crede puro è fuori strada. La Chiesa è fatta di peccatori cui Dio ha guardato, cioè cui Dio ha dato la grazia. Che cosè la grazia se non lo sguardo benevole di Dio sul peccatore, a causa della sua giustizia perché, come ricorda San Paolo, il giusto vivrà mediante la fede. Quale inesauribile tesoro di sentimenti è la fede!

Tema teologico del mese (settembre 2013)
: Ebrei 2, 8-9

"Avendogli assoggettato ogni cosa, nulla ha lasciato che non gli fosse sottomesso. Tuttavia, al presente, non vediamo ancora che ogni cosa sia a lui sottomesso. Però, quel Gesù
che fu fatto di poco inferiore agli angeli, lo vediamo ora coronato di gloria e di onore a causa della morte che ha sofferto, perché per la grazia di Dio egli sperimentasse la morte a vantaggio di tutti".

Breve commmento
: Gesù è stato fatto uomo da Dio, di poco inferiore agli angeli: perché noi non immaginiamo lontanamente la gloria che questo comporta? Il suo santo sacrificio sulla Croce, trono terreno di gloria, è andato a vantaggio di tutti gli uomini, nessuno escluso. Dio, che spera la salvezza di tutti, ha incoronato il Figlio, Dio egli stesso, di un nome che sta al di sopra di ogni altro nome per introdurci alla vita eterna.

Tema teologico del mese (agosto 2013)
: Luca, 12, 13-21

"Uno della folla gli disse: «Maestro, di' a mio fratello che divida con me l'eredità». 14 Ma egli rispose: «O uomo, chi mi ha costituito giudice o mediatore sopra di voi?». E disse loro: «Guardatevi e tenetevi lontano da ogni cupidigia, perché anche se uno è nell'abbondanza la sua vita non dipende dai suoi beni». Disse poi una parabola: «La campagna di un uomo ricco aveva dato un buon raccolto. Egli ragionava tra sé: Che farò, poiché non ho dove riporre i miei raccolti? E disse: Farò così: demolirò i miei magazzini e ne costruirò di più grandi e vi raccoglierò tutto il grano e i miei beni. Poi dirò a me stesso: Anima mia, hai a disposizione molti beni, per molti anni; riposati, mangia, bevi e datti alla gioia. Ma Dio gli disse: Stolto, questa notte stessa ti sarà richiesta la tua vita. E quello che hai preparato di chi sarà? Così è di chi accumula tesori per sé, e non arricchisce davanti a Dio».

Breve commmento
: la ricchezza può rendere schiavo un uomo fino alla morte, sino a far perdere il senso stesso dell'esistenza. Non basta organizzare bene le proprie ricchezze se non ci si arricchisce di fronte a Dio. Certo, la scelta tra Dio e mammona richiedere una sorveglianza particolare, che però dà frutti di vita eterna. Nella fraternità della condivisione alimentiamo la speranza di dare un senso sia alla vita, sia alla morte.

Tema teologico del mese (luglio 2013)
: Galati 5, 13-26

"13 Voi infatti, fratelli, siete stati chiamati a libertà. Purché questa libertà non divenga un pretesto per vivere secondo la carne, ma mediante la carità siate a servizio gli uni degli altri. 14 Tutta la legge infatti trova la sua pienezza in un solo precetto: amerai il prossimo tuo come te stesso. 15 Ma se vi mordete e divorate a vicenda, guardate almeno di non distruggervi del tutto gli uni gli altri!
16 Vi dico dunque: camminate secondo lo Spirito e non sarete portati a soddisfare i desideri della carne; 17 la carne infatti ha desideri contrari allo Spirito e lo Spirito ha desideri contrari alla carne; queste cose si oppongono a vicenda, sicché voi non fate quello che vorreste. 18 Ma se vi lasciate guidare dallo Spirito, non siete più sotto la legge. 19 Del resto le opere della carne sono ben note: fornicazione, impurità, libertinaggio, 20 idolatria, stregonerie, inimicizie, discordia, gelosia, dissensi, divisioni, fazioni, 21 invidie, ubriachezze, orge e cose del genere; circa queste cose vi preavviso, come già ho detto, che chi le compie non erediterà il regno di Dio. 22 Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé; 23 contro queste cose non c'è legge. 24 Ora quelli che sono di Cristo Gesù hanno crocifisso la loro carne con le sue passioni e i suoi desideri. 25 Se pertanto viviamo dello Spirito, camminiamo anche secondo lo Spirito. 26 Non cerchiamo la vanagloria, provocandoci e invidiandoci gli uni gli altri".

Breve commmento: uno dei passaggi più belli della Lettera ai Galati è qui rappresentato. La libertà dei figli di Dio è incompatibile con il ricadere sotto la schiavitù del peccato. Siamo nuove creature nell'amore, nella gioia, nella pace, nella pazienza, nella bontà, nella fedeltà, nella mitezza, nel dominio di sè. Possa Dio benedirci nelle tribolazioni che incontriamo nel pellegrinaggio terreno per opera del diavolo e dei suoi seguaci!

Tema teologico del mese (giugno 2013)
: Giovanni 6,44

"Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno".

Il dono della fede si trova splendidamente raffigurato in questo passaggio del Vangelo di san Giovanni apostolo. Padre, attira quelli che tu vuoi, quelli che sono destinati alla salvezza. I malvagi che non si convertono, che non abbandonano la via empia, purtroppo soccombono sotto le grinfie del demonio. Come sarebbe bello se tutti si salvassero. Preghiamo la Madonna che interceda per salvare quante più anime è possibile.


Tema teologico del mese (maggio 2013)
: Marco 15,34

"Alle tre Gesù gridò con voce forte: Eloì, Eloì, lemà sabactàni?, che significa: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?".

Gesù abbandonato esprime tutta la sua umanità e fa sì che sulla Croce tutti ci sentiamo vicini a Lui. Lui che è Dio prega un salmo di sapienza, di bontà, di fratellanza con gli uomini. Si china a condividere un sentimento che noi stessi a volte proviamo. No, Dio non lo ha abbandonato ma lo ha rivestito di ogni gloria, ricchezza celeste e splendore divino.

Tema teologico del mese (aprile 2013)
: Giovanni 28, 28

"Dopo questo, Gesù, sapendo che ogni cosa era stata ormai compiuta, disse per adempiere la Scrittura "ho sete""

Gesù esprime sulla Croce un bisogno essenziale ed una richiesta rivolta a noi tutti, allo stesso tempo. Gesù ha sete della nostra bontà, della nostra pazienza. Chiede la nostra santità. L'umanità di Gesù è tutta rivelata in questo gesto unico e prezioso.

Tema teologico del mese (marzo 2013)
: Colossesi 3,12

"Rivestitevi dunque, come amati di Dio, santi e diletti, di sentimenti di misericordia, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di pazienza"

Le virtù elencate sono le stesse che possiede Dio. E' quindi un'imitazione del Signore ciò che San Paolo ci propone. La misericordia porta a giudicare gli altri con tenrezza e comprensione, specialmente i non credenti che ci hanno fatto del male. La bontà di Dio inondi i nostri cuori per essere ricordati dagli uomini come persone capaci di amare. L'umiltà ci faccia imitatori di Cristo e della Vergine Madre, che è stata esaltata proprio perché si è umiliata nell'umiltà santissima. La mansuetudine ci faccia fuggire ogni ira funesta e ci faccia sempre trovare preparati per il giorno del Signore, in cui i mansueti siederanno alla destra di Dio come amate pecorelle. La pazienza sia il nostro faro che ci fa condurre una vita santa nelle persecuzioni che purtroppo subiamo sino al martirio.

Tema teologico del mese (febbraio 2013)
: Ebrei 6, 20

"... Gesù ... essendo divenuto sommo sacerdote per sempre alla maniera di Melchìsedek".

Gesù ha offerto se stesso come sacrificio unico e perfetto, definitivo e santo. Sofferiamoci di fronte all'ostensorio contentente il Santissimo Sacramento e preghiamo dicendo "o Sommo Sacerdote, dacci da bere il tuo santissimo sangue e il tuo santissimo corpo perché possiamo ereditare i beni promessi". "Tu sei sacerdote per sempre alla maniera di Melchìsedek!!!". Per vivere una vita realmente eucaristica, cerchiamo la bontà di Dio perché si riversi su di noi copiosamente, assieme alla Sua Grazia. Cerchiamo la carità nella santità e la santità nella carità, rivestendoci dell'armatura santa che è Cristo stesso. Nulla ci può separare dallo Spirito Santo se lo invochiamo con perseveranza ed umiltà.

Tema teologico del mese (gennaio 2013)
: 1Giovanni 3, 8

"Chi commette il peccato viene dal diavolo, perché il diavolo è peccatore fin dal principio. Ora il Figlio di Dio è apparso per distruggere le opere del diavolo".

Il peccato mortale ha un suo grande sostenitore: il diavolo, la bestia, l'anticristo, Satana insomma. Ecco l'importanza della preghiera e delle opere di penitenza. Confessiamoci, non abbiamo paura di avvicinarci al confessionale per non abbruttirci, per rinnovarci nella fede. Dio non ci abbandona, se noi non abbandoniamo Lui. Gesù viene per distruggere le opere del diavolo e aprirci la porta del Paradiso. Seguiamo Gesù, crediamo in Lui. Egli è il nostro Dio.


Tema teologico del mese (dicembre 2012): Luca 2, 7

"Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c'era posto per loro nell'albergo".

Non c'è posto nell'albergo come non c'è posto per Gesù in questo mondo. Sarà eliminato con una morte atroce. Eppure, regna dal Suo regno di Gloria sulle vicende della Storia. E' uno strano Dio il nostro Dio. Pieno di sante contraddizioni.


Tema teologico del mese (novembre 2012)
: Matteo 16, 18

"E io ti dico: Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa".

La Chiesa non deve omologarsi al mondo nè, all'opposto, rivoluzionario. Un seme vivo deve essere la Chiesa che rinnova se stesso per diventare un grande albero di esempio, stimolo, testimonianza. La Chiesa è di Cristo. Goria a Lui nell'alto dei Cieli.

Tema teologico del mese (ottobre 2012): Marco 13, 32

"Quanto poi a quel giorno o a quell'ora, nessuno li conosce, neanche gli angeli nel cielo, e neppure il Figlio, ma solo il Padre".

Chi dice di conoscere il tempo del ritorno del Cristo è un mentitore come si desume chiaramente da questa pagina evangelica.

Tema teologico del mese (settembre 2012)
: 2 Tessalonicesi 5, 11-14.

"Sentiamo infatti che alcuni fra voi vivono disordinatamente, senza far nulla ed in continua agitazione. A questi tali ordiniamo, esortandoli nel Signore Gesù Cristo, di mangiare il proprio pane lavorando in pace. Voi, fratelli, non lasciatevi scoraggiare nel fare il bene. Se qualcuno non obbedisce a quanto diciamo per lettera, prendete nota di lui e interrompete i rapporti, perché si vergogni; non trattatelo però come un nemico, ma ammonitelo come un fratello".

Amici, come è importante il lavoro per l'equilibrio psico-fisico della persona ed è anche volontà di Dio. Perciò, penso a Escrivà, fondatore dell'Opus Dei, nel commentare brevemente questo passo. E penso alle tante persone, specie giovani e donne, senza lavoro. Una generazione perduta! Viviamo tempi difficili. Padri di famiglia che tentano il suicidio e si tolgono la vita. Madri che non sanno come nutrire i propri bambini. Accontentiamoci di lavori umili alle dipendenze di chi ha reali talenti imprenditoriali. Non buttiamo via i risparmi dei nostri avi in sogni impossibili. Se malati, sosteniamoci a vicenda. Se pensionati, cerchiamo di aiutare, magari con un po' di volontariato all'interno della Chiesa. Non facciamo mai mancare il nostro aiuto materiale e le nostre preghiere a chi è senza lavoro.

Tema teologico del mese (agosto 2012)
: Apocalisse 18, 2

"E' caduta, è caduta Babilonia la grande ed è divenuta covo di demoni"

Oltre alla rovina, il diavolo procura possessione (covo di demoni). Babilonia la grande rappresenta il mondo pieno di vizi e di errori. Come è importante vivere una vita sobria, sotto la protezione di Cristo Signore.


Tema teologico del mese (luglio 2012)
: 2 Corinzi 12,7

"Perché non montassi in superbia per la grandezza delle rivelazioni, mi è stata messa una spina nella carne, un inviato di satana incaricato di schiaffeggiarmi, perché io non vada in superbia".

Anche l'opera di Satana si piega alla Provvidenza di Dio. Amen, Alleluia!

Tema teologico del mese (giugno 2012)
: 1 Giovanni 5, 19

"Noi sappiamo che siamo da Dio, mentre tutto il mondo giace sotto il potere del maligno".

Un dualismo innegabile attraversa la Scrittura: figli della luce/figli delle tenebre, pecore/capri, giusti/malvagi. Il potere, però, non è necessariamente corrotto, anzi San Paolo dice che il potere viene da Dio, quindi si deve stare sottomessi alle autorità costituite. Il potere può essere satanico ma non sempre lo è. L'idolatria del denaro, del potere e del successo sono sicuramente maligni.

Tema teologico del mese (maggio 2012)
: Giovanni 1,13

"i quali non da sangue, né da volere di carne, né da volere di uomo, ma da Dio sono stati generati"

Una triplice negazione. Non da sangue significa che non c'è nessuna predestinazione nel concepimento nell'atto sessuale, nel codice genetico, nel retaggio familiare. Non da volere di carne, significa che non c'è nessun rito propiziatorio terreno che genera come figli di Dio. Infine, non da volere di uomo significa che nessuna potestà terrena conferisce questa nuova generazione in Dio. Quindi, è Dio che rigenera l'uomo a nuova vita, facendolo rinascere dall'alto.


Tema teologico del mese (aprile 2012)
: 1Pietro 5,8

"Siate temperanti, vigilate. Il vostro nemico, il diavolo, come leone ruggente va in giro, cercando chi divorare".

Nessuno è al sicuro, persino gli apostoli sono stati vagliati come il grano da Satana. Ecco che risalta in tutta la sua importanza la preghiera di Gesù per noi. Dobbiamo pregare Gesù che Egli preghi per noi. Cosa significa "divorare". Il diavolo cerca di distruggere la nostra anima, di ucciderla. Un'anima morta è come risollevata, ma è un'illusione. Non è più nè calda, nè fredda, non percepisce più il dolore ma perde la percezione del male. E' come una malattia che, attraverso un inferno simbolico già qui sulla Terra, conduce alla morte. Non è, a mio avviso, tanto la possessione satanica di cui qui si parla, ma un deperimento morale dell'individuo che diventa seguace di Satana nelle opere malvagie.

Tema teologico del mese (marzo 2012):
Galati 2, 16

"Sapendo tuttavia che l'uomo non è giustificato dalle opere della legge ma soltanto per mezzo della fede in Gesù Cristo, abbiamo creduto anche noi in Gesù Cristo per essere giustificati dalla fede in Cristo e non dalle opere della legge; poiché dalle opere della legge non verrà mai giustificato nessuno".

Chi sono io per parlare di un tema complesso come la giustificazione? Posso solo raccontare la mia esperienza e suggerire alcune povere idee. Non credo, come ho già scritto, che si acquisisca e si perda in continuazione la Grazia di Dio per tutta la vita come si esce ed entra migliaia di volte da un box doccia per lavarsi. L'Antico Testamento parla di due strade, non a caso, una conduce al bene (potremmo dire al Bene), l'altra conduce al male. Ecco, che la nostra vita appare come un percorso lungo in cui, faticosamente, con sacrifici e penitenze si viaggia verso Dio o ci si allontana da Lui. Parlino i teologi per ogni aspetto messo in luce.


Tema telogico del mese (febbraio 2012): Atti 9, 3-4.

E avvenne che [Saulo], mentre era in viaggio e stava per avvicinarsi a Damasco, all'improvviso lo avvolse una luce dal cielo cadendo a terra udì una voce che gli diceva: "Saulo, Saulo perché mi perseguiti?" ...


Commento
: Gesù parla a Saulo, futuro San Paolo, per la sua conversione. Una scintilla di incontro meraviglioso tra Dio e l'uomo peccatore. L'elezione di Dio si rivela in tutta la sua potenza. Ecco Dio che cerca la pecorella smarrita. L'elezione ha i suoi misteri. Infatti, l'uomo peccatore a volte, lontano da Dio per i suoi pensieri, per le sue strade, nasconde un cuore potenzialmente santo e giusto. Perciò vengono chiamati e perfino eletti i comunisti, i pubblicani, i peccatori, le prostitute. Sono i malati che hanno bisogno del medico. E talvolta, questi malati, una volta convertiti, diventano i più strenui difensori della fede.


Tema teologico del mese (gennaio 2012): Genesi 1, 26 e 31.

E Dio disse: "Facciamo l'uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza ...". Dio vide quanto aveva fatto, ed ecco, era cosa molto buona.

Commento: si cela qui uno dei più grandi misteri della natura umana, perché Dio nessuno l'ha mai visto. Ora, siamo veramente una creatura gloriosa. In cosa siamo somiglianza di Dio e immagine di Dio? Nella sapienza, nell'intelletto, nella libertà, nella potenza. Ma ognuno di questi elementi deve essere illustrato. Infatti, la sapienza ci dà la capacità di profetare, di interpretare i segni che Dio ci manda, di credere in Dio medesimo. L'intelletto ci permette di indagare i misteri della creazione con linguaggio scientifico ed astratto. Questa è una grande forma di progresso nella Storia dell'uomo. La libertà è un tema molto complesso. Possiamo dire sì alla voce di Dio che è dentro ogni uomo, anche il più depravato o rifiutarla sino alla fine. La potenza è la possibilità di sottomettere la Creazione, gli animali ed è evidente il potenziale distruttivo nell'epoca delle armi nucleari ...


Tema teologico del mese/1 (dicembre 2011): Salmi, 127, 2

"Vivrai del lavoro delle tue mani, sarai felice e godrai d'ogni bene".

C'è un nesso stretto tra fede, lavoro e felicità che a volte viene sottovalutato.

Tema teologico del mese/2 (dicembre 2011)
: Apocalisse 22, 11-13

"
Il perverso continui pure a essere perverso, l'impuro continui ad essere impuro e il giusto continui a praticare la giustizia e il santo si santifichi ancora. Ecco, io verrò presto e porterò con me il mio salario, per rendere a ciascuno secondo le sue opere. Io sono l'Alfa e l'Omega, il Primo e l'Ultimo, il principio e la fine".


Chi vuole santificarsi è libero di farlo. Non c'è nessun obbligo nel cristianesimo, ma solo una libera scelta.


Novembre 2011:
(Luca 7, 16-23) "Tutti furono presi da timore e glorificavano Dio dicendo: «Un grande profeta è sorto tra noi e Dio ha visitato il suo popolo». La fama di questi fatti si diffuse in tutta la Giudea e per tutta la regione. Anche Giovanni fu informato dai suoi discepoli di tutti questi avvenimenti. Giovanni chiamò due di essi e li mandò a dire al Signore: «Sei tu colui che viene, o dobbiamo aspettare un altro?». Venuti da lui, quegli uomini dissero: «Giovanni il Battista ci ha mandati da te per domandarti: Sei tu colui che viene o dobbiamo aspettare un altro?». In quello stesso momento Gesù guarì molti da malattie, da infermità, da spiriti cattivi e donò la vista a molti ciechi. Poi diede loro questa risposta: «Andate e riferite a Giovanni ciò che avete visto e udito: i ciechi riacquistano la vista, gli zoppi camminano, i lebbrosi vengono sanati, i sordi odono, i morti risuscitano, ai poveri è annunziata la buona novella. E beato è chiunque non sarà scandalizzato di me!».

Gesù è il Messia, Alleluja!


Ottobre 2011:
Il Signore è mia luce e mia salvezza, di chi avrò paura? Il Signore è difesa della mia vita, di chi avrò timore? (Salmi, 26, 1, di Davide). Veramente questo è un punto centrale della fede. Talvolta pensiamo alla Chiesa in termini di utili e fatturato come se fosse un'azienda. Un solo giusto, in realtà, per la sua fede in Cristo Signore basta a reggere il destino di 1.000 che non credono in Dio. La fede della Chiesa, poi, regge il mondo. Quanto fiducia, speranza, carità dobbiamo avere verso Dio e verso il prossimo, seguendo questo amatissimo Salmo.

Settembre 2011
: se consideri le colpe, Signore, Signore, chi potrà sussistere - recita il Salmo 129 - ? Ma presso di te è il perdono perciò avremo il tuo timore ... Concetto analogo nei Vangeli (Matteo, 19, 23-26). Riflettiamo sul collegamento appena posto in luce.

Agosto 2011
: Il profeta Ezechiele ammonisce (33, 8-9): "Se io dico all'empio: Empio, tu morirai, e tu non parli per distogliere l'empio dalla sua condotta, egli, l'empio, morirà per la sua iniquità; ma della sua condotta chiederò conto a te. Ma se tu avrai ammonito l'empio della sua condotta perché si converta ed egli non si converte, egli morirà per la sua iniquità, tu invece sarai salvo".

Questo è un mistero grandissimo: non aggiungo parole di commento.


Luglio 2011
: camminiamo su suolo maledetto, anche se Cristo l'ha santificato camminandoci sopra. In Genesi, infatti si legge (3, 17-19): "Poiché hai ascoltato la voce di tua moglie e hai mangiato dell'albero di cui ti avevo comandato: Non ne devi mangiare, maledetto sia il suolo per causa tua! Con dolore ne trarrai il cibo per tutti i giorni della tua vita. Spine e cardi produrrà per te e mangerai l'erba campestre. Con il sudore del tuo volto mangerai il pane; finché tornerai alla terra, perché da essa sei stato tratto: polvere tu sei ed in polvere ritornerai".

Giugno 2011
: la parabola di Marta e di Maria (Luca, 10, 38-42), fattività e contemplazione, azione e adorazione. «Marta, Marta, tu ti preoccupi e ti agiti per molte cose, ma una sola è la cosa di cui c'è bisogno. Maria si è scelta la parte migliore, che non le sarà tolta».

Commento ed eventuali domande: non si può perdere il senso del sacro. Stare a contatto ogni giorno in un rapporto personale con il Signore.

Maggio 2011: Luca, 16, 26, Per di più, tra noi e voi è stabilito un grande abisso: coloro che di qui vogliono passare da voi non possono, né di costì si può attraversare fino a noi.

Commento ed eventuali domande: tra le anime dannate e quelle benedette è stabilito un
grande abisso. Andrea Annibale invita i teologi per questo mese a riflettere su questo concetto.



Torna ai contenuti | Torna al menu